"Informare in Africa per evitare i morti"

Cooperativa sensibilizza i migranti in Gambia con l'appoggio del Viminale

«Alla domanda rifaresti questo viaggio? molti richiedenti asilo che vivono nelle nostre strutture hanno risposto no». A dirlo - durante un dibattito a SkyTg24 - l'operatore di una cooperativa che ha raccontato come loro siano impegnati in una campagna di sensibilizzazione sui rischi delle traversate nei paesi d'origine dei migranti, soprattutto in Guinea. Un assist colto al volo da Matteo Salvini, che sui suoi canali social ha condiviso questa testimonianza, definita «illuminante», accompagnandola con una riflessione che da sempre è un suo cavallo di battaglia: «Più informazione nei Paesi d'origine eviterebbe tante morti e tante nuovi schiavi».

La tesi, come detto, è nota, e anche nel mondo cattolico c'è chi esprime posizioni non dissimili. Uno di questi è il vescovo di Ventimiglia, che rispondendo alla lettera di 110 sacerdoti, suore e operatori della Chiesa che chiedevano alla Cei più impegno per contrastare l'avanzata della xenofobia, monsignor Antonio Suetta ha scritto: «Fermo restando il diritto per ogni uomo di cercare fortuna fuori dalla propria terra di origine, come anche il dovere di accoglienza per i Paesi più ricchi del mondo, bisogna garantire ai popoli la possibilità di non emigrare, di vivere nella propria terra e di offrire là dove si è nati il proprio contributo al miglioramento sociale». Anche perché «l'esperienza dell'emigrazione è dolorosa per ogni uomo».

Anche in questo caso Salvini ha colto la palla al balzo («sono d'accordo con questo vescovo di frontiera che il dolore e la morte causati dallo schifoso business dell'immigrazione clandestina li conosce da vicino»), proprio mentre il missionario comboniano Alex Zanotelli, celebrando a San Pietro una messa a conclusione di un digiuno a staffetta contro le politiche della Ue e del governo italiano sui migranti, invitava «i funzionari della polizia alla disobbedienza civile per impedire che si possano deportare persone verso Paesi dove rischiano la vita».

Su quali debbano essere i luoghi di sbarco ha detto la sua anche l'Alto commissariato dell'Onu per i Rifugiati, secondo cui «le persone soccorse non hanno un diritto illimitato a scegliere dove andare; le destinazioni devono garantire assoluta sicurezza ma non necessariamente nel luogo di loro preferenza». L'Unhcr ha comunque espresso «soddisfazione per le azioni intraprese negli ultimi giorni da diversi Paesi europei per porre fine alla fase di stallo nel Mediterraneo» (il riferimento è ai 450 migranti sbarcati a Pozzallo e presi in carico dai governi di Francia, Germania, Italia, Malta, Spagna e Portogallo, ndr). «Si tratta di accordi nave-per-nave che non sostenibili nel lungo periodo e non affrontano le cause che stanno alla radice dei flussi - ha detto l'Alto commissario Filippo Grandi - ma sono anche un esempio positivo di come, lavorando insieme, si possano sostenere i soccorsi in mare e gestire le frontiere rispettando allo stesso tempo gli obblighi internazionali del diritto d'asilo».

Intanto, anche se negli ultimi giorni c'è stata una relativa tregua sul fronte degli sbarchi, piccoli contingenti di profughi continuano ad arrivare sulle nostre coste. Venerdì sera un' imbarcazione con 15 persone a bordo (6 uomini e 9 donne) è approdata a Lampedusa: era stata avvistata a qualche miglio dall'isola siciliana da una motovedetta della Guardia costiera, che l'ha poi scortata in porto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Dom, 22/07/2018 - 09:35

Finalmente fermarli, prima che partono. Costerebbe molto meno. varie ong a coop, andrebbero a far parte dell'esercito dei boscaioli

19gig50

Dom, 22/07/2018 - 09:53

Come il Volo su Vienna, fortemente voluto da Gabriele D'Annunzio, dovrebbero essere organizzati voli di volantinaggio sui paesi africani per informarli che, quella della migrazione è una presa in giro, messa in atto dalle coop, dalle ong, dai preti e da tutti quei sinistri e sinistresse che gli hanno convinti di essere preziose risorse. La traversata oltre, a mettervi in mano a personaggi senza scrupoli, comporta dei rischi che spesso di traducono in morte per chi affronta il viaggio. Il mondo ha il dovere di aiutarvi nei vostri paesi per rendervi padroni del vostro futuro. Non cedete alle lusinghe di chi cerca di lucrare sulle vostre vite e quelle dei vostri figli.

elpaso21

Dom, 22/07/2018 - 10:00

Queste notizie non piacciono ai buonisti che invece VOGLIONO i migranti.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 22/07/2018 - 10:16

Sono anni che commento,che su tutti i giornali,dei Paesi da cui provengono queste "risorse"(che a quanto pare non sono "poveracci" analfabeti),dovrebbero apparire COSTANTEMENTE dei forti messaggi "disincentivanti".Come pure disincentivare DRASTICAMENTE,le condizioni di "accoglienza" di "permanenza",di "sussistenza",respingere,rimpatriare il più possibile il più velocemente possibile(a spese dei Governi dei LORO paesi,corresponsabilizzandoli/coinvolgendoli economicamente in queste spese).Con la attuale tecnologia,la voce si sparge rapidamente!!Volere è Potere!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 22/07/2018 - 10:42

E non solo. Bisogna pure bloccare i messaggi"positivi" via cellulare, dei singoli individui, che dall'Europa partono verso il continente africano a parenti e amici. A che cacchio serve una campagna negativa in loco se un camerunense qualsiasi ti descrive l'Italia come il paese delle meraviglie per fancazzisti pagati. anche a me un COLLEGA marocchino ha detto che se lo avesse saputo rimaneva in Marocco dove si campa con moolto meno lavorando moolto meno ma è stato ingannato da TELEFONATE POSITIVE inviate da AMICI dal paese dei balocchi rossi ( Emilia Romagna).

manfredog

Dom, 22/07/2018 - 10:43

..le informazioni che ricevono, e che riceverebbero ancor più 'convincenti', dalla parte 'opposta', sarebbero delle sirene irresistibili, e quindi dubito che la cosa possa avere un grande effetto. mg.

Ritratto di akamai66

akamai66

Dom, 22/07/2018 - 10:44

Unhcr , premetto che i giornali tutti non dovrebbero dare per scontato che l'acronimo è noto a TUTTI,ormai facciamo finta che TUTTI sappiano TUTTO.Scrivetelo per esteso e dite anche che è un megacarrozzone nato nel 1950, e là è rimasto per il suo modo di leggere i problemi, si offendono?Spero peggio!TUTTI i campi profughi incancreniti nel mondo sono il frutto della loro ignavia, ignavi come li intendeva Cristo!!

Ritratto di giordano

giordano

Dom, 22/07/2018 - 10:44

farlo prima no? anche un bambino dell'asilo sapeva che era la prima cosa da fare.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 22/07/2018 - 10:44

Necessita andare avanti cosi, passo per passo, per bloccare l'invasione. Invasione voluta sponsorizzata da mondialisti con la sinistra cialtrona e ue come braccio armato. Bisogna fargli capire che qui non c'è trippa per gatti.

bobots1

Dom, 22/07/2018 - 11:04

@giordano: Lei ha perfettamente ragione...era la prima cosa da fare (lo avrebbe capito un bambino) ma prima governava la chiesa con le sinistre ipocrite...e i falsi buonisti !

Ritratto di Civis

Civis

Dom, 22/07/2018 - 11:05

Nessuno parla dei canali legali per entrare in Europa. I cinesi usano solo quelli. In Africa, ci sono 54 fra Ambasciate e Consolati italiani. I Paesi della UE sono 27 , quindi in Africa ci sono circa 1500 uffici ai quali chi vuole migrare in Europa può rivolgersi. Chi chiede un visto deve dimostrare di potersi mantenere per il tempo richiesto e un Tour di 8 giorni in Europa, tutto compreso, costa 1000€. Deve anche avere un biglietto di AR e quello aereo costa 1200 €. Poche altre frattaglie e non si superano 2500 € per un divertimento di 8 gg e un viaggio sicuro. DITEGLIELO, PUBBLICIZZATELO, FATE LAVORARE GLI UFFICI VISTI. Solo i delinquenti arrivano irregolarmente.

steluc

Dom, 22/07/2018 - 11:17

@Giordano, lei ha ragione, ma fino a qualche tempo fa passava il pensiero unico dei sinistrati mentali di tutto il mondo,che l’immigrazione è incontrollabile, che è bella, che ci arricchisce ed è nostro dovere accogliere. Poi ai mondialisti dei miei...stivali qualcosa andò storto, Brexit Trump Visegrad ,, Poi Austria e udite udite Italia.La pappatoia si riduce, e il cerberoringhia idrofobo, sarà dura fare arrivare i giusti messaggi, perché i governi e parlamenti e ist.sovranazionali sono infiltrati , ci resta solo il voto.

Mobius

Dom, 22/07/2018 - 11:22

Ovviamente è questo il tasto da battere. Ma non perdiamo di vista l'obiettivo principale: salvare l'Italia dall'invasione.

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Dom, 22/07/2018 - 12:03

Esatto, "bombardare a tappeto" di volantini tutta l'Africa: "L'eldorado in Italia non c'è mai stato. Nemmeno in Europa. Quei 3-4000 Euro a persona, risparmiateli. E se proprio ai vertici dei vostri Stati ci sono canaglie corrotte, lottate per il vostro Paese come gli Italiani hanno fatto. Anche "a schioppettate" se occorre. Non buttate i soldi ai "pescecani": scafisti, ong e coop sono squali insaziabili. Metteteli a digiuno per sempre - NON PARTITE -"

petra

Dom, 22/07/2018 - 12:04

Finalmente. E' da tanto che lo dicevamo.

sibieski

Dom, 22/07/2018 - 12:11

i migranti sanno tutto..ma vengono qui solo per farsi mantenere

venco

Dom, 22/07/2018 - 12:27

Giusto informare e propagandare in Africa di non venire, perche non ne hanno diritto, e invece fino adesso sono sempre stati invitati e difesi da tanti cittadini indegni.

leopard73

Dom, 22/07/2018 - 12:54

Non si chiamano buonisti ma affaristi infami mafiosi, non scordiamoci MAFIA capitale...

Gianni11

Dom, 22/07/2018 - 12:57

Ahhhh...il buonismo sara' la nostra fine. Quelli smettono di venire solo quando si rimorchiano indietro da dove sono salpati. L'Africa e' un disastro che continuera' a peggiorarsi, grazie agli africani. Nessun discorso li ferma da cercare di venire in Europa; solo la forza. Volevano l'Africa agli africani? E mo' che se la tengano; e che stiano li'. Cavoli loro.

Ritratto di euklid

euklid

Dom, 22/07/2018 - 14:34

Ottima idea, è la stessa che ho proposto qualche giorno fa proprio in uno di questi commenti: fare delle inchieste giornalistiche facendo parlare i migranti e poi mandarle in onda nei paesi di origine e pure in Italia, così magari si toglie la terra da sotto i piedi a qualche buonista che, magari, sta facendo un sacco di soldi con questa povera gente.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 22/07/2018 - 14:56

@Civis:...concordo! Il problema è che quasi tutti questi "clandestini" non hanno i requisiti,per avere un passaporto.Poi c'è il fatto che se entrassero "regolarmente",scadrebbe AUTOMATICAMENTE lo stato(la scusa),di "presente sul territorio Italiano" come "fuggitivo" ad una guerra(che non c'è),"perseguitato politico","rifugiato",o spinto da qualche altro "diritto" ad entrare nel "circuito accogliente-buonista",che l'italia,sino a "ieri" garantiva,andandoli a raccattare alla partenza!Un semplice "turista" non avrebbe DIRITTO,a tutti questi "benefici",e dopo 8-15 giorni,dovrebbe tornarsene a casa!Pertanto preferiscono pagare molto di più,rischiare molto di più,perchè il prezzo ed il rischio,sino a ieri" valevano la candela" di un mantenimento a vita!

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Dom, 22/07/2018 - 14:59

Onefirsttwo dice : Quelle suggerite nell'articolo sono tutte sciocchezze o non verità STOP C'è chi dice passivamente che l'emigrazione è un fenomeno ineluttabile : anche questa è una sciocchezza STOP La verità è che si tratta si di un fenomeno ma che esso è trattato con superficialità da chi ha le leve del potere STOP Il risultato è il casino STOP Il fenomeno va fermato STOP L'unico modo è il piano 48-ore di Onefirsttwo STOP L'alternativa è il caos STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 22/07/2018 - 15:15

@Civis:...concordo! Il problema è che quasi tutti questi "clandestini" non hanno i requisiti,per avere un passaporto.Poi c'è il fatto che se entrassero "regolarmente",scadrebbe AUTOMATICAMENTE lo stato(la scusa),di "presente sul territorio Italiano" come "fuggitivo" ad una guerra(che non c'è),"perseguitato politico","rifugiato",o spinto da qualche altro "diritto" ad entrare nel "circuito accogliente-buonista",che l'italia,sino a "ieri" garantiva,andandoli a raccattare alla partenza!Un semplice "turista" non avrebbe DIRITTO,a tutti questi "benefici",e dopo 8-15 giorni,dovrebbe tornarsene a casa!Pertanto preferiscono pagare molto di più,rischiare molto di più,perchè il prezzo ed il rischio,sino a ieri" valevano la candela" di un mantenimento a vita!

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 22/07/2018 - 15:18

--ahhahahah che teste vuote---come se in africa non sia arrivato internet e che funzioni anche nelle zone più disparate con pc a manovella---il web ha rimpicciolito il mondo ---ha accorciato le distanze ----ha reso tutti edotti --ha fatto capire anche ai popoli più poveri della terra ma con sottosuoli carichi di petrolio e minerali il ruolo da vampiri svolto dalle multinazionali occidentali come la nostra eni ai loro danni---diciamo che questi popoli a un bel momento si siano stufati di vivere con redditi da 2 dollari bucati al giorno e tentino il tutto per tutto--al loro posto farei altrettanto swag--

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 22/07/2018 - 15:42

@Gianni11:CONCORDO!Il problema dell'Africa sono gli Africani stessi! Invece di spendere questi soldi(che dalle loro parti sono una fortuna..),questi "privilegiati",si diano da fare nei LORO Paesi,per cambiare le cose nei LORO Paesi,e costruire nei LORO Paesi una "storia",come abbiamo fatto noi in migliaia di anni(con tutti i sacrifici del caso)!Cominque sia,se continueranno ad essere "accolti" e considerati come "risorse",scanseranno questo percorso,e sceglieranno la via più semplice(lasciando indietro milioni e milioni di africani,meno fortunati)!

vince50

Dom, 22/07/2018 - 15:49

Basta diffondere in ogni modo possibile un messaggio molto chiaro ma sopratutto credibile e convincente,Ossia :Non imbarcatevi perchè non ci sarà nessuno ad accogliervi,oppure fatelo se credete però a vostro rischio e pericolo.Se poi si potessero aiutare a vivere nel loro paese,la volontà non credo manchi a nessuno nei limiti del possibile.