Consumi ancora in picchiata Ora l'aumento Iva fa paura

Flop delle vendite (-0,8%). M5S arriva ultimo sullo stop al rialzo delle aliquote, ma il Def resta sempre un rebus

L'Istat certifica, il 2017 inizia malissimo per il commercio. Tira solo quello elettronico, mentre i saldi post festività natalizie, sono morti. In questo contesto le forze politiche non riescono a trovare una sintesi per evitare quello che a parole tutti vogliono, cioè sterilizzare gli aumenti dell'Iva programmati per il 2019. Ieri il Movimento 5 stelle ha preso l'iniziativa. Approfittando di un incontro con Confcommercio, il leader Luigi Di Maio ha preso l'impegno affinché gli aumenti in calendario per il 2019 siano «subito disinnescati». Poi ha auspicato «che questo impegno lo condividano tutte le rappresentanze parlamentari». Peccato che gli altri partiti maggiori si siano già espressi in questo senso.

I 5 stelle hanno annunciato la presentazione di un Def ombra, «fornito sia del quadro tendenziale che di quello programmatico», ha annunciato Laura Castelli (M5S). Su questo il movimento chiederà il voto agli altri partiti. Peccato che presentare il Def spetti solo al governo. E che quello in carica, l'esecutivo Gentiloni con Padoan insediato al ministero dell'Economia, presenterà la versione light, senza impegni. Il M5s presenterà quindi solo una risoluzione e su quella chiederà il voto agli altri partiti. Un metodo identico a quello adottato per la ricerca della maggioranza. E che, con buona pace di chi si aspetta un vero impegno per l'Iva, non porterà a nulla.

Ieri anche la Lega è tornata a parlare di Iva. Materia del primo consiglio dei ministri, che dovrà cancellare gli aumenti insieme a sette accise sulla benzina, ha assicurato il leader Matteo Salvini.

Per Forza Italia è al lavoro da giorni Renato Brunetta. E sull'Iva il grosso del lavoro riguarda ora le coperture, da indicare nella risoluzione al Def.

La sostanza non cambia. Tutti sono d'accordo ma una iniziativa politica unitaria non è possibile, un po' per le difficoltà oggettive, come trovare lo strumento per evitare da subito lo scatto dell'Iva dal 22 al 24,2%. Poi per i veti politici incrociati, che non favoriscono una soluzione.

Ieri il presidente di Confcommercio è tornato a chiedere la sterilizzazione degli aumenti «che distruggerebbero qualsiasi ipotesi di crescita».

La conferma che il rialzo delle aliquote dell'imposta su beni e servizi cadrebbe in un momento particolarmente sfavorevole è arrivata dall'Istat, che ha diffuso i dati sulle vendite al dettaglio di gennaio, in calo rispetto al mese precedente dello 0,5% in valore e dello 0,7% in volume. Ancora più netto il calo rispetto allo stesso mese del 2017, meno 0,8% in valore e dell'1,9% in volume. Il calo riguarda tutte le tipologie di negozi. Rispetto a gennaio 2017, il valore delle vendite al dettaglio diminuisce dell'1,2% sia per la grande distribuzione sia per le imprese operanti su piccole superfici. Controtendenza il commercio elettronico che registra un aumento del 2,4%.

Segno che i saldi sono «obsoleti e non più allettanti», commentano le associazioni dei consumatori. Una «dinamica negativa, non scontata soprattutto rispetto all'anno precedente», spiega l'ufficio economico di Confesercenti. Il boom dell'e-commerce non è del tutto positivo. «È un settore ad altissimo tasso di competizione: ritagliarsi uno spazio al di fuori dei grandi marketplace come Amazon ed eBay è molto difficile», spiega l'associazione. In sostanza, aziende straniere fanno competizioni alle nostre, che si stanno affacciando ora, a fatica, in questo mondo.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Gio, 15/03/2018 - 09:20

Ma di cosa vi lamentate..lo sgoverno pdiota con padoan farà aumentare l'iva SOLO al 24,2% invece del 25%.Dovreste esserne grati e mettervi a 90° per questa munifica elargizione...

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Gio, 15/03/2018 - 09:32

I cravattari della UE presentano le cambiali all'incasso. E la ripresona dov'è , che io non la vedo?

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 15/03/2018 - 09:53

se volete castigare veramente l'europa, consumate e spendete poco, in special modo negli alimenti(che oltretutto sono dannosi alla salute per qualità e quantità) e poi la maggioranza di quello che compriamo(in tutti i settori) è prodotta all'estero; vediamo chi vince! acquistate solo ciò che vi serve, di buona qualità e italiano, non badate al prezzo se siete sicuri della bontà del prodotto.

titina

Gio, 15/03/2018 - 09:59

per forza. se aumebnta l'Iva a aumenta anche il prezzo dei prodotti possiamo comprare sempre meno. Stipendi, salari e pensioni sono sempre gli stessi

Angelo664

Gio, 15/03/2018 - 10:50

I dati sui consumi sono il vero specchio dell'Italia. Situazione disastrosa e nessuno dei politicanti lo dice con chiarezza. Abbiamo un debito mostruoso e nessuno fa nulla per abbassarlo. NESSUNO .. tutti gli utlimi governi ci hanno messo ancora piu' nella m. di prima. Alzare l'IVA significa ammettere il disastro e non avere altri mezzi se non quello per rientrare dalle spese folli. Ma e' un cane che si morde la coda. Fa malissimo all'economia. LA Svizzera che tutti criticano, l'IVA l'ha diminuita quest'anno !!! La banca nazionale fa utili da paura e l'economia va a gonfie vele. Perche' ? Non hanno il debito e soprattutto sono gli Svizzeri tedeschi a comandare. Non populisti ma pragmatici. Se mi entra 2 non spendo 3 ma 1,5 !! Semplice. Da noi la metalita' del Sud ha pervaso il paese per cui se entra 2 spendo 3 e ne chiedo in prestito altri 2 .. Siamo cosi.

GioZ

Gio, 15/03/2018 - 10:54

I saldi non allettano perché non allettano nemmeno i consumi normali. Colpa dei prezzi e colpa della qualità: una schifezza è sempre una schifezza, anche quando è scontata. Gli Italiani, visto che non si può più scialacquare, non comprano più solo perché una cosa costa meno, ma solo se veramente gli serve. E cercano di comprare cose di qualità che durino di più, se possibile, se non cicca.

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 15/03/2018 - 11:16

Prima delle elezioni era un coro unanime a magnificare la crescita impetuosa della produzione, dell'occupazione, del PIL. Dopo le elezioni il coro ha cambiato spartito ed è una lagna solenne, da Ocse, da UE, da Istat e tutti i TG. Un repentino capovolgimento di situazione.

flip

Gio, 15/03/2018 - 11:30

se aumentassero l'iva cala pesantemente il potere di acquisto. non avremo abbastanza denaro per pagare le bollette, gli affitti,i mutui, le tasse i balzelli comunali, ecc.ecc.. ci sarà da ridere (piangere).

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 15/03/2018 - 11:35

Strano, il pd ha governato bene, il bullo ha detto che ha risollevato l'itaglia.....con il job ct ha risolto tutti i problemi.

gneo58

Gio, 15/03/2018 - 11:45

vicino a dove lavoro, fino a un po' di anni addietro, prima che saltassero fuori i vari Unieuro, Mediaworld, Expert ecc ecc, c'era un negozio di prodotti elettronici molto grande, aveva i prezzi piu' bassi di tutta la citta' - bene c'era la coda tutti i giorni e se volevi acquistare da loro dovevi aspettare un bel po' in fila - detto tutto.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Gio, 15/03/2018 - 12:12

Questa è la verita',invece delle tante chiacchiere fasulle che l'istat ci rifila ogni volta che puo'.

agosvac

Gio, 15/03/2018 - 13:01

E' chiaro che i burocrati dell'UE, al soldo della Germania, vogliano per l'Italia l'aumento dell'IVA. Solo così si potrebbe evitare che l'Italia si riprendesse ed andasse a fare concorrenza alla Germania. Purtroppo gi ultimi Governi( o sgoverni) italiani erano schiavi di questa ciofeca dell'UE e quindi disponibili ad ogni schifezza che impedisse un ricrescita italiana. Queste ultime elezioni, grazie ad una legge elettorale sballata, non hanno designato un forza politica che potesse governare da sola. La speranza è in un accordo serio oppure in nuove elezioni ma con legge elettorale seria.

ghorio

Gio, 15/03/2018 - 13:12

A furia di sterilizzare gli aumenti Iva, ormai da tre anni, ci sono poi miliardi da impegnare in questa direzione. I consumi non aumentano perché le retribuzioni e le pensioni non aumentano e pertanto la gente cerca di spendere l'indispensabile.

TonyGiampy

Gio, 15/03/2018 - 13:41

Come si puo' pensare di poter rilanciare l'economia in un paese dove l'iva e' al 25%. In Giappone per portare l'iva dal 5% all'8% il governo ci ha pensato per tre lunghi anni e dopo il provvedimento i consumi sono vistosamente calati nonostante qui ci sia la flat tax al 10%.

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Gio, 15/03/2018 - 13:46

Consumi in calo e,sarebbe opportuno ricordare che l'UE,qualche giorno fa,ha sollecitato anche un'aumento dell'inflazione di almeno il 2%,giusto per stringere meglio il cappio intorno al collo dell'Italia;a tutto questo aggiungiamo anche la sollecitazione a reintrodurre la tassa sulla prima casa,ad aumentare ulteriormente l'IVA e a predisporre ulteriori misure di accoglienza per i poveri migranti. Gli italiani hanno invece sollecitato un'uscita rapida dall'UE,votando Lega e M5$:che si proceda in tempi brevi ad un referendum.

jenab

Gio, 15/03/2018 - 14:08

grazie tremonti, padre di tutte le clausole di salvaguardia...e grazie silvio ovviamente

umbertoleoni

Gio, 15/03/2018 - 14:14

questa e'l'ennesima conferma della bonta' dei governi non eletti dei nostrani sinistrorsi ! Eppure la banda di cerebrolesi pidini, ancora continua a magnificarsi "per la ripresa avviatasi decisamente grazie ai loro illuminati govern" ! Ormai questi banditi, si nascondono dietro il filo d'erba dei dati UE i quali confermano una incerta ripresa in europa (ma lontana dall'essersi consolidata) e cercano di nascondere la realta' CHE LA NOSTRA RIPRESINA E'SOLTANTO FRUTTO DELLA FAVOREVOLE CONGIUNTURA INTERNAZIONALE MA SOPRATTUTTO NASCONDONO CHE L'ITALIA OCCUPA SEMPRE E SALDAMENTE GLI ULTIMI POSTI IN TEMA DI DATI ECONOMICI EUROPEI ! Buffoni malefici !

Libertà75

Gio, 15/03/2018 - 14:52

per disinnescare l'aumento IVA basta un decreto legge con il primo governo che si insedia, agli stati nazionali è ancora riconosciutoa la potestà fiscale, al limite la UE attiverà le sue procedure, verso le quali potremmo fare esattamente come i francesi

Ernestinho

Gio, 15/03/2018 - 15:12

Pazzesco! I consumi diminuiscono e c'è che pensa di aumentare l'Iva!

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 15/03/2018 - 16:09

TonyGiampy Gio, 15/03/2018 - 13:41,ma come??? Qui in Italia ,i pdioti dicono che una flat tax è fuffa ed i Giappone oltre ad esserci,funziona...

flip

Gio, 15/03/2018 - 16:15

se ci aumentassero l'iva ed i consumi calano,ci perde anche l'europa perché tanta porcheria ce la mandano proprio loro.

Duka

Gio, 15/03/2018 - 19:00

DITELO A PADOAN CHE ANCORA NON HA CAPITO NIENTE.