Berlusconi: è ora di rinviare qualsiasi polemica politica

Le indicazioni del leader ai dirigenti: dobbiamo stringerci alle istituzioni. Fi sale nei sondaggi

Berlusconi: è ora di rinviare qualsiasi polemica politica

Un volontariato politico per aiutare le famiglie in maggiore difficoltà. È l'ultima proposta di Silvio Berlusconi lanciata in videoconferenza con i coordinatori regionali azzurri da Silvio Berlusconi. «Attivarsi per portare, a nome di Forza Italia, forme di aiuto concrete alle famiglie in maggiore difficoltà, promuovendo in ogni regione iniziative di volontariato che coinvolgono direttamente anche i parlamentari e gli eletti» è la sintesi venuta fuori dall'incontro in videochat. Indicazioni molto precise: «Ogni coordinatore regionale organizzerà delle teleconferenze con i rappresentanti delle categorie produttive e dei sindacati della sua regione, per illustrare le proposte di Forza Italia per fronteggiare l'emergenza e salvare il sistema produttivo». Berlusconi ha poi annunciato la propria presenza da remoto agli incontri che si svolgeranno in ciascuna regione: «Ogni coordinatore dovrà riunire, sempre con il metodo del webinar, gli eletti della sua regione per fare il punto sull'iniziativa politica di Forza Italia e raccogliere suggerimenti e indicazioni: a tali incontri, oltre ai componenti del coordinamento nazionale, interverrò anch'io, compatibilmente con altri impegni».

Piace agli elettori l'identità politica più chiara che Berlusconi ha impresso a Forza Italia durante la pandemia, che nonostante il calo della Lega e la stabilità di Fratelli d'Italia mantiene in vantaggio anche il centrodestra nel suo complesso, al 48,7%, contro un 43,2% dei partiti che attualmente sostengono il governo Conte II. Se la coalizione ha perso lo 0,5%, Lega, FdI e FI rimangono in netto vantaggio. «Gli italiani hanno fatto la loro parte, il governo no» e ancora «noi non sosteniamo il governo, sosteniamo l'Italia» sono alcuni slogan che compendiano la comunicazione di Fi degli ultimi giorni.

Forza Italia è in valore assoluto il partito che nelle ultime due settimane ha guadagnato più consensi sia nel centrodestra che nel centrosinistra: dal 6,3% è salita al 7,1%, con una crescita dello 0,8%. Sono prime tendenze, considerate effetti della «linea responsabile», come la definisce il commento alla rilevazione Youtrend per l'Agi. Berlusconi con i coordinatori regionali ha escluso che una disponibilità ad «andare da soli senza gli altri alleati, a sostenere questo governo o addirittura in generale un governo della sinistra», insistendo sul «rapporto di grande lealtà» con gli alleati.

Il presidente di FI ha ricordato il «momento grave» e la «linea responsabile», lo stringersi intorno alle istituzioni rinviando le polemiche politiche. La percentuale di consensi mette comunque il partito di Berlusconi nelle condizioni di incidere, sia pure da una posizione in questo momento di nicchia, anche se il fondatore si è detto ottimista sul futuro.

Forza Italia insiste sull'identità europeista e liberale. Nonostante i sondaggi sottolineino come minoritaria la posizione di chi difende le ragioni della libertà religiosa(solo il 19% secondo un sondaggio Agorà chiede esplicitamente di tutelare la libertà di culto e un 12% ancora non si esprime), il gruppo alla Camera ha presentato tre emendamenti, in aula la prossima settimana, per consentire nuovamente, garantendo le condizioni di massima sicurezza, la celebrazione delle messe, su cui si è trovata un'intesa di massima tra Cei e governo. Primi firmatari tra i deputati di Fi la capogruppo Mariastella Gelmini e il vice capogruppo vicario Roberto Occhiuto.

Commenti