Berlusconi: il Salva Stati è necessario

Il Cavaliere: orgoglioso di come la Lombardia ha reagito al virus

Berlusconi: il Salva Stati è necessario

«Sono orgoglioso di come la mia regione ha reagito all'emergenza». Forza Italia riparte dalla Lombardia. All'antivigilia di Natale il partito azzurro riunisce - sempre in modalità telematica - i suoi dirigenti per fare il punto sul futuro, a pochi mesi dalle elezioni milanesi. L'evento fin dal titolo guarda alla centralità della «Lombardia motore della ripresa 2021» con «Forza Italia in campo per il rilancio». Il regista è il coordinatore lombardo Massimiliano Salini. È lui ad aprire i lavori, seguito dai saluti di Antonio Tajani e del segretario della conferenza dei coordinatori Sestino Giacomoni e di esponenti lombardi come il vicepresidente della Regione Fabrizio Sala, il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi e il capogruppo Gianluca Comazzi.

Silvio Berlusconi, che il giorno prima è intervenuto davanti ai gruppi parlamentari, non si tira indietro, ricorda il prezzo enorme che la regione ha pagato alla violenza del Covid e torna a ribadire la necessità che il governo metta da parte le sue «incomprensibili resistenze» e decida di usare i fondi del Mes.

«Sosteniamo l'importanza che il nostro Paese utilizzi le risorse del Mes sanitario. Quelle risorse offrono la possibilità di rimettere in sesto tutti i nostri ospedali, di riaprire quelli che ne hanno chiuso anche perché la sinistra ha voluto risparmiare 40 miliardi all'anno sui costi della sanità in Italia. Utilizzando quelle risorse potremmo avere più medici e pagarli meglio, più operatori sanitari e pagarli meglio, potremmo investire di più nella ricerca. Insisteremo fino alla fine affinché cadano i preconcetti, che definirei ideologici, e si guardi a questa possibilità che consentirebbe di dare una sistemazione a tutto il comparto sanitario». Uno strumento che secondo il Cavaliere dovrebbe rappresentare una leva fondamentale per la ripresa e camminare insieme al Recovery fund per il quale il Ppe e Forza Italia sono riusciti a ottenere un aumento dell'anticipo dal 10 al 13%. Berlusconi ricorda i primati della Lombardia nel campo del lavoro, dell'economia, della cultura e della scienza. La tempesta del Coronavirus si è abbattuta con forza su questo territorio, in modo drammatico e imprevisto. La regione, però, è diventata un simbolo di reazione. «Sono orgoglioso, come lombardo prima ancora che come presidente di Forza Italia, di come la Lombardia ha saputo reagire alla più grave emergenza sanitaria della storia recente. La nostra prova come forza di governo è stata di alto livello. Il sistema sanitario lombardo ha retto, sia pure con fatica, a una prova che sembrava impossibile da superare. Questo è il nostro modo di intendere la politica, l'amministrazione, il governo nazionale e delle regioni: lavorare per il bene comune, piuttosto che fare polemiche di parte. È il modello di un centrodestra di governo, credibile in Europa e nel mondo, che noi abbiamo creato nel 1994 e che senza di noi non potrebbe esistere».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti