Bus a numero chiuso, posti a scacchiera sui treni Biglietti, prezzi differenti per evitare ore di punta

I conducenti possono saltare le fermate. Taxi: senza mascherina un solo passeggero

Bus a numero chiuso, posti a scacchiera sui treni Biglietti, prezzi differenti per evitare ore di punta

È solo una bozza ma le regole del Mit per i trasporti, sono chiare: la Fase due per i mezzi pubblici significa distanze da mantenere. Il più possibile. Ecco come.

BUS E TRAM

Bus e tram saranno a «numero chiuso» per consentire il rispetto della distanza di almeno un metro tra i passeggeri. I posti saranno in pratica quasi dimezzati e saranno contrassegnati con marker le sedute da lasciare libere. Se il mezzo raggiunge la sua massima capienza, il conducente «può decidere di saltare alcune fermate». Nelle stazioni della metropolitana sono previsti flussi differenziati di entrata e di uscita. Deve essere garantita ai passeggeri adeguata informazione sui percorsi, il distanziamento sulle banchine e sulle scale mobili. Saranno previsti sistemi di segnalazione sul «raggiungimento dei livelli di saturazione stabiliti con telecamere intelligenti per monitorare i flussi ed evitare assembramenti, con la possibilità di diffusione di messaggi sonori/vocali/scritti». Per evitare assembramenti può essere prevista una differenziazione dei prezzi dei biglietti dei mezzi di trasporti nelle ore di punta.

TRENI

Posti a scacchiera, sanificazione dei treni, dispenser di gel igienizzanti su ogni veicolo, obbligo di indossare mascherine e guanti per gli addetti, e flussi di salita e discesa separati in ogni carrozza. Sui treni a lunga percorrenza (con prenotazione online) si viaggerà così. La giusta distanza a bordo sarà garantita dalla prenotazione on line a «scacchiera», i sedili non utilizzabili saranno contrassegnati. I biglietti saranno nominativi per identificare tutti i passeggeri e gestire eventuali casi di presenza a bordo di sospetti o conclamati casi di positività al virus. Sospesi tutti i servizi di ristorazione a bordo. Nelle stazioni è prevista la netta separazione delle porte di entrata e di uscita, in modo da evitare l'incontro di flussi di utenti. Saranno messi a punto specifici interventi per favorire la distribuzione dei passeggeri in partenza e in arrivo in tutti gli spazi della stazione per evitare affollamenti sulle banchine fronte binari.

TAXI

I tassisti dovranno indossare le mascherine. Il passeggero non dovrà occupare il posto vicino al conducente. Sul sedile posteriore non potranno essere trasportati più di due passeggeri ma solo se muniti di dispositivi di sicurezza. Senza mascherina potrà essere trasportato un solo passeggero.

AEREI

Previsto l'obbligo di mantenere le distanze di sicurezza ed indossare guanti e mascherina sugli aerei. Ci saranno termo-scanner per i passeggeri sia in arrivo che in partenza. Dovrà essere garantita una netta separazione delle porte di entrata e di uscita. Così come sarà un percorso a senso unico quello che porta al gate. L'obbligo di mantenere le distanze dovrà essere rispettato sugli aerei, ma anche all'interno dei terminal e sui bus per il trasporto passeggeri.

NAVI

Deve essere evitato il contatti fra personale di terra e di bordo e, comunque, deve essere mantenuta la distanza di almeno un metro. Se non fosse possibile, il personale dovrà presentarsi con mascherina e «altri dispositivi di sicurezza ritenuto necessari».