Canti e petardi: avete rotto i balconi

Cori sulle note di Ambra e lucine, da idea toccante a moda molesta

Gli applausi a mezzogiorno per gli eroi in camice in trincea contro il virus riempivano il silenzio delle città e commuovevano. I concerti spontanei, gli anziani danzanti in balcone, i lenzuoli colorati dei bambini e il tenore che intona l'inno d'Italia a testimoniare un rinnovato senso di comunità in questo momento difficile ci hanno scaldato il cuore. Ma questa storia degli happening al davanzale sta un attimo prendendo la mano. E - come sempre - rischia di degenerare in una moda per esibizionisti emotivi e un po' superficiali.

Ovunque, in tutta Italia, è un fiorire di iniziative sul solco dell'hashtag #andràtuttobene. Che può essere lodevole se rimane nell'alveo dell'incoraggiamento, ma che diventa idiota e pure fastidioso se assume i contorni della farsa e del disturbo della quiete pubblica. Che saremo anche in quarantena, ma non vuol dire che per questo ci si debba sfogare con i petardi.

Sì, perché in queste sere è capitato anche questo, ovvero le salve di fuochi d'artificio come a Napoli a Capodanno. E i concerti dei condomini che urlano «Questo è l'ombelico del mondo» e perfino «T'appartengo» di Ambra, celeberrima hit del 1994 che fa accapponare la pelle più per il trash che per l'alta qualità sinfonica. Per finire con il flash-mob demenziale con cui alle 21 di ieri ci si è dati appuntamento per accendere le torce dei telefonini alla finestra: appartamenti al buio e tante lucine per farsi vedere dal satellite e far sapere (a chi? mah...) che «noi italiani siamo compatti e vivi».

Che la situazione stesse sfuggendo di mano si capiva anche dagli squilibri dei politici. Per cui, a una sindaca di Roma che proponeva il canto dell'inno, l'opposizione rispondeva «noi canteremo Virginia tappa le buche».

Eppure una parte di popolazione che resiste al contagio canterino e frangipalle c'è. E ha la sua capitale morale a Schio, nel Veneto già in difficoltà. Qui, quando una signora sentimentale è stata punta dalla voglia di gorgheggiare dalla finestra, i vicini hanno reagito nell'unica maniera razionale: hanno chiamato i carabinieri, che hanno identificato l'ugola d'oro e le hanno intimato di smettere. Che va bene la quarantena, ma da qui al 3 aprile così non reggiamo, rischiamo la strage prima.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

claudioarmc

Lun, 16/03/2020 - 10:10

Basta pagliacciate e mandolini

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Lun, 16/03/2020 - 10:32

Ho visto ieri in televisione questa serie di pagliacciate e mi basta questo per farmi concludere che in Italia 'sto virus non sarà sconfitto tanto facilmente!

sorciccio

Lun, 16/03/2020 - 10:36

ma un canto alla Madonna o a CRISTO quando? va bene a scacciare la malinconia ,noi non siamo niente senza DIO ,per i credenti cristiani siamo anche in quaresima.preghiamo ,anche senza guida spirituale purtroppo assenti.facciano la nostra parte.

Venditore

Lun, 16/03/2020 - 11:04

Facciamoci sempre riconoscere!

maryforever

Lun, 16/03/2020 - 11:06

Pizza, mandolini e balconi in allegria.Fatela finita.

Ritratto di ateius

ateius

Lun, 16/03/2020 - 11:08

vedo che i sinistri adorano queste pagliacciate, di esse si nutrono.- sono a corto di buonismo.. e incapaci di adattarsi alla realtà si dedicano a questo senza limiti. i loro giornali a cominciare da repubblica ne enfatizzano le gesta come un riscatto per dementi.. quali sono e restano. quando è il momento di concentrarsi impegnarsi in situazioni difficili per il Paese.. questi delirano. come sempre.

cecco61

Lun, 16/03/2020 - 11:13

Il flash-mob delle 21 l'ho guardato, fugacemente, dalla finestra, visto che altrimenti si raffreddava la cena. Un vicino ha pensato bene di sparare lo stereo a palla, con Azzurro e Vincerò tutto il santo giorno, mentre cercavo di concentrarmi e lavorare. Discutibile chiamare i Carabinieri: credo che abbiano altro di più importante da fare ma, come lei, mi auguro che queste mode idiote cessino in fretta.

lavieenrose

Lun, 16/03/2020 - 11:21

BASTA PAGLIACCIATE: RISPETTATE CHI STA MALE E NON HA NESSUNA ASSISTENZADA DUE SETIMANE COME ME!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! BASTA PAGLIACCIATE MA ASSISTENZA E RISPETTO

sbrigati

Lun, 16/03/2020 - 11:22

Quando vedo queste pagliacciate mi vengono in mente i morti ed i malati che soffrono causa questa malattia. Un poco più di contegno sarebbe opportuno.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 16/03/2020 - 11:24

#sorciccio- 10:36 Perchè no? E perchè non pregare Esculapio, allora? Per chi ancora crede all'esistenza di queste, sempre invocate ma mai dimostrate, "entità superiori", beninteso.

jaguar

Lun, 16/03/2020 - 11:44

Qui in Lombardia quasi nessuno ha rotto i balconi, non c'è ne la voglia di cantare ne quella di suonare.

gpetricich

Lun, 16/03/2020 - 13:05

Purtroppo siamo affetti - tutto il mondo lo è - dal peggior virus che abbia mai infestato il pianeta: le sinistre.

carpa1

Lun, 16/03/2020 - 13:23

Questo è il modo di affrontare i problemi da parte della sinistra e di tutti i bischeri che le danzano appresso (noglobal, centri sociali, arcobaleno, mondo gay, feste della taranta al posto di ospedali, e tutto quel mondo giulivo che nasconde solo un'infinita tristezza di idee oltre che di capacità pratica e voglia di lavorare).