Il centrodestra compatto. E Fi rassicura sul Mes: nessun sostegno a Conte

"Fondo necessario, ma non è in discussione la nostra lealtà". Uniti sul no al proporzionale

Il giorno dopo la ritrovata unità e l'abbraccio di piazza, il centrodestra riflette sulle proprie divisioni, vere o apparenti che siano. I punti caldi, quelli su cui inevitabilmente si concentra la dialettica e la polemica giornalistica, sono il Mes su cui le distanze appaiono manifeste e la legge elettorale, tema su cui non c'è alcuna evidente dissonanza. L'accordo sulle Regionali, i buoni rapporti personali e politici di Matteo Salvini e Giorgia Meloni con Antonio Tajani, l'organizzazione della manifestazione di Piazza del Popolo hanno certamente smussato le asperità. Difficilmente, però, sul Meccanismo europeo di stabilità sarà possibile trovare un punto di incontro. Forza Italia su questo ha tenuto il punto, Silvio Berlusconi ci ha messo la faccia ed è riuscito a trovare lo spazio mediatico per far superare a una parte dell'elettorato di centrodestra la diffidenza rispetto a uno strumento percepito da molti come «il cavallo di Troia» per una cessione di sovranità a Bruxelles. I partiti sovranisti, comunque, non sono intenzionati ad alzare troppo il tiro sulla questione, «a meno che i voti di Forza Italia non dovessero risultare decisivi per la sopravvivenza del governo».

Sulla legge elettorale divisioni reali non ce ne sono. Pd e Cinquestelle tenteranno un blitz sul proporzionale e cercheranno di portare Forza Italia dalla loro parte. Queste sirene - che possono avere presa su una minoranza ristretta di deputati e senatori azzurri - vengono respinte con decisione dai vertici del partito. Matteo Salvini che dal palco di Piazza del Popolo ha respinto al mittente i tentativi di divisione della coalizione - «fanno di tutto per dividerci, ma questa è la nostra risposta» - è tornato ieri a fare da pompiere. «No ai dibattiti surreali sul Mes e sui giochini non mi appassionano. Sono sicuro che il centrodestra sarà compatto», ha risposto a chi gli chiedeva se temesse un'intesa tra Forza Italia, Pd e 5 Stelle su legge elettorale e Mes. Mariastella Gelmini, invece, rispedisce al mittente qualsiasi ipotesi di ingresso di Forza Italia nel governo Conte. «Il Mes è necessario - un prestito europeo da 37 miliardi, a ottime condizioni, per modernizzare la nostra sanità, rappresenta una grande occasione -, ma non è in discussione la nostra lealtà al centrodestra. Nessuno si illuda di utilizzare la posizione di Forza Italia in merito al Fondo Salva Stati - che ha l'unico obiettivo di salvaguardare gli interessi del Paese - per fare alchimie su un nostro sostegno diretto o indiretto al governo Conte». Lo spartito dentro Forza Italia non prevede stonature: «Ogni tentativo di dividerci è destinato a fallire, anzi non fa che rafforzarci», dice Licia Ronzulli. Esplicite anche le parole di Antonio Tajani. «Sulla legge elettorale i problemi sono all'interno della loro maggioranza. Noi siamo alternativi alla sinistra, non c'è possibilità di interloquire. La nostra disponibilità al confronto è per gli italiani, ma non siamo certo subalterni. Loro vogliono lo Stato imprenditore, noi siamo per un'economia di mercato. In Italia non c'è la possibilità di una maggioranza Ursula». Ma anche a taccuini chiusi gli azzurri assicurano che non c'è spazio per una trattativa. «Terremo sul sistema in vigore e comunque sul maggioritario», assicurano. Dalla Lega fanno capire che i numeri per il blitz non ci sono. E Maurizio Gasparri prende una posizione quantomai netta per scacciare via fantasmi e pensieri proibiti. «Mai il proporzionale. Una legge elettorale di questo tipo condannerebbe l'Italia alla palude e al trasformismo eterno. Sì al bipolarismo, si al maggioritario, si al presidenzialismo. Sono queste le vocazioni politiche di Berlusconi, di Forza Italia e del centrodestra. Sono risibili i fantasisti che su qualche cronaca confondono i loro desideri con la realtà. Leggi elettorali proporzionaliste servirebbero solo all'inciucio permanente. Le ritirino».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

carpa1

Lun, 06/07/2020 - 10:33

Il MES non va chiesto quantomeno per il seguente motivo: il governo no ha in mano uno straccio di progetto su come utilizzare tutti quei miliardi per la sanità. Ve lo immaginate quanto di quei quattrini sarebbe in grado di utilizzare senza mettersi im condizioni di offrire ai revisori, su un piatto d'argento, una serie infinita di motivi per farcelo ripagare con gli interessi che dicono di aver tolto? Prima facciano bene i CONTI con progetti realizzabili alla mano e dopo aver sistemato il problema "burocrazia" che già, al solo nominarlo, viene l'orticaria. Solo allora se ne può parlare e passare ai fatti. Siamo stufi di parole al vento, progetti inesistenti e decreti inconcludenti, farraginosi e pieni di niente.

jaguar

Lun, 06/07/2020 - 10:37

Mi fido della Lega, di Fdi ma non di Fi.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 06/07/2020 - 10:41

Non facciamo confusione. Il Mes è un problema secondario. Ciò che conta è l'unione della destra.

Luigi Farinelli

Lun, 06/07/2020 - 11:17

Una spallata al peggior Governo della storia della Repubblica lo si dà con la forza d'urto di una massa d'opposizione compatta. Basta colpi di Stato bianchi e rossi, inciuci, tradimento dei principi (morali, etici, religiosi) non negoziabili; prostituzione all'Europa degli ipocriti Stati "del rigore", sbrago dei costumi dietro dementi e mortifere ideologie ambientaliste e ultralaiciste al di fuori di scienza e buonsenso; basta attacco al ricettivo cervello dei bambini tentando di sostituire la depravazione con l' "educazione" e all'invasione migratoria progettata dai luciferini disegni globalisti di sostituzione etnica a fini mercantilisti. Gli Italiani hanno finalmente la possibilità di recidere la malapianta velenosa che ha già avvelenato 'Italia. La reazione per impedire ciò sarà feroce: ricorreranno a tutto e al contrario di tutto per continuare a infettare la politica, l'economia e la società italiana e l'opposizione unita è fondamentale.

florio

Lun, 06/07/2020 - 11:32

F.I. un giorno sul pero, un giorno sul melo, poi ci chiediamo perchè la gnete non va a votare. Berlusconi e forzisti, decidete da che parte stare senza se e senza ma. Chiarezza esenza compromessi, Berlusconi si è dimenticato come la sinistra gli ha imbastito la tavola dei processi. L'avanzare dell'età gioca brutti scherzi!

Luigi Farinelli

Lun, 06/07/2020 - 11:33

Una spallata alla Sinistra è auspicata da chi non ne può più di ideologia e prostituzione politica per conservare poltrone e prebende. Ma la storia insegna che i "progressisti" hanno nel DNA la tendenza all'uso delinquenziale di ogni marcia congrega, istituzione, consorteria, a libro paga dei Poteri euro-mondialisti, per denigrare l'avversario e screditarlo senza prove, distruggendolo politcamente con l'aiuto dei media asserviti alla cultura dominate imposta col lavaggio del cervello: Berlusconi, Trump, Salvini... "Denigra, denigra, qualche cosa ne viene sempre fuori" diceva Goebbels, maestro nazista preso alla lettera dai comunisti. Intanto ti processo, ti tolgo di torno, poi, se sarai riabilitato fra 20 anni, chissenefrega, e noi abbiamo imposto la nostra porca ideologia.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 06/07/2020 - 12:12

i babbei comunisti grulli avranno capito qual'è il senso di queste tattiche del centrodestra? :-) perciò, facessero il santo piacere di andare a rompere altrove :-) smettetela di rompere sempre qui! andate sui pornogiornali comunisti a vomitare il vostro squallido e misero odio ....

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Lun, 06/07/2020 - 12:14

@jaguar - Pienamente d'accordo TROPPI PRONTI A FARE GLI "IRRESPONSABILI" eppoi i Nazareni insegnano.saluti

schiacciarayban

Lun, 06/07/2020 - 12:16

Perchè, esiste un'opposizione? Se ci fosse una destra degna di questo nome forse questo paese andrebbe avanti, ma fino a che ci affidiamo all'opposizione di Salvini e Meloni direi che non abbiamo molte speranze di avere una classe politica decente.

Giorgio1952

Lun, 06/07/2020 - 12:26

FI assicura nessun sostegno a Conte sul Mes, quando sia Berlusconi che Tajani sono favorevoli. Chi scrive che i progressisti di sinistra screditano e denigrano gli avversari politici dimostra la sua disonestà intellettuale, personaggi come Trump e Salvini si screditano da soli. In quanto alle ideologie non esistono più, lo ha detto anche il cazzaro verde che non è di destra ne di sinistra, esistono invece i “professionisti della politica” quelli che conservano poltrone e stipendi da decenni : il veterano è Casini (dal 1983) seguono Bossi, poi Calderoli, Gasparri, La Russa, Elio Vito, la Prestigiacomo e Romani, Giorgetti, Russo, Schifani, Bressa, la Bonino e infine i leader odierni Salvini (dal 1993), Meloni (dal1998). Mi pare che l’elenco sia più o meno tutto di Cdx o sbaglio!

ziobeppe1951

Lun, 06/07/2020 - 12:38

Schiacciacose...ci illumini... cosa dovrebbe fare una destra degna di questo nome?..potrei eventualmente votarla..grazie

Nicola48ino

Lun, 06/07/2020 - 12:48

Domani nevica:devo dare ragione allo schiacciaocchiali. Se neanche i tg provinciali hanno parlato dei 4 gatti mascherati che hanno detto sottovoce che il governo non esiste sono solo attaccati alle poltrone. Me lo dovevano dire loro? I tg sono governo schierati x fortuna c'è la rete e qualche notizia fuoriesce.. I giornali liberi il giornale libero e la verità non riescono a notiziare del tutto, coperti dalle artiglierie dei giornali d'elite e tg rai 7 5.Ci vuole un uomo forte che raggruppi la dx e si va all'attacco.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 06/07/2020 - 12:54

una destra degna di questo nome già esiste! se evitate di farvi delle pippe mentali (come quella su salvini sovranista, e non europeista, o come quella su berlusconi che fa da stampella alla sinistra...) , vedrete che il centrodestra è il meglio di quanto c'è in giro! :-)

Luigi Farinelli

Lun, 06/07/2020 - 12:55

@schiacciarayban: 12:16. Infatti la "classe politica decente" sarebbe quella attualmente al potere! Fa bene ogni tanto ridere di gusto!

Mordechai

Lun, 06/07/2020 - 13:00

Compatti solo nell'attaccare il governo. Sul problema più importante, ovvero l'uso del MES e, più in generale, dei fondi europei i due "sovranisti" pregiudizialmente anti-Europa la pensano diversamente da FI. Idem sulla legge elettorale.

jaguar

Lun, 06/07/2020 - 13:02

Gigliese, provi a spiegarlo al commentatore che l'ha preceduta, come minimo si prende del comunista. Ricambio i saluti.

schiacciarayban

Lun, 06/07/2020 - 13:07

luigi farinelli 12:55 - E chi ha detto che questa classe politica al potere è decente! Avevo scritto il contrario, forse non hai letto bene. È un governo imbarazzante, ma temo che l'opposizione sia ancora peggio, forse Salvini si dimentica di avere già governato dando prova di totale inacapacità. Quando parlo di classe politica indecente intendo tutti, governo e opposizione.

lorenzovan

Lun, 06/07/2020 - 13:44

compatto ?' parlateci del MES..dell'Europa..e del sovranismo...lololol sempre compatti ???

Carcarlo

Lun, 06/07/2020 - 14:28

Luigi Farinelli: Massa d'opposizione compatta? Chi vuole il MES, chi no, chi il proporzionale chi il maggioritario, chi appena uscito dalle urne sconfessa la coalizione elettorale e va coi 5 stelle formando il peggior governo in mittle europa dal secondo dopoguerra. Ma poi come parli? Tolto dal congelatore in cui eri dai primi anni '70 e buttato stamattina nel microonde? :)

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 06/07/2020 - 14:28

.. «a meno che i voti di Forza Italia non dovessero risultare decisivi per la sopravvivenza del governo». Resta da verificare questa eventualità al momento opportuno. Del resto qualche sera fa a La7 lo stesso capo del mef ha chiarito che l'Esm è un prestito che ha condizionalità che possono essere attivate dopo un anno dalla concessione e dare corsia preferenziale alla restituzione di quanto dato con modalità made in Ue. Il respsonsabile è il Klaus Regling, CEO dell'Efsf e numero uno del Meccanismo Europeo di Stabilità. Questo "signore" ha fra l'altro affermato che "Italia e Spagna devono inginocchiarsi", questo oltre che essere tra gli economisti che si sono detti fermamente contrari agli euro-bond. Annamo bene, no?

barnaby

Lun, 06/07/2020 - 14:54

Schiacciarayban, affidiamoci all'opposizione responsabile di Berlusconi vedrai come questo paese andrà avanti! Esattamente come con Monti, Letta, Renzu e Gentiloni. Giorgio '52, aggiungi pure D'Alema, Bersani, Napolitano, Mattarella, Prodi, Rosy Bindi, Franceschini, Renzi, Gentiloni, mi pare un elenco tutto sinistra o sbaglio!

florio

Lun, 06/07/2020 - 15:05

@schiacciarayban-13:07, Salvini almeno ha avuto il coraggio di andare fuori dal governo del potere e delle poltrone, mentre altri sono attaccati al potere PD in primis. Primo perchè era impossibile governare con chi ti dice sempre no a tutto, i 5stelle avevano ed hanno la maggioranza in parlamento. Secondo chi poteva pensare che il PD tanto amato dai 5Stelle ( ricordo le parole di Zingaretti noi mai con i 5Stelle e quelle di Di Maio, noi mai con quelli di Bibbiano) potessero fare l'unione più scalcinata della storia repubblicana. Piuttosto che dare voce al popolo sapendo bene che iCDX avrebbe stravinto, hanno preferito unirsi per la felicità degli italiani. PD e 5Stelle per tutte le bugie che avete raccontato e per il mal governo pagherete caro. Il CDX tornerà a governare basta andare al voto.

d'annunzianof

Lun, 06/07/2020 - 15:05

Tutto 'sto s'annamo d'amore d'accordo nun se poteva fa` 'n'anno fa` quando c'avevate piu` der 51%? Comunque attendo ferragosto e il classico golpetto italico, poi si vedra`

ST6

Lun, 06/07/2020 - 15:49

"la ritrovata unità". Ah quindi ammettete voi stessi che il "centro destra unito" di cui blateravate erano solo panzane, e infatti.

Carcarlo

Lun, 06/07/2020 - 16:17

florio - 15:05. Salvini è semplicemente passato all'incasso nel momento in cui riteneva di non riuscire più a crescere ulteriormente i propri consensi. Aihme, ha trovato la cassa chiusa. Col senno di poi, oggi starebbe ancora governando coi 5 stelle. Ma col senno di poi son tutti geni, forse anche il mito del Papeete. O forse è chiedere troppo?

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 06/07/2020 - 16:23

mai fidarsi del Berlusca !!!

Brutio63

Lun, 06/07/2020 - 16:28

No al Mes e no al modello Ursula. No all’inciucio tra Pd/5S e FI

florio

Lun, 06/07/2020 - 16:56

Carcarlo, balle, Salvini ha fatto una cosa che nessun politico farebbe, per tenere stretti propri sporchi interessi, per la poltrona. Il problema che si doveva andare al voto e non costituire una schiffezza di Governo di sinistri non eletti che stanno portando l'Italia nell'abisso. Altro che Papete!