Alfano: "Terrorismo e barconi? Nessuno è immune"

"Sul nesso tra i barconi e la minacciaterrorista, nessuno può considerarsi immune e sarebbe contro intuitivoescludere a priori il paese da questo rischio"

Alfano: "Terrorismo e barconi? Nessuno è immune"

"Nessun Paese è a rischio zero" sotto il profilo del terrorismo, ma "non abbiamo segnali precisi di minaccia terroristica". Lo ha detto il ministro dell’Interno Angelino Alfano al question time. Per quanto riguarda il possibile nesso tra minaccia jihadista e immigrazione, "non si può escludere a priori l’esposizione a questa forma di rischio". Quanto alla prevenzione, "abbiamo effettuato decine di espulsioni di soggetti che si sono radicalizzati, abbiamo varato una normativa antiterrorismo molto efficace, abbiamo espulso imam in quattro casi spiegando che nel nostro Paese si può liberamente pregare ma non si può inneggiare all’odio e alla violenza, abbiamo separato chi prega da chi spara". Alfano ha sottolineato che "fin qui l’intelligence e la prevenzione hanno funzionato".

"Sul nesso tra i barconi e la minacciaterrorista, nessuno può considerarsi immune e sarebbe contro intuitivoescludere a priori il paese da questo rischio. Fin qui - ha aggiunto - l’intelligence ha funzionato e non abbiamodovuto versare lacrime come successo in altri paesi". Infine parla del Giubileo: "La nostra strategia - ha detto Alfano - non è quella di militarizzare Roma ma direnderla più sicura". Il titolare del Viminale ha precisato che«oltre 1000 uomini in più presidieranno la città e si aggiungeranno ai 24mila che già presidiano Roma e provincia.

Commenti