I nuovi assessori della Raggi: Mazzillo al Bilancio, Colomban alle Partecipate

Il sindaco di Roma ha scelto i nuovi assessori: Andrea Mazzillo andrà al Bilancio, Massimo Colomban alle Partecipate

I nuovi assessori della Raggi: Mazzillo al Bilancio,  Colomban alle Partecipate

Virginia Raggi ha trovato (forse) la quadra. Sarà infatti Andrea Mazzillo il nuovo assessore al Bilancio di Roma Capitale. La delega alle Partecipate andrà invece a Massimo Colomban.

Mazzillo, commercialista esperto di finanza locale e docente nell’università di Tor Vergata, è uno dei fedelissimi del sindaco di Roma. È stato proprio lui il suo "mandatario", colui che ha sovrinteso alla raccola di fondi per campagna elettorale tramite bonifico, carta di credito o pay-pal. Prima di militare nel Movimento 5 stelle, Mazzillo era stato candidato anche alle primarie per la segreteria regionale del Pd, a sostegno di Nicola Zingaretti nel collegio 16, per la lista "Con Veltroni, ambiente, innovazione, lavoro per Zingaretti". In passato è stato inserito nel centrosinistra di Ostia, e fino al 2007 è stato vicino ad Alessandro Onorato, poi diventato coordinatore del movimento di Alfio Marchini. Si era candidato anche con Lista civica per Veltroni nell’allora XIII Municipio (oggi è il X) ed era risultato primo dei non eletti per poi essere nominato coordinatore municipale della lista. Colomban, invece, è il fondatore di Permasteelisa, azienda di architetture monumentali, e leader di Confapri.

"Abbiamo davanti delle sfide importanti e il contributo di Mazzillo sarà prezioso vista la sua esperienza in finanza locale", ha detto Virginia Raggi ufficializzando la nomina, "Un contributo importante anche perché ha coordinato la stesura del programma per Roma del M5s elaborato con attivisti e cittadini. Mazzillo è alla guida di una squadra di tecnici e professionisti che abbiamo costruito nel corso di queste settimane. Ho chiesto a Mazzillo di ricoprire l'incarico in giunta non solo per le sue competenze ed esperienze tecniche ma anche per affermare che il Movimento mette in campo i suoi più qualificanti militanti".

Sarà la volta buona? Quello che sembra certo è che i nomi sono stati vagliati anche dalla Casaleggio Associati. Come racconta La Stampa, infatti, i curriculum sul tavolo del sindaco capitolino sono passati prima da Milano perché i vertici dei Cinque Stelle dessero l'ok definitivo. Dov'è finito lo slogan "Gli assessori li sceglie la giunta" sventolato a Palermo?

" Prendere un imprenditore del Veneto e affidargli la grande sfida del risanamento delle partecipate di Roma - dice intanto Luigi Di Maio - è un altro grande segnale". E sulla scelta replica: "L'ha fatta la Raggi".

Commenti