La direttiva del Viminale: controlli in aeroporti e stazioni

Tensione tra il Ministero dell'Interno e i governatori del Sud: "Le ordinanze delle Regioni non risultano coerenti con il quadro normativo"

Luciana Lamorgese ha adottato la direttiva ai prefetti per l'attuazione dei controlli nelle aree a contenimento rafforzato. Per l'assunzione delle necessarie misure di coordinamento è prevista la "convocazione immediata, anche da remoto, dei Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica". Dovranno esserci indicazioni precise per i controlli relativi alla limitazione degli spostamenti delle persone fisiche in entrata e in uscita e all’interno dei territori “a contenimento rafforzato". La polizia stradale procederà a effettuare i controlli acquisendo le prescritte autodichiarazioni nell'ambito della rete autostradale e della viabilità principale. Per quanto riguarda invece il trasporto ferroviario, sarà compito della polizia ferroviaria - in collaborazione con il personale delle ferrovie dello Stato, con le autorità sanitarie e con la protezione civile - curare "la canalizzazione dei passeggeri in entrata e in uscita dalle stazioni al fine di consentire le verifiche speditive sullo stato di salute dei viaggiatori anche attraverso apparecchi termoscan". Negli aeroporti delle aree dei territori "a contenimento rafforzato" i passeggeri saranno sottoposti al controllo della prescritta autocertificazione (sono esclusi i passeggeri in transito). Per i voli Schengen ed extra Schengen in partenza, "le autocertificazioni saranno richieste unicamente per i residenti o domiciliati nei territori soggetti a limitazioni". Invece in quelli Schengen ed extra Schengen in arrivo, "i passeggeri dovranno motivare lo scopo del viaggio all’atto dell’ingresso".

La veridicità dell'autodichiarazione potrà essere verificata anche con successivi controlli. Per chi viola le limitazioni agli spostamenti è previsto l'arresto fino a tre mesi o l'ammenda fino 206 euro, "salvo che non si possa configurare un’ipotesi più grave quale quella prevista dall’articolo 452 del Codice penale". Nella direttiva infine si legge: "Viene richiamata l’attribuzione del prefetto al monitoraggio dell’attuazione delle misure previste in capo alle varie amministrazioni".

Tensione tra Regioni e Viminale

Tra le Regioni del Sud e il Viminale ora cala il gelo. Il Ministero dell'Interno non ha affatto gradito la reazione di alcuni governatori (nello specifico quelli di Puglia, Calabria, Campania, Sicilia, Basilicata e Abruzzo) che hanno stabilito l'obbligo di quarantena per chi arriva dalla Lombardia o dalle 14 province delimitate come "zone rosse" dal nuovo decreto del Consiglio dei ministri. Su tutti Michele Emiliano la notte scorsa ha pubblicato su Facebook il testo del provvedimento e ha colto l'occasione per lanciare un appello: "Vi parlo come se foste miei figli, i miei fratelli, i miei nipoti: fermatevi e tornate indietro. Scendete alla prima stazione ferroviaria. Non prende gli aerei per Bari e per Brindisi, tornate indietro con le auto". Il presidente aveva dunque esortato a "non portate nella vostra Puglia l'epidemia lombarda". Nell'ordinanza è stato fatto esplicito riferimento all'articolo 650 del codice penale, che prevede fino a tre mesi di arresto qualora venissero inosservate le prescrizioni dell'autorità per ragioni di giustizia o di sicurezza.

Il Viminale, considerando il contesto di caos generato dalle singole interpretazioni delle Regioni rispetto alle previsioni del decreto, ha voluto puntualizzare che "ferma restando l'autonomia di ciascun ente nelle materia di competenza nei limiti della legislazione vigente, non risultano coerenti le ordinanze contenenti le direttive dei prefetti che, in quanto autorità provinciale della pubblica sicurezza, rispondono unicamente all'autorità nazionale". Sia decreto sia ordinanza si riferiscono alla possibilità di incorrere in punizioni severe se si cercasse di aggirare i divieti di circolazione: un pubblico ministero, e non un prefetto o un presidente di Regione, dovrà decidere se una persona che viola le disposizioni contenute nel decreto del governo debba essere sottoposto a un procedimento penale.

Contattato dall'Agi, l'avvocato Piergiorgio Assumma ha spiegato che qualsiasi decreto fatto da un ente territoriale "è per le fonti del diritto inferiore alla legge del codice penale che è già richiamata nel decreto del presidente del consiglio, che è a sua volta superiore alle autorità prefettizie considerate come espressioni del governo".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di filospinato

filospinato

Dom, 08/03/2020 - 23:04

#reazionecreativa

Ilsabbatico

Dom, 08/03/2020 - 23:16

....povera Italia! Che dire? Litigano pure su chi ha più autorità nei controlli e poi alla fine vogliono una autocertificazione??? ..ok. buonanotte

filoforte

Dom, 08/03/2020 - 23:24

Il famoso caos organizzato

obiettore

Dom, 08/03/2020 - 23:26

Tutti in galera.Non ho notizie di coronavirus là dentro. Un po' di casino e basta.

MarioNanni

Dom, 08/03/2020 - 23:27

non lo fa il governo, non lo fanno i governatori e sindaci, ed è la cosa più semplice da fare; imporre l'uso delle mascherine sanitarie nei posti affollati, asl, ospedali, porti, aeroporti, metropolitane, market etc. amici de Il Giornale, pensateci voi. direttore Sallusti, accolga questo appello.

Ilsabbatico

Dom, 08/03/2020 - 23:32

...no ma riscrivo nuovamente perché non posso crederci, non riesco a dormire...è una fake news??? Spostamenti autorizzati con una "AUTOCERTIFICAZIONE" ??? E la multa massima per un eventuale controllo sarebbe 206euro???

lolafalana

Dom, 08/03/2020 - 23:42

Sempre "dopo" naturalmente mai prima o contestualmente alla pubblicazione del documento, anche un minorato mentale lo capisce...!

morello

Dom, 08/03/2020 - 23:48

Ma se la regione Lombardia è zona rossa perchè non si annullano tutti i treni diretti in altre regioni e provenienti da altre regioni ? Per quelli in transito , porte sigillate ! All'uscita dei caselli autostradali segnalare automaticamente la provenienza dalle zone rosse con il fermo immediato della Polizia...questo un po' piu' difficile da realizzare

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Lun, 09/03/2020 - 07:44

Dov'e' la base legale di tali norme da legge marziale? vanno pubblicate nero su bianco e rese di pubblico dominio a tutti. La polizia non e' la legge, deve far applicare la legge e lei stessa rispattarla. Altrimenti e' dittaura. Non siamo ne' in stato di guerra, ne' cade la gente morta per strada. Ma non vi accorgete che vi stanno prendendo per il c...? Ma possibile che si debbano ribellare i detenuti (gli unici che cmque non possono andare da nessuna parte) e i cittadini no?!?

Jon

Lun, 09/03/2020 - 07:49

CONTE DEVE PROCLAMARE CHE: L'ITALIA NON E' PIU' UN PORTO SICURO, E si fermino le ONG e si blocchino TUTTI gli arrivi di immigrazione. Questi, girovagando per il Paese rappresentano un grave pericolo per la Salute Pubbblica..!!

ciccio_ne

Lun, 09/03/2020 - 08:05

Se fosse servito dimostrare l l'incapacità della signora ( signorina?) ...già lo avevamo capito. Quelli in buona fede. Gli altri...vabbè sono sardine

antonmessina

Lun, 09/03/2020 - 08:06

dismo tutti in galera evidentemente. peccato che siano in zona rossa due provincie con 1 caso ciascuno e non lo siano altre provincie come biella e torino che ne hanno dozzine. ma forse al governo non sanno che biella è provincia

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 09/03/2020 - 08:08

La maleducazione, l'anarchia che è nell'italiano non lo ferma nemmeno un virus. Chiudono scuole ed Università e poi si incontrano altrove a far bisboccia. Quello che mi dispiace poi sentire che il primo giovane morto è stato proprio uno che non usciva di casa.Oltre l'ingiustizia terrena c'è pure l'ingiustizia divina.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Lun, 09/03/2020 - 08:16

I treni andavano fermati in aperta campagna. I passeggeri arrestati e messi ai domiciliari sui convogli.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 09/03/2020 - 08:29

HIC EST CORONAE VIRUS QUI IMPERAT. Assembrat ce ne potemo. Isso sine schola ne soporta. Vna maschara occvrre ivi. Ego me isolo. Sete foctuti sine amvchina. Vespertilium de la China. Amen.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 09/03/2020 - 08:32

HIC MATTARELLUM IMPERAT.

Venditore

Lun, 09/03/2020 - 08:37

Ora la battaglia è tra Covid-19 e Furbi-19, a spese delle persone responsabili che accetteranno le nuove regole per il contenimento del contagio.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 09/03/2020 - 08:40

HIC VIRUS CORONAE MATTARELLIM IMPERAT.

Ritratto di wombat

wombat

Lun, 09/03/2020 - 08:58

ROBA DE MATTI.I MERIDIONALI NON VOGLIANO ALTRI MERIDIONALI .MA ACCOLGONO I CLANDESTINI

obiettore

Lun, 09/03/2020 - 09:07

Quando ho commentato, non c'era la notizia dei morti.

dredd

Lun, 09/03/2020 - 09:22

Quello che stanno facendo è incredibile

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 09/03/2020 - 09:24

per fortuna che il covid-19 è ossequioso della puntualità!infatti,agisce nelle aree di ristoro solo dopo le 16 e nei supermercati nel weekend!!ahoooo ma i più pxxxa sono il nostro monopolio intergalattico???

Ritratto di emo

emo

Lun, 09/03/2020 - 09:36

ecco un altro scienziato folle, ma viste tutte le restrizioni (giuste) nei movimenti dei cittadini da e per le zone dichiarate a rischio e la chiusura dei porti per le navi daq crociera con permesso di scendere solo per i transiti non è che MADAME INVASIONE vuole far scendere i poveri "clandestini " che essendo in traqnsito andranno poi ad ingrossare le fila dei "già residenti in stazioni, edifici abbandonati, ecc. ecc."?

Ritratto di emo

emo

Lun, 09/03/2020 - 09:43

Le decisione prese da Viminale su chi entra od esce dalle zone rosse a prima vista sembrano corrette, qualche perplessità sull'autocertificazione, ma quello che non è chiaro è il divieto alle navi da crociera di far scendere i passeggeri per visite alle città per paura di eventuali contagi e di conseguenza possono scendere solo coloro che transitano, ma MADAME INVASIONE non fa un minimo accenno alle navi ONG cariche di "clandestini", sono costoro in ransito per stabilirsi in stazioni, case abbandonate, bidonville varie ecc. ecc. quindi basta loro l'autocertificazione? ci dica MADAME INVASIONE ??

polonio210

Lun, 09/03/2020 - 10:04

Fatemi capire bene:i supermercati sono aperti,anche se con orari e giorni determinati,però se esco di casa in macchina a piedi in bicicletta o in monopattino sono passibile di finire in galera?I ristoranti sono aperti,anche se con orari e limitazioni sugli spazi tra clienti,però se esco di casa in macchina a piedi in bicicletta o in monopattino sono passibile di finire in galera?Se esco di casa per andare da un parente sono passibile di finire in galera?Se esco di casa per recarmi alle poste finisco in galera?E se vado in banca ci finisco?Ci potrei finire anche se portassi il cane a fare i suoi bisogni?E tutti coloro che abitano lontano dalle grandi città,in paesi in cui i negozi sono ridotti al lumicino tanto per dirne una,finiscono anche loro in galera? Ma non lo sapevo che in Italia ci fossero così tante carceri vuote.

savonarola.it

Lun, 09/03/2020 - 15:08

Paese nel caos. In balia di politici senza cervello e carcerati senza custodia. Ma c'è ancora chi vede nel fascismo il male peggiore. In realtà non riesco ad immaginarmi nulla di peggio di questa democrazia fasulla.