​La cognata di Gentiloni guiderà il nuovo dipartimento del Mef

Il ministro Giovanni Tria, al prossimo Cdm, punta a far approvare la nomina di Alessandra Dal Verme, cognata di Paolo Gentiloni, a direttore del nuovo dipartimento del Mef

C'è grande attesa per il Consiglio dei ministri di lunedì prossimo. Un Cdm che si preannuncia teso non solo per le continue frizioni nella maggioranza gialloverde ma anche perché il ministro Giovanni Tria punta a far approvare delle nomine importanti.

Lunedì sera, infatti, si rinnoveranno i vertici della Guardia di finanza e della Ragioneria generale dello Stato. Ma non solo. Tria vuol far partire anche il nuovo dipartimento del Mef che affiderebbe volentieri ad Alessandra Dal Verme che si occuperà del settore degli investimenti. La nomina della Del Verme, però, nasconde un problema dal momento che la dottoressa è sposata con Gentiloni Silveri, ossia col fratello dell'ex premier Paolo Gentiloni.

Secondo il Fatto quotidiano, attorno al dipartimento, si starebbe consumando una guerra tra il Mef e Palazzo Chigi. La nuova struttura, infatti, diventerà un enorme centro di potere se paragonato ad altri organismi come Inestitalia e Strategia Italia che fanno riferimento rispettivamente al Mise e alla presidenza del Consiglio dei ministri. Una mossa che Tria avrebbe portato avanti per bilanciare il potere del premier Giuseppe Conte sui flussi di denaro pubblico per investimenti e finanziamenti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

carlottacharlie

Sab, 18/05/2019 - 19:41

Non so chi sia questa signora ma se è competente capace non vedo perchè non darle il "posto" anche se il cognato è il Gentiloni. Alle volte ci sono parenti intelligenti e sarebbe peccato buttarli alle ortiche. Poi, io che son malvagia, non è che il Tria si prepara per il prossimo "posto"?

Cheyenne

Sab, 18/05/2019 - 22:51

E POI PARLANO DI POSTI DATI AGLI AMICI. SCHIFOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Ritratto di massacrato

massacrato

Dom, 19/05/2019 - 05:55

E' solo un caso. Ma guarda caso... Di Miao non commenta? Dopo il fratello di... non ricordo più... assunto come dirigenta (!) alle PPTT, va tutto bene... L'importante è che non lo faccia SB, altrimenti sarebbe DOVEROSO aprire subito un'inchiesta.

Popi46

Dom, 19/05/2019 - 06:46

Ignoro il grado di professionalità di questa signora, ma qualcuno le segnali che essere,di questi tempi, parente, amica, conoscente o solo vicina di casa di un politico qualsiasi, magari pure non allineato, è una posizione molto scomoda.... Siri docet

Duka

Dom, 19/05/2019 - 07:41

Ecco la torta in famiglia è pronta. LE FETTE LE FACCIAMO DOPO

Ritratto di massacrato

massacrato

Dom, 19/05/2019 - 18:09

NON LAMENTIAMOCI_!!! Oggi DA ANNI c'è un netto miglioramento: elezioni e nomine di senatori, di dirigenti, addetti, impiegati, apriporta, chiudilaporta, sprangalafinestra, portavoce, portaborse, portailpanino, ... Ma tutte PERSONE di indiscussa professionalità e lunga esperienza. Che intanto qualcuno deve pur esserci. AI TEMPI DI CALIGOLA fu nominato senatore un cavallo!!!... - Scusi, cosa mi sta dicendo lei?? Ho capito: IL SOLITO ANIMALISTA che mette in discussione... Mumble, mumble... Però...?!