Il piano di rilancio arriva in tribunale

Risanamento ha depositato in tribunale il piano di salvataggio elaborato insieme alle banche creditrici. La consegna dei documenti è arrivata con 24 ore d’anticipo rispetto al termine fissato dalla Procura. Nei prossimi giorni una copia verrà depositata anche presso la Camera di commercio di Milano. «Siamo fiduciosi che tutto vada a buon fine», ha commentato Vincenzo Mariconda, presidente dell’ormai ex gruppo immobiliare di Luigi Zunino, gravato da quasi 3 miliardi di debiti. Su Risanamento pesa la richiesta di fallimento della Procura di Milano. I pm ora valuteranno il piano, in vista dell’udienza del 22 settembre presso il tribunale fallimentare. Un’udienza probabilmente interlocutoria: possibile un rinvio in attesa che scadano i termini per eventuali opposizioni. La questione potrebbe successivamente passare a un collegio che si dovrà esprimere in merito all’eventuale omologa degli accordi, come previsto dalla legge fallimentare. Il titolo Risanamento è salito ieri del 2,45% a 0,54 euro.

Commenti

Grazie per il tuo commento