Pensioni, plauso dell'Ue all'Italia: misure buone

La Commissione Ue ha accolto favorevolmente la decisione dell’Italia di innalzare l’età pensionabile delle dipendenti pubbliche dal primo gennaio 2012: "Possano aiutare il consolidamento delle finanze"

Pensioni, plauso dell'Ue all'Italia: misure buone

Bruxelles - La Commissione Ue "accoglie favorevolmente" la decisione dell’Italia di innalzare l’età pensionabile delle dipendenti pubbliche dal primo gannaio 2012 e spera che le misure "possano aiutare il consolidamento delle finanze pubbliche". Per il portavoce della vicepresidente della Commissione Ue, Viviane Reding, "l’Italia ha fatto esattamente quello che speravamo".

Il plauso di Bruxelles Il portavoce ha sottolineato come l’esecutivo europeo "abbia accolto con soddisfazione la decisione del governo italiano e la sua volontà di cooperazione con la Commissione europea". "Ora - ha spiegato - speriamo che le misure prese non solo risolvano i problemi per quel che riguarda l’attuazione della sentenza della Corte europea di giustizia del 2008, ma possano anche aiutare l’Italia, impegnata nella manovra di bilancio, nel consolidamento delle proprie finanze pubbliche". Il testo della norma che innalza a 65 anni dal primo gennaio 2012 l’età pensionabile delle donne nel pubblico impiego è adesso atteso a Bruxelles, per una valutazione nel dettaglio del provvedimento. Valutazione alla quale, salvo sorprese, dovrebbe seguire la decisione di chiudere la procedura di infrazione aperta un anno fa.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti