"Er Patata" trovato morto nel suo letto: droga in casa

"Er Patata" trovato morto nel suo letto: droga in casa

Roma - Dramma nel mondo dello spettacolo. Roberto Brunetti, 55 anni, er Patata dei cinepanettoni, trovato senza vita venerdì sera nella sua abitazione in via Arduino 11, sulla Tiburtina. In casa due panetti di hashish, cocaina e un bilancino di precisione. A lanciare l'allarme la compagna dell'artista che per ore non era riuscita a mettersi in contatto con lui. «Non risponde al telefono e al campanello» spiega la donna al 112.

Quando gli agenti sfondano la porta lo trovano già cadavere, supino sul letto e coperto con un lenzuolo. La porta chiusa, nessuna traccia di scasso, mobili e suppellettili in ordine. Morto per un malore dopo l'assunzione di droga? Secondo il medico legale il corpo non ha segni di violenza e il decesso sarebbe avvenuto per arresto cardiocircolatorio. La Procura di Roma ha disposto l'esame autoptico per accertare le cause esatte della morte, con gli esami tossicologici. Se venisse accertato che a uccidere er Patata è stato un mix di coca e fumo, verrà aperto un fascicolo contro ignoti per «morte come conseguenza di altro reato». Oltre alla droga la polizia ha sequestrato il cellulare di Brunetti per ricostruire le ultime ore di vita e i suoi contatti. Caccia aperta, insomma, al pusher che gli avrebbe fornito la «roba» provocandogli la morte.

Brunetti, famoso per aver interpretato un componente della banda della Magliana, Aldo Buffoni, ovvero uno dei due fratelli Carnovale, il Tronco e il Coniglio, cognati di Edoardo Toscano, l'Operaietto, viene scoperto dal regista Leonardo Pieraccioni che lo scrittura per Fuochi d'Artificio. Da cuoco a pescivendolo, fino al cinema grazie all'amicizia con Alessandro Haber, er Patata diventa famoso con film tra cui Il Ritorno del Monnezza, Paparazzi e Commedia Sexy. «Mi chiamavano per le ospitate in discoteca e mi davano 5 milioni di lire solo per dire: Ah fiji de na. Subito dopo me ne andavo di corsa: se quelli ci ripensavano me toccava restituì i soldi» racconta Brunetti in una puntata del programma Nemo nel 2017.

Dal successo all'arresto: Brunetti viene fermato a Trastevere con un etto di hashish nello scooter. In casa altri 100 grammi di droga. È il 2009 ed è anche l'inizio della sua discesa. Per anni compagno dell'attrice Monica Scattini, da cui si separa nel 2011, a fatica riprende la carriera cinematografica.

Commenti