«Il Pdl cambi passo: per la corsa a sindaco apriamo all’Udc»

Guido Podestà riunisce domani il coordinamento regionale del Pdl. All’ordine del giorno l’analisi della situazione politica ma soprattutto la necessità di imprimere un nuovo via: «Si riparte dopo la campagna elettorale e la composizione della giunta, perché il partito ha bisogno di cambiare un po’ passo, di accelerare e di essere più presente sul territorio».
Podestà crede possibili accordi con l’Udc: «Stiamo operando da tempo per riportarli con noi. Per le comunali credo e mi auguro che ci sia già un’alleanza strutturale a livello nazionale». Nell’Udc è in atto un forte dibattito interno in vista del congresso di Todi durante il quale sarà ufficializzato il definitivo scioglimento.
Tra gli obiettivi del coordinamento del Pdl che si riunisce domani l’organizzazione della campagna elettorale milanese, che sarà gestita da un tavolo regionale simile a quello che si è occupato delle candidature per il Pirellone. Con una novità: «Il Tavolo va allargato a tutti coloro che nelle recenti elezioni hanno avuto un buon risultato a Milano e provincia e nell’elenco metto anche il capogruppo in consiglio comunale, Giulio Gallera». L’appello è alla partecipazione: «È l’occasione per riflettere sull’andamento del voto».
Negli obiettivi del coordinatore regionale anche la convocazione dei congressi cittadini e provinciali per l’autunno: «Se si decide di fare anche il congresso regionale e Berlusconi vuole che io rimetta il mandato, ben venga». Podestà si dice soddisfatto della composizione della giunta del Pirellone: «Alle scelte del presidente Formigoni abbiamo contribuito anche io e il responsabile regionale della Lega».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti