I migliori governatori? Ecco il "poker" del centrodestra

Ecco i risultati del Governance Poll 2020: Zaia fra i più amati, cala Zingaretti e sale Bonaccini. Fra i sindaci la Raggi si attesta al penultimo posto dopo aver perso ben 29 punti rispetto al 2016

I migliori governatori? Ecco il "poker" del centrodestra

Oltre a provocare gravi effetti sanitari ed economici, il Coronavirus ha irrimediabilmente condizionato l'opinione dei cittadini nei confronti dei politici italiani, anche a livello locale, come si evince dagli ultimi dati dell'atteso Governance Poll. Se da una parte, ad esempio, il governatore Attilio Fontana ha risentito del duro giudizio di alcuni suoi elettori per come è stata gestita l'emergenza Covid-19 all'interno della regione Lombardia, dall'altro il collega di partito e presidente del Veneto Luca Zaia è stato largamente acclamato per il proprio comportamento e le decisioni prese nei momenti più critici.

Stesso discorso anche per quanto riguarda il Pd. Se da un lato si è alzato il gradimento nei confronti del presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, dall'altro Nicola Zingaretti, che oltre ad essere il segretario del Partito Democratico è anche governatore del Lazio, è stato severamente bocciato, forse anche a causa della questione mascherine.

Questi i risultati più eclatanti del Governance Poll 2020, riportati da "Il Sole 24 Ore". Al primo posto nella classifica degli amministratori con maggiori consensi, oltre a Luca Zaia, che si conferma come uno dei governatori più amati, anche il sindaco di Bari e presidente dell'Associazione nazionale comuni italiani (Anci) Antonio Decaro.

Dai risultati delle indagini, emerge inoltre come siano ben quattro gli amministratori del centrodestra a risulatare tra i governatori più apprezzati dagli italiani. Dopo Zaia, infatti, vengono Massimiliano Fedriga, presidente del Friuli Venezia Giulia ed appartenente alla Lega, con il 59,8% dei consensi, Donatella Tesei, presidente dell'Umbria, Lega, con il 57,5% e Jole Santelli, governatrice della Calabria per Forza Italia, con il 57,5%.

Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia Romagna e appartenente al Partito Democratico si assesta al quinto posto, con il 54%. Dietro di lui il presidente della Liguria Giovanni Toti, salito al 48 %, come il sardo Christian Solinas. Seguono Enrico Rossi (Toscana), Vincenzo De Luca (Campania) e Nello Musumeci (Sicilia), mentre il governatore della Puglia Michele Emiliano ed il presidente della Lombardia Attilio Fontana scendono rispettivamente al 40% ed al 45,3%. Caduta a picco, invece, per Zingaretti, finito all'ultimo posto.

Per quanto riguarda i sindaci, dopo Decaro si attesta al secondo posto Cateno De Luca, primo cittadino di Messina. Al terzo posto, a pari merito, Marco Bucci (Genova) e Giorgio Gori (Bergamo). In calo il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, sceso al 100° posto, mentre salgono Dario Nardella (Firenze) e Beppe Sala (Milano). Clamoroso tonfo, invece, per la grillina Virginia Raggi. Con un calo di ben 29 punti rispetto al 2016, il sindaco di Roma subisce il duro giudizio dei cittadini della Capitale, incassando solo il 38,2% dei consensi, come riportato da "RomaToday". Dietro di lei, solo il primo cittadino di Palermo Leoluca Orlando.

Commenti

Grazie per il tuo commento