Altro che rinnovamento: l'addio al Nazareno? Solo questione di soldi

Dietro la decisione di Zingaretti nessun "taglio" col passato: solo un "taglio" all'affitto da 600mila euro l'anno

"Vorrei cambiare la sede nazionale del partito da via del Nazareno e costruire sedi del Pd dove il primo piano sia destinato al co-working delle idee". Nicola Zingaretti ha parlato di grande "taglio col passato" nel presentare il nuovo Pd. Ma quello che vuol tagliare davvero è innanzitutto la spesa.

Già perché - senza mettere in dubbio la volontà di "rinfrescare" il partito a partire dalla sede - c'è anche un dato fattuale: il 30 giugno scade il contratto d'affitto. E per quei 3400 metri quadrati con tanto di terrazza panoramica al centro di Roma il Partito democratico paga ora ogni anno ben 600mila euro alla Immobilfin srl, proprietaria dello stabile che aveva siglato in realtà un contratto quindicinale nel 2004 con la Margherita.

Inizialmente, alla nascita del Pd, Walter Veltroni aveva provato a stabilire il partito a a largo di Santa Anastasia, al Circo Massimo. Ma alle sue dimissioni Dario Franceschini aveva preferito tornare al Nazareno. Posto che - raccontano - Zingaretti non ha mai amato a causa dell'ingresso un po' angusto in via sant'Andrea delle Fratte. E anche l'interno è poco aperto ai visitiatori: l'idea che restituisce è quello del classico partito arroccato sulle sue posizioni, mentre il neo segretario vuole dare un'impronta più moderna, una sorta di "casa di vetro" più vicina ai cittadini. E con la scadenza del contratto la ricerca è già partita.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

lappola

Lun, 11/03/2019 - 22:23

Vadino vadino, s'accomodassero, in africa devono andà, è quello il posto giusto per loro, gli affitti costano poco e si possono circondare di tutti gli africani che vogliono.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Lun, 11/03/2019 - 22:37

Scusate, non resisto... E' troppo ghiotta! la "casa di vetro" ricorda una vecchissima barzelletta, dove si raccontava che in URSS, nell'ultimo piano quinquennale, avevano deciso di fare tutte le toilettes con pareti in vetro, per poter ammirare "Lo Sforzo Del Popolo Nel Momento Del Bisogno"... ;-)

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 11/03/2019 - 23:16

jajajajajajajajaja!!!!

Popi46

Mar, 12/03/2019 - 06:33

Intanto cominci a parlare italiano, “co-working” che è, se magna? E le “idee” quali sarebbero? Ah,forse devono ancora essere concepite....

Redfrank

Mar, 12/03/2019 - 07:50

stanno alla camera del gas pure a soldi......poveracci......ma l'hanno voluto.....

Redfrank

Mar, 12/03/2019 - 07:51

chiedo scusa....volevo dire alla canna del gas.......

VittorioMar

Mar, 12/03/2019 - 09:10

..dopo la Mancanza dei RUBLI e gli accordi con Finanziatori di STRANE ONG...è arrivato il ROMPI...GIOCATTOLI DI SALVINI , ma possono rimediare consultando la BASE (a pagamento ) per la nomina dei Vice Segretari...i portavoce...i ministri ombra ecc....e che ci vuole..!!

Sceitan

Mar, 12/03/2019 - 10:02

E' finito l'oro di Dongo........

SpellStone

Mar, 12/03/2019 - 10:18

ma mi domando e dico... a casa suo non puo' spendersi i soldi come vuole?!?! e' evidente la gelosia verso tutte le altre forze che salgono mentre FI scende....

il corsaro nero

Mar, 12/03/2019 - 11:32

@SpellStone: ma dai, fatti una risata! Sei patetico!