Buonanno: "Italiani poveri si pitturino il viso di nero, così piaceranno al Papa"

Affondo del leghista: "La Chiesa vuole africanizzare l'Europa così come sta africanizzando se stessa. Pitturiamo di nero nove milioni di italiani poveri, così la Chiesa li tratterà come i clandestini"

Buonanno: "Italiani poveri si pitturino il viso di nero, così piaceranno al Papa"

Il Papa esorta i cristiani ad accogliere i migranti e Gianluca Buonanno sbotta. Proprio non ce la fa a non replicare al Santo Padre. E lo fa, com'è nel suo stile, con l'arma della provocazione.

"Pitturiamo tutti i nove milioni di italiani sotto la soglia di povertà così saranno trattati dal Papa e dalla Chiesa al pari dei clandestini" attacca l'europarlamentare della Lega Nord in un'intervista ad Affaritaliani.it.

"La Chiesa vuole africanizzare l'Europa così come sta africanizzando se stessa. Ormai ci sono sempre più preti africani e sempre meno italiani. Hanno africanizzato la Chiesa con sempre più vescovi di colore e adesso vogliono africanizzare tutto", afferma Buonanno.

"Nel Vangelo, ricordo al Papa, c'è scritto anche di non arricchirsi ma la Chiesa lo sta facendo ogni giorno sia con le offerte sia con tutto il resto. Prendiamo quel Galantino che ha un anello al dito di mezzo chilo, dovrebbe solo vergognarsi per quelle foto. Se si facesse quello che fece il Duce con gli anelli, per trovare soldi per la guerra, solo con gli anelli degli alti prelati del Vaticano si farebbero un sacco di soldi".

Nel gennaio 2014 Buonanno, allora deputato a Montecitorio, durante una sessione parlamentare si era truccato il volto con del cerone nero, sostenendo che "per venire ascoltati bisognasse avere la pelle nera".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti