Cannabis, è scontro ​tra Burioni e Tajani

Tajani: "Si inizia con uno spinello e si passa alle droghe pesanti". E Burioni replica, ironizzando: "Tutti quelli che hanno accoltellato il cognato, hanno iniziato tagliando filetto"

Continuano le polemiche intorno alla sentenza della Corte di Cassazione a sezioni unite, che ha stabilito che la coltivazione della cannabis per uso domestico non è considerata un reato. Viene quindi considerata legittima, a certe condizioni. E ora è scontro tra Antonio Tajani, forzista presidente del Parlamento europeo, e Roberto Burioni, noto per aver dato battaglia ai no vax.

Antonio Tajani, infatti, su Twitter ha avvertito: "Tutti coloro che fanno uso di droghe pesanti hanno iniziato facendosi una canna". La tesi è che per arrivare a cocaina ed eroina si cominci da uno spinello. E subito, contro Tajani si schiera Roberto Burioni, che riprende il commento del forzista,sostenendo: "Tutti quelli che hanno infilzato il cognato con un serramanico hanno iniziato tagliando il filetto con un coltello da cucina?".

Ma il botta e risposta non si ferma qui e quasi immediata arriva anche la controreplica di Tajani: "Caro Professore, mi spiace che lei ironizzi su una verità incontrovertibile. È mai stato in una comunità di recupero per tossicodipendenti? Tutti le direbbero quello che ho detto io".

La disputa, però, coinvolge anche gli utenti, che si scatenano: "Tutti quelli che sono dipendenti dal gioco hanno iniziato con la tombola. Voi che ne pensate sulla sentenza della Cassazione sulla libera vendita delle cartelle e del tombolone?", scrive qualcuno, secondo quanto riporta Repubblica. O ancora: "Tutti gli alcolizzati hanno cominciato a bere latte da piccoli, sarà un caso?". Ma c'è chi si schiera con Tajani definendo "molto pericolosa la sentenza della Cassazione". Il dibattito resta aperto.

Commenti
Ritratto di marcotto73

marcotto73

Dom, 29/12/2019 - 20:23

E bravo il Bergoglioso Tajani!!! clap clap clap!!!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 29/12/2019 - 20:23

non scherziamo! la salute è molto meglio curarla in altri modi, non è con le canne che possiamo mettere a posto il nostro modo di vivere in società ! sarebbe un errore di prospettiva molto grave!

maurizio-macold

Dom, 29/12/2019 - 20:58

Questa volta devo dare ragione a Tajani, e sinceramente non capisco perche' molti politici della sinistra facciano della liberalizzazione delle droghe "leggere" una battaglia di civilta'. E saro' sempre contrario a questa idiozia.

HARIES

Dom, 29/12/2019 - 21:17

Tajani ha perfettamente ragione. Peccato che quando era al potere nel Parlamento Europeo non ha fatto nulla contro la droga!!!

cuoco

Dom, 29/12/2019 - 21:34

Figurati se non mancava il Buttiglione di turno a coprirsi di ridicolo, spernacchiato tra gli altri da chi considero un satanasso al soldo delle case farmaceutiche che questa volta l'azzecca di brutto. E bravo Sburioni

Totonno58

Dom, 29/12/2019 - 21:51

Ma quali scintille...Tajani è caduto anche lui nella tentazione del delirio da twitter ed ora si sta beccando gli sfottò di mezza Italia...può darsi che gli faccia piacere stare qualche ora sulle prime pagine..forse avrà detto volutamente un'idiozia più grande di lui per raggiungere questo risultato...

Ritratto di Barry2017white

Barry2017white

Dom, 29/12/2019 - 23:46

Il figlio di ns amici. Si è fatto una canna e gli e' partita la schizofrenia. Sarà un caso?

Ritratto di libere

libere

Lun, 30/12/2019 - 00:28

Negli anni 70 la DEA americana sequestrava in Florida forse una tonnellata di erba all'anno per un valore di qualche migliaio di dollari. Finché non sbarcò lla cocaina e in pochi anni il giro d'affari balzò a 4 miliardi di dollari. E i morti si impennarono. È il sunto dell a prima puntata di Narcos, la biografia di Escobar. Naturalmente, come tutti sanno, è pura fiction. Se vi sono riferimenti a fatti realmente accaduti è solo casuale.

ruggerobarretti

Lun, 30/12/2019 - 00:47

Bravo Maurizio macold!!! Questa volta sono con te. In quanto a quel pesarese, le cazzate che ha detto avvalorano la pessima considerazione che ho nei suoi confronti.

maxfan74

Lun, 30/12/2019 - 05:30

Fate però una Legge che tolga la patente a chi si droga, che già serve a poco alla società, figuriamoci se merita di guidare un veicolo.

Ritratto di venanziolupo

venanziolupo

Lun, 30/12/2019 - 07:57

Totonno58 lo sappiamo che lei scrive per grazia ricevuta e per ottenere che qualcuno le risponda o la insulti cosi poi gode ma non esageri nei deliri ...

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Lun, 30/12/2019 - 08:32

In effetti tutto parte da poco. Si comincia con un bianchino al bar e ci si ritrova a scolarsi una bottiglia di Vodka Dry (96°) al giorno sino alla cirrosi epatica finale.

buonaparte

Lun, 30/12/2019 - 08:44

burioni vergognati e parla solo di quello che conosci. ..apri un libro serio sullo studio della droga e fatti un giro nelle comunità vere di recupero non quelle pagliacciate delle case famigLia tenute spesso da esponenti della sinistra il cui unico compito è quello di incassare i 120 euro al mese a persona per non fare nulla. RICORDO LA RAGAZZA SMEMBRATA A MACERATA DAGLI SPACCIATORI RICHIEDENTI ASILO- BURIONI NON TUTTI QUELLI CHE BEVONO UN BICCHIERE DI VINO DIVENTANO ALCOLIZZATI ,MA TUTTI GLI ALCOOLIZZATI INCOMINCIANO BEVENDO UN BICCHIERE DI VINO. POI SOLO I PIU DEBOLI E SFORTUNATI DIVENTANO ALCOLISTI . PER RILASSARSI NON CE BISOGNO DI DROGARSI , MA SI POSSONO FARE MOLTE COSE MOLTO PIU BELLE E DIVERTENTI. INSEGNIAMO QUESTO AI RAGAZZI INVECE CHE LA DROGA NON FA MALE. BURIONI SE SULLE SIGARETTE TROVI SCRITTO -IL FUMO UCCIDE- COSA DOVRESTI TROVARE SCRITTO SUI PACCHETTI DELLA DROGA? . SVEGLIA UOMO DI NULLA.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 30/12/2019 - 09:40

La droga libera. Gli Italiani sono liberi non solo di drogarsi, ma addirittura di coltivare la droga sul terrazzo. Mentre continuiamo a piangere la morte di ragazzi e ragazzine, che in piena notte girano per le strade, ignorando le elementari regole da seguire nell'attraversarle.

Totonno58

Lun, 30/12/2019 - 10:05

venanziolupo...no, è lei che si crede troppo intelligente...a meno che non si sia posto l'obiettivo di dedicare il suo tempo a difendere Tajani(impresa ardua perchè non c'è nessuno disposto a tanto...)

Drogba_11

Lun, 30/12/2019 - 10:14

La sezione commenti è ricca di esternazioni sciocche, prive di fondamento e spesso qualunquiste. In primis la "leggenda" che la marijuana porti alle droghe pesanti è stata sconfessata più volte, basti vedere il numero elevato di utilizzatori di marijuana e il numeo, molto più piccolo, di consumatori di droghe pesanti. Se fosse vera la relazione avremmo dato simili, così non è. In secundis la marijuana non può mai causare la morte(potete quantità notevoli e non morirete) e non causa dipendenza, ai intende dipendenza "fisica", cioè quella causata da altre droghe (tabacco, alcol, eroina, cocaina etc). Per rendersi conto di quanto il nostro Paesi sbagli basta guardare i dati degli altri Paesi europei: noi siamo il primo Paese (o il secondo dopo la Francia) per consumo di marijuana, al contempo siamo uno dei Paesi che ha le pene più severe (in altri Paesi per chi viene trovato a fumare in giro viene applicata una semplice multa, da noi è previsto il ritiro della patente, anche se si è a piedi, e la segnalazione al sert). Un ultima cosa, se dovete esprimere un'opinione evitate di usare il dannato caps lock (lettere maiuscole).

ruggerobarretti

Lun, 30/12/2019 - 11:40

Drogba: il THC fa male e non poco. Non lo dico io, è un fatto assodato e comprovato scientificamente. Quindi è ovvio che qualche pesarese non lo può sapere.

Drogba_11

Lun, 30/12/2019 - 13:06

ruggerobarretti: dire " fa male" vuol dire molte cose, quando si parla di droga bisogna soffermarsi sul fatto che possa o meno cagionare la morte e sul fatto che possa o meno portare ad una dipendenza. Dire il thc fa male è un ovvietà, per di più dicendo "fa male" potrei farti un elenco di cose che fanno male: mangiare carne a pranzo e cena tutti i giorni, bere 2 litri di bibite gassate tutti i giorni etc. Dire " fa male" è una cavolata, bisogna dire se causa morte o porta a dipendenza, questi sono i parametri per descrivere le sostanze stupefacenti.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Lun, 30/12/2019 - 14:47

C’è una infinità di sostanze che, assunte oltre un certo limite, sono mortali. Il parametro usato in tossicologia è la DL(50), ossia la quantità che provoca la morte nel 50% degli individui esposti. Nel caso del THC questo valore è 1270 mg/kg, il che significa che un individuo dal peso di 70kg deve assumere circa 89 grammi tutti in una volta per avere una probabilità del 50% di morire. A titolo di confronto, la stessa persona corre lo stesso rischio consumando circa 500 grammi di etanolo (alcool etilico). A prima vista sembra che il THC sia almeno cinque volte più tossico dell’alcool ma, tenendo conto che, mediamente, una sigaretta di Cannabis Indica contiene circa 100 mg di THC, per raggiungere la DL(50) occorrerebbe fumare qualcosa come 900 sigarette. Al contrario, considerando che nella Vodka Dry si arriva ad una percentuale del 60% di etanolo, è facile convincersi che la DL(50) può essere superata bevendo il contenuto di una sola bottiglia.

ruggerobarretti

Lun, 30/12/2019 - 15:05

Fa danni seri al cervello, cosi è meglio. Poi se tu te vuoi bruciare, libero di farlo. Io credo che ci siano modi più salutari per passare il tempo: trombare, fare sport, ascoltare musica, leggere e perché no mangiarsi una bella fiorentina accompagnata da un paio di bicchieri di buon rosso. Ed il thc da giovane l' ho conosciuto e con l' età della ragione ne ho preso debitamente le distanze. Buon anno