Carte geografiche errate al Tg1 e Gasparri se la prende con Di Maio

Il telegiornale manda in onda un servizio sulla guerra in Medio Oriente. Ma la maggioranza religiosa è sbagliata. Gasparri: "Cartina colorata da Di Maio?"

Gaffe al Tg1, che durante un servizio sulla guerra in Medio Oriente manda in onda delle cartine geografiche, con una rappresentazione religiosa sbagliata. E per quell'errore, che non è sfuggito all'occhio di Maurizio Gasparri, la colpa viene data sarcasticamente al leader del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio.

Il Tg di Rai1 ha mandato in onda una cartina geografica, che rappresenta la situazione religiosa in Medio Oriente. Lì, la religione musulmana ha sviluppato due correnti, una sciita e una sunnita. La diatriba tra sunniti e sciiti ha origini molto antiche: risale, infatti alla morte del profeta Maometto, nel 632 d.C. Secondo la maggior parte delle tribù, la carica politica e religiosa sarebbe dovuta passare all'amico di Maometto Abu Bakr, padre della moglie, mentre a detta di altri seguaci, il successore avrebbe dovuto essere individuato tra i consanguinei di Maometto. Ad avere la meglio furono i sostenitori di Abu Bakr, che presero il nome di sunniti e che oggi rappresentano l'80% dei musulmani. I sunniti basano la loro religione sulla vita del profeta Maometto e sui suoi insegnamenti (la Sunna), mentre gli sciiti vedono negli ayatollah (i leader religiosi) un riflesso di Allah sulla Terra.

Iran e Iraq sono oggi a maggioranza sciita. Ma, nella cartina trasmessa al Tg1, i due Stati sono colorati in verde, colore che secondo la legenda corrisponde al sunnismo. Si è trattato, molto probabilmente, di una svista, che non è sfuggita all'occhio del forzista Maurizio Gasparri che, dopo aver fatto notare l'errore se l'è presa con il leader grillino Luigi Di Maio. "Ma le cartine sbagliate al Tg1Rai le ha fornite il Ministero degli Esteri di Luigi Di Maio o Di Maio le ha colorate direttamente in redazione seduto sulle gambe di qualcuno?", si chiede sarcasticamente.

Commenti
Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 05/01/2020 - 20:09

Stavolta Di Maio non c'entra. Non credo sappia colorare i disegnini, troppo difficile, sarà stato Rocco Casalino, il raffinato intellettuale del gruppo.

Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Dom, 05/01/2020 - 20:20

Il sospetto è lecito, in effetti...

lorenzovan

Dom, 05/01/2020 - 20:30

ma quanti errori nell'articolo ..a cominciare da quando scrive " Ad avere la meglio furono i sostenitori di Abu Bakr, che presero il nome di sciiti e che oggi rappresentano l'80% dei musulmani." Sono i sunniti che vinsero e uccisero in battaglia Ali' il candidato sciita...

gianni59

Dom, 05/01/2020 - 20:45

Gasparri vergognoso...chiedesse alla Gelmini (ministro dell'istruzione) del tunnel che collegava il Gran Sasso a Ginevra (e non l'ha detto il Tg ma PROPRIO LEI!!)

6077

Dom, 05/01/2020 - 20:46

"i sostenitori di Abu Bakr, che presero il nome di sciiti" -- andate a far compagnia a puente, siete allo stesso livello. almeno il fatto che il capo terrorista *sunnita* si faceva chiamare abu bakr al baghdadi avrebbe dovuto farvi venire qualche dubbio.

TitoPullo

Dom, 05/01/2020 - 21:01

Questa é la misura pressapochista della conoscenza che hanno del mondo islamico gli ambienti romani della RAI!!!

sparviero51

Dom, 05/01/2020 - 21:09

IL MONOPOLIO IN RAI CE LO HANNO I COMPAGNI !!!

Ezeckiel

Dom, 05/01/2020 - 21:16

Vero Lorenzovan,ma Alì assassinato da un "fratello" mentre pregava,da buona tradizione nessuna battaglia onorevole.ali voleva governare la mecca ,ma la città era saldamente nelle mani di Abu bakrh che per suggellare un buon compromesso diede sua figlia Aisha al profeta,il quale per non scontrarsi con potenti truppe di suo suocero,si ritirò a medina città strappata agli ebrei.

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Dom, 05/01/2020 - 21:48

Cancellate l'articolo, chiaritevi le idee, magari studiate un pochino, o copiate da una qualsiasi wikipedia, poi ricominciate dall'inizio...

Tergestinus.

Dom, 05/01/2020 - 22:52

gianni59: patetico, tirare fuori una storia vecchia di oltre dieci anni e per di più palesemente falsa. Vada a leggersi il testo di quel comunicato (era un documento scritto e non un pronunciamento a voce, per prima cosa). Il testo è chiarissimo, e solo stiracchiando la sintassi può essere piegato a significare quel che la sinistra vorrebbe. Però, si sa, una bugia ripetuta diventa verità, soprattutto per chi non si prende la briga di controllare gli originali.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 06/01/2020 - 01:08

Forse Di Maio non sa neppure dove sta l’Iran. Non ha studiato molto nella sua giovane vita.

HARIES

Lun, 06/01/2020 - 01:54

Questo è il classico complotto della RAI. Una cosa è certa, la RAI dovrebbe controllare e verificare la correttezza delle informazioni. Ma Gasparri, con queste su battute, è alla frutta.

Popi46

Lun, 06/01/2020 - 05:49

Gasparri vs Di Maio = Batracomiomachia

salmodiante

Lun, 06/01/2020 - 08:46

Un errore come tanti, come pensare che si scannano solo per una vicenda di 1400 anni fa. Tenere presente che la commistione religione/vita quotidiana è molto più forte in alcune interpretazioni del sunnismo. La corrente scita storicamente ha avuto una separazione fra potere temporale e quello religioso, almeno fino all' Ayatollah Khomeyni, che condusse la lotta della fazione religiosa, insieme ai comunisti, contro il regime corrotto di Palevi. Comunque pensare di poter analizzare grossolanamente il fenomeno è solo un patetico tentativo di alcuni ns politici, di fondo dovremmo fare le tende da certi paesi e limitare le alleanze ai soli accordi economici, senza entrare negli affari altrui con strafottenza.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 06/01/2020 - 09:44

@perSilvio46 20:09...è stato Casalino,ossessionato dal "verde"!

mich123

Lun, 06/01/2020 - 11:50

La Rai sa tutto sui presepi, non facciamo troppo i difficili.

agosvac

Lun, 06/01/2020 - 13:52

Di sicuro non è che in Rai c'è gente colta. Ormai sono per lo più di sinistra. Comunque sciiti o sunniti, sempre islamici sono. Per me l'unica differenza è che i sunniti fanno capo all'Arabia Saudita, regione incolta, nel senso che non vi era nessuna civiltà di rilievo, anche ai tempi di Maometto. Gli sciiti fanno capo ad Iraq e Iran che avevano una civiltà millenaria quando furono costretti a convertirsi all'Islam. Ambedue hanno il vezzo di considerare le donne inferiori all'uomo ed ambedue considerano gli omosessuali pervertiti da uccidere a vista. Ovviamente ambedue non gradiscono i Cristiani.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 06/01/2020 - 15:16

@agosvac 13:52....Concordo!Tutti gli abitanti di "paesi" lontani secoli dalla mentalità,cultura,autoctona,dovrebbero essere confinati nei LORO "paesi",a vivere secondo le LORO regole/abitudini.....Altro che "multireligiosità",...altro che "multiculturalismo"(de ché?..),altro che "melt pot"(de ché?...),altro che "multietnie","integrazione",...Avevamo bisogno in Europa,dopo 2.000 anni di guerre,di assestamenti,politico-religiosi-culturali "interni",metabolizzati nei secoli, di tutto questo?NO!!....

Ritratto di peppi55

peppi55

Lun, 06/01/2020 - 18:05

Allah e al Bar.