Conte presenta il Dpcm di Natale. Ma è una televendita contro i contanti

Il premier (con tanto di grafiche stilizzate) spiega il piano cashback voluto dal governo. Ma l'app già non funziona

Conte presenta il Dpcm di Natale. Ma è una televendita contro i contanti

L'ultima conferenza stampa del premier Conte era partita con l'intenzione di spiegare il contenuto del nuovo Dpcm-Natale, poi è sfociata in una vera e propria televendita. Il premier di fatto ha usato la diretta tv e i milioni di italiani incollati davanti allo schermo per fare propaganda illustrando anche le ultime iniziative del governo sul piano economico. Infatti Conte, subito dopo aver elencato tutti i divieti previsti dal Dpcm, si è concentrato (con tanto di grafica da televendita) a sponsorizzare il piano cashback che di fatto è nato per abbattere l'uso dei contanti. In compagnia di una palla di Natale stilizzata con il logo 10 per cento (il valore del rimborso sulle transazioni con carta), il premier ha dato voce alla sua televendita: "Per sostenere le attività commerciali e per aiutare le famiglie abbiamo deciso di far partire il piano Italia cashless".

Poi la domanda retorica, tipica della televendita: "Cosa significa? Che dall'8 dicembre prenderà il via il cashback di Natale. Si avrà un rimborso del 10 per cento su tutti gli acquisti fino al 31 dicembre. Il tutto pagando con carta la spesa, il pane, carne, i giocattoli dei bambini". Altra pausa scenica e poi prosegue: "Ci sarà un rimborso che potrà arrivare fino a 150 euro. Questo, attenzione, vale per il singolo acquirente e quindi sarà cumulabile. Non sarà valido per gli acquisti su internet". Poi illustra gli strumenti per partecipare a questo "gioco" sponsorizzato da Conte: "Per partecipare a questo programma dovrete scaricare l'app "Io" e registrarvi con lo Spid".

Insomma uno spot in piena regola con una spiente regia grafica che avvicina sempre di più il premier ai venditori porta a porta. E a quanto pare il "prodotto" venduto in tv da Conte non funziona nemmeno bene come segnalano diversi utenti che hanno già provato a scaricare l'applicazione (già andata in tilt). E anche una deputata di Italia Viva, Giusy Occhionero, bacchetta il governo che lei stessa sostiene: "A due giorni dal lancio ufficiale del Piano Cashless con l'apertura del sito dedicato, la App Io non risulta ancora essere pronta per il programma 'Cashback', non è ancora possibile inserire l'Iban nella sezione "portafoglio" della App, questa funzionalità risulta fuori uso. A confermarlo è anche l'account twitter ufficiale della App". Insomma a quanto pare Conte vende qualcosa che è nemmeno ancora in funzione. Ma ormai il premier, a caccia di consensi, le prova tutte per riportare in alto la sua popolarità. Ma a quanto pare gli italiani hanno capito che forse si trovano davanti non un avvocato del popolo, ma un teleimbonitore con la cravatta e la giacca...

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti