I presepi messi al bando Ora li vendono solo i cinesi

Nei grandi magazzini così come sulle bancarelle dei mercatini, bambin Gesù e Re Magi sono scomparsi

«Non si trova più la scatola con le statuine del presepe». Statuine disperse chissà dove col trasloco e un presepe orfano dei suoi protagonisti. Scatta subito al ricerca che ad oggi non è ancora terminata del tutto. Ci siamo detti: proviamo ad acquistare nuovamente tutto da capo, Giuseppe, Maria, il bambin Gesù, pastori e Re Magi. Ma niente da fare, non siamo riusciti nell'impresa più semplice: entrare in un negozio, scegliere le statuine e acquistarle.A Milano, di questi tempi, allestire a casa un presepe non è semplice. Prima tappa è piazzale Loreto. Due negozi: il primo è Coin, il secondo, qualche metro più in là un mega shop gestito da cinesi. Nel primo andiamo diretti al piano dove sono esposti gli addobbi e gli accessori per il Natale. Non troviamo nulla. C'è di tutto, ghirlande, palle colorate, sottopentola natalizi, ma niente nemmeno un pastorello o un asinello. Usciamo e proviamo ad andare da Aumai, sempre in piazzale Loreto. Troviamo soltanto qualche pecorella tra gli spremi agrumi. Una coincidenza? Non proprio.Seconda tappa Rinascente in Duomo: sette piani, qualcosa per il presepe ci deve pur essere. Al sesto piano ci sono luci e colori natalizi che presagiscono un'offerta non da poco per chi ha voglia di comprarsi sia l'albero che il presepe. Prima di chiedere informazioni facciamo ben tre giri tra gli scaffali, sembra quasi imbarazzante chiedere a una commessa sotto Natale se abbiano qualcosa per la «capanna». Sconfitti porgiamo la domanda: «Scusi stavamo cercando le statuette per il presepe, saprebbe indicarci dove sono?». La risposta è sconfortante: «Guardate, non ne abbiamo. C'è tutto per l'albero, ma per il presepe davvero non saprei come aiutarvi. Provate a vedere più in là se è rimasto qualcosa, ma non credo». Con scrupolo facciamo il quarto giro tra gli scaffali: andiamo via a mani vuote. A questo punto, ci si sposta verso i mercatini in Darsena. Anche lì niente da fare. Crauti e salamelle, pantofole di lana, ma nulla che abbia a che fare col presepe. Eppure li chiamano «mercatini di Natale». Penultima tappa alla Fiera dell'artigianato. Il nome parla da solo. Niente da fare pure qui: datteri, saponi e candele profumate proliferano, ma solo una natività dalle parti del Tirolo a prezzi astronomici. Giochiamo l'ultima carta: le edizioni San Paolo di piazza Duomo. E lì finalmente troviamo statuette a prezzi contenuti che permettono a chiunque voglia farlo di allestire il nostro vecchio, caro, presepe. Acquistiamo qualcosa e andiamo via. Tornando però ci accorgiamo che in un'edicola sotto casa c'è esposta una confezione con Giuseppe e Maria, una sorta di collana «Fai il tuo presepe» (pezzo per pezzo). Ovviamente per avere tutte le statuine bisogna cominciare a Pasqua ad acquistarle. A questo punto un suggerimento: meglio evitare di andare in giro a cercare nei posti più ovvi le statuine. Non le troverete. E non andate nemmeno nei mercatini natalizi. Ci sono i salami, i formaggi, ma non il bambin Gesù. Meglio cercare nelle poche cartolerie rimaste in periferia o nei nei pochi negozi di oggetti sacri: almeno lì la tradizione cristiana viene esposta su qualche scaffale. Oppure- come abbiamo potuto verificare- in qualche negozietto cinese che ha come core business le pile per orologi e qualche detersivo, spuntano ancora natività complete a pochi euro. Insomma, sembra una caccia al tesoro, il bue e l'asinello sono banditi. Ultimo, inutile, ossequio, alla prepotenza islamica.

Commenti

Tuthankamon

Mer, 16/12/2015 - 09:10

Ho notato che alcune "catene" di negozi hanno i presepi in vendita, altre per conformismo ateo hanno scelto di non venderle. La scelta è una prerogativa e va bene. Ma se fossimo seri dovrebbero "pagarla" con un pur lieve calo delle vendite (almeno io lo faccio). L'assurdo è che poi i Cinesi vendono i presepi nei loro negozi, pecunia non olet.

ccappai

Mer, 16/12/2015 - 09:14

Sono educato e non vi dico dove dovreste andare... In compenso vi propongo per l'articolo più inutile dell'anno!!

Hammurabi

Mer, 16/12/2015 - 09:18

Questa è vera integrazione! Ma al contrario; noi nei loro confronti. Avanti così e tra qualche anno il presepio si acquisterà dagli antiquari.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mer, 16/12/2015 - 09:24

Più che una convinzione sembra una EPIDEMIA da profonda crisi di identità e civiltà che stiamo VENDENDO. POVERA ITALIA!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 16/12/2015 - 10:06

Fatemi capire... almeno a Milano il presepe non lo fa nessuno, altrimenti nei negozi le statuine le venderebbero eccome secondo la logica della domanda e dell'offerta. Eppure riuscite a concludere l'articolo con "Ultimo, inutile, ossequio, alla prepotenza islamica". Ma non vi sembra di essere andati oltre il limite del ridicolo?

Luigi Farinelli

Mer, 16/12/2015 - 10:24

Non è solo un inutile ossequio alla prepotenza islamica, come scritto a fine articolo. Questa offensiva anticristiana ha radici più profonde e antiche che succhiano linfa laicista da tutti i corridoi dei palazzi di Bruxelles e dell'ONU, ormai in mano alla massoneria, il cui primo scopo uno dei cui scopi principale è proprio l'estirpazione delle radici cristiane dell'Occidente per sostituirle con una religione di Stato di tipo sincretista e panteista (sul modello induista), totalmente sotto controllo di un'autorità statale totalitaria e globalizzatrice gestita dalla solita élite "illuminata" la quale "ovviamente" fa tutto questo "per servire il popolo".

i-taglianibravagente

Mer, 16/12/2015 - 10:27

Finiamola con la storia dell'ossequio agli islamici! L'issequio c'e ma è alle agende e ai programmi massonici per fare diventare l'italia come altri paesi post-cristiani come per esempio l'inghilterra dove i presepi non si vedono più da un pezzo neanche nelle chiese! Instancabili ANTICRISTI.

Ritratto di MARKOSS

MARKOSS

Mer, 16/12/2015 - 10:44

ccappai ...COMPAGNO SARDEGNA ... TREDICESIMA QUESTO MESE ? PENSIONE O STIPENDIO , MA RIGOROSAMENTE STATALE ? TE LO HA SPIEGATO IL TUO BAMBOLO ROSSO SCULETTANTE CHE STIAMO NAVIGANDO OGNI MESE A + 25 MILIARDI DI DEBITO PUBBLICO CHE SI AGGIUNGE AL DEBITO PRECEDENTE DI 2000 E PASSA MILIARDI ?

NickByte

Mer, 16/12/2015 - 10:50

.. è SUFFICIENTE BOICOTTARE ....NON SI COMPERA NULLA DI NATALE IN UN NEGOZIO CHE NON VENDE "IL NATALE" .... SVEGLIATEVI ITALIOTI

Ritratto di michageo

michageo

Mer, 16/12/2015 - 11:02

io metterei un bel Maometto con tante salamelle al collo

Jimisong007

Mer, 16/12/2015 - 11:02

I Cinesi ci salveranno. Sembrano gli unici col desiderio di lavorare

chiara 2

Mer, 16/12/2015 - 11:05

DREAMER_66 si in effetti siamo abbondantemente oltre il ridicolo, infatti sarebbe stato corretto dire "ULTIMO, INUTILE, OSSEQUIO ALLE PREPOTENZA ROSSA E DEI PDIOTI"

bruno.amoroso

Mer, 16/12/2015 - 11:09

un articolo che fino alla penultima frase era da ultima pagina di cronaca cittadina, quella che si legge mentre si è in bagno. E vabbè. Ma con l'ultima invece avete dimostrato la vostra ridicolaggine, paranoia e incapacità di dare un'informazione sensata. L'unica notizia decente in tanta inutilità è che alla fine sono i cinesi a vendere presepi (come qualunque altra cosa)

Ritratto di Scassa

Scassa

Mer, 16/12/2015 - 11:13

scassa mercoledì 16 dicembre 2015 Domanda a - cappai e a dreamer - ma quanto vi pagano per sputare sull'Italia ? Mi raccomando investiteli bene e che buon pro vi faccia!!!!!!!!!!!scassa.

Aegnor

Mer, 16/12/2015 - 12:27

Proponiamo con un referendum che in tutte le scuole,ospedali,piazze e varie in cui sono stati proibiti i simboli della Cristiaità e del Natale vengano messi i simboli del comunismo,vediamo se in questo caso si preoccupano seguire il politically correct

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 16/12/2015 - 18:52

Scassa: 1750 euro netti al mese... sono fondi che trattengono dalla sua pensione. Li spenderemo benissimo ;-)

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 16/12/2015 - 18:52

chiara 2: eh.. sarebbe stato un briciolo più originale.