Coronavirus, deputati Fdi in aula con mascherine tricolori

I deputati di Fdi hanno indossato mascherine con il Tricolore ricevute in regalo da Giorgia Meloni nel corso del Question time nell’aula di Montecitorio

Coronavirus, deputati Fdi in aula con mascherine tricolori

Un modo non solo per proteggersi dal coronavirus ma anche per dimostrare l’amore per la Patria e sostenere le aziende del nostro Paese che, in questo difficile momento, stanno cercando di andare avanti come possono quello promosso in occasione del Question time nell’aula di Montecitorio dai deputati di Fratelli d’Italia. I parlamentari hanno partecipato alla seduta con il Ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D'Incà, il Ministro dell'Interno Luciana Lamorgese, il ministro dell'Ambiente Sergio Costa e il ministro delle Pari opportunità e della famiglia Elena Bonetti indossando mascherine davvero particolari: le protezioni contro l’infezione, infatti, aveva un Tricolore stampato. Un modello, questo, sino ad ora inedito tra i colleghi deputati.

Tra i presenti vi era anche Galeazzo Bignami, eletto con Forza Italia in Emilia Romagna ma passato nell'estate scorsa al gruppo di Fdi, era seduto alle spalle del vice presidente della Camera Fabio Rampelli ma, come è ovvio che sia, a debita distanza per rispettare le norme della Camera sul distanziamento dei deputati in aula.

All’AdnKronos, Bignami ha raccontato che quella mascherina patriottica è stata un regalo di Giorgia Meloni. "È stata una sua idea, le ha regalate a tutti i membri del gruppo parlamentare, sia alla Camera che al Senato", ha affermato il deputato che ha spiegato che la leader di Fdi le ha prese da una azienda abruzzese che si è riconvertita.

In queste ultime settimane sono sempre più le aziende che stanno producendo mascherine tricolori. Tra queste, ad esempio, figura Rimat, una ditta umbra di Bastia attiva nel settore degli indumenti e accessori professionali che ha riconvertito parte della propria produzione adattandola alle esigenze del momento. E così, ispirato alle scie delle Frecce Tricolori, è nato il progetto #faccetricolori.

"Lo abbiamo fatto per dare un futuro alle nostre competenze e professionalità, con il sincero desiderio e orgoglio di contribuire a rafforzare il senso d'appartenenza alla nostra comunità nazionale", ha affermato Nazzareno Scopetti, titolare della Rimat. La mascherina è fabbricata con tessuto 100% cotone canvas, di alta qualità, idrorepellente e certificato come idoneo al contatto con la pelle e può essere lavata con acqua tiepida e un detergente neutro o sanificata con una soluzione idroalcolica al 60% e venire riutilizzata.