Briatore non ha dubbi: "Perché Draghi si è arenato..."

L'imprenditore 71enne senza mezzi termini contro i politici: "I vostri consulenti non hanno mai lavorato, così ci sabotate"

Briatore non ha dubbi: "Perché Draghi si è arenato..."

Tra pandemia e ripartenza economica, Flavio Briatore a dir poco deluso dalla politica. Ospite di Non è L’arena, l’imprenditore ha parlato delle sue attività in giro per il mondo, rimarcando le differenze con l’Italia: “I nostri locali sono pieni dappertutto: sold out a Dubai, Barcellona, Londra. L’Italia è l’unico Paese che ha spaventato la gente tra green pass e super green pass. Perché negli altri Paesi noi lavoriamo bene, a regime, e in Italia vediamo le piazze completamente vuote?”.

“I politici non si rendono conto di niente”, l’accusa di Briatore, ma non mancano le critiche ai media. Secondo il 71enne, giornali e tv “sono i più grandi tifosi del virus”: “In Inghilterra, Francia e Spagna e non si parla di pandemia, mentre noi abbiamo preso il Covid come una missione. I giornali italiani fanno sempre dieci pagine sul virus e due pagine sul presidente della Repubblica”.

Nel corso del suo intervento a La7, il patron del Billionaire ha acceso i riflettori sulle difficoltà del mondo turistico, ricordando che “la gente viene in vacanza in Italia per andare nei ristoranti, vogliono le eccellenze”. “Il turismo siamo noi: così ci sabotate!”, l’accusa di Briatore ai politici: “Non vivendo la vita normale ma con dei consulenti che non hanno mai lavorato, non vi rendete conto di niente della desolazione di questo Paese”.

Spesso critico nei confronti del governo Conte II, Briatore ha sempre speso parole importanti per Draghi e ha tenuto a ricordare: “Bisogna dare merito a Draghi per aver cambiato la situazione con i vaccini e con tutto quanto. Ha messo dei suoi ministri, ha bypassato tutti i ministri talebani che abbiamo e ha cercato di mandare avanti questo Paese”. Le trattative per il Quirinale, però, stanno danneggiando sia il premier, sia il Paese: “Appena ha deciso di andare al Quirinale, cercando compromessi e inciuci con i vari politici, si è arenato anche lui sulle sabbie mobili romane. Dell’Italia non frega a nessuno”.

Commenti