Focolaio alla Spezia: torna l'obbligo di mascherine

C'è un focolaio con 41 pazienti in ospedale e la provincia della Spezia dispone l'obbligo della mascherina durante il giorno anche nei luoghi aperti.

Focolaio alla Spezia: torna l'obbligo di mascherine

C'è un focolaio con 41 pazienti in ospedale e la provincia della Spezia dispone l'obbligo della mascherina durante il giorno anche nei luoghi aperti. Una decisione presa dopo l'afflusso di tanti positivi in ospedale (la maggior parte non presenta fenomeni preoccupanti) al termine di una riunione che si è svolta in Regione Liguria alla presenza del presidente, Giovanni Toti, dell'assessore alla Salute Sonia Viale, del commissario straordinario di Alisa Walter Locatelli, del responsabile prevenzione di Alisa Filippo Ansaldi, del direttore del dipartimento prevenzione di sanità, Francesco Quaglia, e del sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini.

L'ordinanza è in vigore fino alla mazzanotte del 13 settembre. «L'obiettivo è quello di contenere il cluster e ricondurlo a dimensioni ragionevoli. Si tratta di una misura blanda, perché di fatto l'obbligo è già previsto dall'ordinanza del ministero della salute dalle ore 18. Al momento Regione Liguria non ritiene indispensabile assumere altre iniziative», si legge in una nota della giunta.

Il focolaio spezzino, come si legge nella nota della Regione Liguria, «è da ricondurre a un evento che si è tenuto fuori del territorio regionale, nel nord della Toscana, dove hanno preso parte un certo numero di cittadini di provenienza straniera. Una festa che si è di fatto trasformata in cluster e che ha creato dei sotto focolai in quanto le persone infettate si sono poi recate sui luoghi di lavoro, dove è stato esteso il contagio». Il sindaco della Spezia ha raccomandato a tutti, in particolare ai più giovani di prestare la massima attenzione alle misure di sicurezza. Al momento l'RT in Liguria è sotto l'1.

Commenti