La Francia respinge la Aquarius "Porto più vicino non è nostro"

L'Aquarius è sempre più al centro di una crisi internazionale che riguarda l'Ue, Panama, Francia e anche l'Italia. Intanto Parigi chiude i porti

La Francia respinge la Aquarius "Porto più vicino non è nostro"

L'Aquarius è sempre più al centro di una crisi internazionale che riguarda l'Ue, Panama, Francia e anche l'Italia. Di fatto la nave di Msf e Sos ha perso la bandiera panamense e adesso vaga nel Mediterraneo in cerca di un porto per lo sbarco di circa 50 migranti che ha salvato a largo delle coste della Libia. Le ong hanno chiesto più volte all'Unione Europea una nuova bandiera per potre continuare ad operare nel Mediterraneo ma la risposta è stata gelida: "Non è di nostra competanza", ha fatto sapere la portavoce della Commissione. In ordine di tempo l'ultima richiesta è stata fatta alla Francia.

Al governo di Parigi la Aquarius ha chiesto l'attracco nel porto di Marsiglia. Richiesta questa rispedita al mittente con una mossa diplomatica che scarica sull'Ue la soluzione della crisi. Ma il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Marie oggi è stato ancora più esplicito: "Il giorno in cui una nave arriverà davanti a Marsiglia con delle persone in difficoltà, naturalmente noi le prenderemo. Non è questo oggi il caso dell'Aquarius. Il porto di Marsiglia non è il più vicino alla zona in cui i migranti sono stati salvati, la Francia dice no". Insomma la solita storia: Parigi critica l'Italia che chiude i suoi porti alle navi Ong ma non apre i suoi. L'Eliseo ha indicato Malta come porto per lo sbarco. E va ricordato che la Aquarius ha già incassato il "no" proprio dall'Italia e da Malta. È probabile che per lo sbarco di Aquarius possa esserci un nuovo braccio di ferro tra i Paesi che si affacciano nel Mediterraneo. E ad accendere ancora di più lo scontro sono le parole del ministro francese per gli Affari europei, Nathalie Loiseau: "L’Europa è dieci volte più solidale di quanto non lo fosse in precedenza, è il motivo per cui ridiciamo all’Italia che l’idea di chiudere i propri porti a delle persone in pericolo è contrario al diritto, è contrario all’umanità". Ma intanto i porti francesi restano chiusi. Infine dall'equipaggio della Aquarius fanno sapere che le condizioni meteo stanno peggiorando: "Le condizioni meteo stanno peggiorando e nelle prossime ore aspettiamo mare con onde fino a 5 metri. Per questo diventa importante e fondamentale trovare un porto per sbarcare in sicurezza tutte queste persone".

Commenti