"L'ironia su Brunetta? Battute solo di destra". Ed è bufera sul dem Felice

Inutile il tentativo di rimediare con un tweet successivo da parte di Emanuele Felice, che si scusa solo per il fatto che il suo messaggio fosse travisabile

Mostrare indignazione per una battuta rivolta ad un collega del nuovo fronte pro Draghi per piazzare comunque l'epiteto e quindi addirittura attribuire la paternità di uscite del genere alla "destra". Se l'intento era quello di strappare un sorriso non pare riuscito granché, mentre il bersaglio del biasimo viene centrato perfettamente.

Protagonista della infelice frase, diffusa via web tramite il suo profilo personale Twitter, è Emanuele Felice, nominato da Nicola Zingaretti responsabile Economia del Partito Democratico a partire dall'8 febbraio dello scorso anno. Ad essere preso di mira, ancora una volta per la questione "statura", è Renato Brunetta, appena nominato ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione dall'ex governatore della Banca centrale europea."Posso dirlo? Le battute e le vignette che circolano sull’altezza di Brunetta le trovo insopportabili. E, francamente, di destra". Una strategia sopraffina, quella utilizzata da Felice, che insiste ancora una volta sull'altezza di Brunetta, spacciando la sua esternazione come lamentela per gli insistiti insulti al neo ministro da parte di non ben definiti personaggi. Ciliegina sulla torta, poi, l'attribuzione alla "destra" della paternità di battute del genere, come se dalla sua parte non esistessero invece esempi di battute infelici di questo tipo. Senza andare troppo lontani, basta ricordare la paternità dell'espressione"energumeno tascabile", coniata ai danni di Renato Brunetta addirittura da Massimo D'Alema. E ciò che poi non ricordano le cronache, perché in effetti non c'è mai stato, è un passo indietro o delle scuse da parte dell'ex presidente del Consiglio dem. A meno che non si possa considerare "di destra" anche lui.

L'indignazione e le accuse lui rivolte su Twitter devono aver fatto suonare una campanellina d'allarme nella testa di Emanuele Felice, che ha subito voluto aggiungere un commento per allontanare da sè il biasimo scatenato. Le scuse, tuttavia, non vengono semplicemente pubblicate per rimediare all'uscita infelice senza se e senza ma, bensì sono ritenute doverose solo per il fatto che il messaggio fosse, a suo dire, travisabile. "Il mio era un tweet contro ogni forma di discriminazione. Mi scuso se poteva essere male interpretato".

L'intento del messaggio era fin troppo evidente invece, tanto che qualcuno glielo ha fatto notare chiaramente: "È stato interpretato fin troppo bene. Lei ha scritto una colossale e gravissima stupidaggine! Si scusi per quello", replica un internauta. "Con un tweet demenziale, hai fatto emergere un sacco di disagio", attacca un altro.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Santorredisantarosa

Dom, 14/02/2021 - 17:01

COMPORTAMENTO DA COMPORTAMENTO DI UN BIMBETTO DI SCUOLA ELEMENTARE CHE NON E' ALTRO UN VIZIATO E BAMBOCCIO. NON GLI RESTA CHE COMPORTARSI COSI' CONSIDERATO CHE SONO STATI TRATTATI A PESCI IN FACCIA. PER FINIRE SI COMPORTA NON DA PERSONA ADULTA E RESPONSABILE, MA SEMPLICE INSULSO CHE NON DIFENDE LE SUE AZIONI E I SUOI PENSIERI. NON HA NEMMENO CORAGGIO DELLE SUE AZIONI.

Cheyenne

Dom, 14/02/2021 - 17:10

Baffino non è di dx o di sx. E' uno che si crede un grande Statista, mentre è solo un poveraccio

gigi0000

Dom, 14/02/2021 - 18:00

Non sono stupide le parole, ma chi le proferisce. Anche stamane parlavo di Brunetta col mio vicino, confermando il mio pensiero su una persona di così grande levatura, da apparire scostante, antipatica, insopportabile. Ma una volta in più sono convinto dell'incapacità altrui di raggiungere il livello di Brunetta e quindi di comprenderlo. La riprova: la sua riforma d'un decennio fa avrebbe voluto far lavorare molti lazzaroni, ma fu smantellata, ora la CGIL già si sta lamentando del suo ritorno: ci sarà un motivo. Chi non lo comprende ...

Libertà75

Lun, 15/02/2021 - 10:30

questo strascico sinistro nel campo del razzismo è insopportabile, eppure il nazismo avrebbe perso 75 anni fa

Ritratto di dlux

dlux

Lun, 15/02/2021 - 13:21

La levatura di una persona non si misura con la sua altezza fisica, ma con quella morale. Se si dà un'occhiata a sinistra, lo sguardo passa oltre in ogni caso...