In Gran Bretagna 45mila nuovi casi al giorno. Ma per Johnson non c'è bisogno di restrizioni

Un altro colpo per la sanità inglese: in 40mila testati "negativi" per sbaglio

In Gran Bretagna 45mila nuovi casi al giorno. Ma per Johnson non c'è bisogno di restrizioni

Con la variante Delta la copertura vaccinale della popolazione deve salire, anche fino al 90%. A confermarlo anche il direttore del dipartimento di Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza. «Con il ceppo originario di Wuhan che aveva una capacità di trasmissione da uno a tre persone si riteneva ragionevolmente sufficiente una copertura del 70% per contenere la diffusione del virus - spiega Rezza- Ma un soggetto contagiato da variante Delta infetta il doppio delle persone, uno ne contagia sei, dunque la copertura vaccinale va alzata».

E alla copertura vaccinale vanno sempre e comunque affiancate delle misure di protezione altrimenti si alza il rischio di un aumento dei casi come sembrano dimostrare gli ultimi dati dalla Gran Bretagna che da giorni registra una media di circa 45mila nuovi casi al giorno. Sul banco degli imputati ancora una volta il premier Boris Johnson che ha revocato da tempo qualsiasi misura di restrizione. Uno studio pubblicato su Nature condotto dall'Embl-Ebi ha analizzato il ruolo delle diverse varianti del coronavirus in relazione alle misure di contenimento. Il ricercatore Moritz Gerstung e il suo gruppo di lavoro hanno utilizzato 280mila campioni virali sequenziati dal Covid-19 Genomics Uk Consortium (Cog-Uk). L'aumento della variante Alpha più trasmissibile è stato associato all'impennata delle infezioni all'inizio dell'inverno del 2020. Alpha si è diffusa mentre le altre varianti erano in discesa durante il secondo lockdown nazionale e le restrizioni a livello regionale tra novembre e dicembre 2020. È stato dimostrato che questa variante è stata soppressa dal rigoroso terzo lockdown nazionale all'inizio del 2021. Poi all'inizio dell'estate 2021, la variante Delta è diventata dominante i casi di questa variante altamente contagiosa hanno continuato ad aumentare nelle prime due settimane di luglio 2021, a causa dell'allentamento delle restrizioni, anche se oltre il 90% degli adulti in Inghilterra aveva anticorpi contro il coronavirus e quasi il 70% aveva ricevuto due dosi di vaccinazione. I casi di variante Alpha erano invece in diminuzione durante questo periodo. A dimostrazione che la copertura vaccinale deve essere accompagnata da misure di protezione.

E purtroppo nella gestione dell'epidemia da parte del Regno Unito si è aperta un'altra enorme falla. Ieri l'Agenzia per la sicurezza sanitaria ha reso noto che circa 43mila persone potrebbero aver ricevuto esito di test del Covid19 erroneamente negativo, per problemi in un laboratorio privato di Wolverhampton, nell'Inghilterra centrale. L'elaborazione dei tamponi è stata sospesa. Un errore che sui 400mila campioni «lavorati» nel laboratorio ne avrebbe coinvolti più di 40mila. Tutte le persone colpite saranno contattate e sarà loro consigliato di ripetere un test.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti