Guerra in Ucraina

Deficit di 38 miliardi, soccorso dell'Ue

Altra pioggia di droni. L'Iran: "Non sono nostri". Israele ha le prove

Deficit di 38 miliardi, soccorso dell'Ue

Altri dieci droni di origine iraniana sono partiti dalla Bielorussia per colpire l'Ucraina. Le forze russe hanno lanciato droni kamikaze Shahed: è stato dichiarato un allarme aereo a Kiev e nella regione della capitale. Lo riporta la Ukrainska Pravda, che cita fonti di intelligence e il portavoce del comando dell'Aeronautica Militare delle Forze Armate ucraine. È così scattato l'allarme aereo su Kiev, proprio durante la visita a sorpresa di ieri di Frank-Walter Steinmeier, il presidente tedesco, e i colloqui con i funzionari ucraini e il sindaco Ratan Akhmedov, si sono dovuti svolgere in un rifugio antiaereo in una città a nord-est della capitale. «Abbiamo trascorso la prima ora e mezza nel rifugio antiaereo - ha detto Steinmeier».

Il Paese è in ginocchio. Servono aiuti economici perchè tutto è stato distrutto, un piano Marshall che impegnerà un'intera generazione per la ricostruzione dell'Ucraina: se ne è discusso a Berlino nel 243/mo giorno della guerra iniziata 8 mesi fa da Mosca. La presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen ha citato la stima «scioccante» della Banca Mondiale, 350 miliardi di danni, mentre Volodymyr Zelensky ha chiesto agli alleati di aiutarlo a finanziare il deficit di 38 miliardi di dollari previsto per il bilancio pubblico dell'anno prossimo a causa della guerra in corso. Il padrone di casa della conferenza per la ricostruzione, il cancelliere Olaf Scholz ha detto che si tratta della «missione di una generazione» e deve «cominciare ora», creando «un nuovo piano Marshall per il 21/mo secolo».

Intanto Teheran nega di aver inviato armi e uomini a sostegno di Putin e si è detta pronta a tenere colloqui con Kiev riguardo alla fornitura di droni iraniani a Mosca che, secondo Usa e Kiev, sono stati utilizzati nel conflitto. Il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amirabdollahian, ha negato categoricamente che l'Iran abbia venduto alla Russia armi da utilizzare in Ucraina e per tutta risposta, il presidente israeliano Isaac Herzog nel suo viaggio negli Usa - dove vedrà Joe Biden - mostrerà «le prove reali dell'uso dei droni iraniani nella guerra in Ucraina». La difesa israeliana «attraverso un'analisi visiva ha stabilito che ci sono frammenti di droni in Ucraina identici a quelli sviluppati in Iran». Gli Stati Uniti stanno valutando l'invio a Kiev di sistemi di difesa aerea Hawk di vecchia data. I missili intercettori Hawk, sarebbero un aggiornamento dei sistemi missilistici Stinger, un sistema di difesa aerea più piccolo e a corto raggio, che gli Stati Uniti hanno già inviato a Kiev per aiutare a contrastare l'invasione russa. L'amministrazione Biden si avvarrebbe della Presidential Drawdown Authority (Pda) per il trasferimento degli Hawk, costruiti secondo la tecnologia dell'epoca del Vietnam, che consentirebbe a Washington di trasferire equipaggiamenti e servizi di difesa velocemente senza l'approvazione del Congresso.

Commenti