Ladylike: da Bersani a Renzi fino al flop in Veneto

La fulminea carriera di Alessandra Moretti, tra gaffes e passi falsi. L'ultimo prima del voto: "Vinceremo 7 a 0"

“Ho 41 anni, sono nata e cresciuta a Vicenza. Oggi sono avvocato e mamma di due figli. Mi sono appassionata alla politica fin da ragazza e ho scelto di studiare Giurisprudenza”. Con queste poche parole Alessandra Moretti si presenta, nel suo sito online, agli elettori veneti.

Come ricorda lei stessa la sua fulminea carriera politica ha inizio nel 2008 quando diventa vicesindaco e assessore all’Istruzione della sua città nella seconda giunta guidata dal sempreverde Achille Variati. Da allora, la Moretti di strada ne ha fatta parecchia ma i veneti hanno bocciato la sua bramosia di successo concedendole un misero 22,7% a fronte del 50,2% dato a Luca Zaia. Nel 2012, infatti, diventa portavoce del comitato di Pier Luigi Bersani per le primarie che vedono sconfitto quel Matteo Renzi che due anni dopo la candiderà capolista alle Europee. È proprio il buon risultato del Pd ottenuto nel verde Veneto (37,5%) la spingono a lasciare il seggio di Bruxelles nella convinzione di poter strappare la Regione al Veneto, confortata anche dalla candidatura di disturbo del “ribelle” sindaco di Verona Flavio Tosi. La Moretti, convertita al renzismo, il 29 maggio con un tweet si sbilancia in un pronostico che in queste ore si rivela un autogol: “Sono convinta che alle Regionali faremo un 7-0 e quello in Veneto sarà il golden goal”. Peccato che i numeri dei risultati definitivi siano impietosi e la vedano perdente in tutte le province. Il dato più clamoroso è la sconfitta con distacco di 20 punti percentuali a favore del governatore uscente proprio nella sua Vicenza, mentre in provincia il divario aumenta di 7 punti percentuali (57 a 20). Significativa è anche la sconfitta subita nella tradizionalmente rossa Venezia che le assegna un 30%, dato leggermente superiore alla media regionale, ma comunque assai inferiore rispetto al 43% preso da Zaia in una città dove probabilmente le comunali saranno vinte dal candidato Pd Felice Casson.

La Moretti paga un duro prezzo per le sue clamorose gaffes collezionate durante la sua campagna elettorale. Le più famose sono senza dubbio quelle fatte nel corso delle due interviste rilasciate al Corriere.it. Nella prima lei si autodefinisce una “ladylikes” che cura il proprio corpo andando dall’estetista almeno una volta alla settimana, mentre nella seconda dichiara che un anziano che vive da solo, con la pensione minima, potrebbe benissimo arrotondare accogliendo un profugo nella propria casa. Non paga della gaffe commessa cerca di mettere una pezza che è peggio della toppa attaccando i giornalisti. "Una menzogna ben orchestrata - dal giornalismo di destra - da Libero a Il Giornale, passando da La Gabbia -, cavalcata da movimenti come Forza Nuova e su cui sono scivolati perfino gli autori di Maurizio Crozza. Eppure bastava riascoltare la chiacchierata che ho fatto con David Parenzo sulla proposta del prefetto di Venezia. La trovate sul sito del CorriereTV e sfido chiunque a indicarmi il minuto esatto in cui io avrei formulato inviti e consigli di questo tipo”, scrive la Moretti su Facebook. Peccato che, riascoltando l’intervista, si può solo notare come lei perda senza ombra di dubbio alcuno la sfida. Ultima ma non meno importante è la figuraccia fatta sulla qualità della sanità veneta. Sempre su Facebook, Ladykes il 19 maggio scrive di aver ricevuto una telefonata del ministro della Salute Beatrice Lorenzin in cui veniva informata dei ritardi nelle liste d’attesa e di altri disservizi. Tutto falso ovviamente, la Lorenzin è a casa in attesa di partorire e certo non stava pensando a chiamare la Moretti tanto è vero che dopo poche ore il post viene rimosso. A urne chiuse non ci resta che attendere la prossima competizione elettorale nella quale sarà impegnata Ladylikes per scoprire quali saranno le nuove gaffes…

Commenti
Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Lun, 01/06/2015 - 12:42

Una meteora, col botto! Spero di non dovermela più sorbire troppo, in TV, con il sorriso da PD sulla faccia...

Ritratto di pinox

pinox

Lun, 01/06/2015 - 12:53

arrivista disposta a tutto ma del tutto inconsistente!!

bruna.amorosi

Lun, 01/06/2015 - 13:06

ma dai poverina neanche i parlamentari veneti l'hanno votata anzi sono andati in ferie . perciò si lecchi le ferite e sia un pochino più umile.

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Lun, 01/06/2015 - 13:10

Stavolta le è andata male. Ritenti la prossima volta.

Ritratto di illuso

illuso

Lun, 01/06/2015 - 13:10

In veneto avevamo e abbiamo Zaia il miglior governatore d'italia, non era possibile che una Moretti qualsiasi lo mettesse in difficoltà. Aggiungo che era meglio destinare gli eurucci spesi per le regionale al referendum sulla secessione. Buona giornata e un grazie di cuore ai miei conterranei...viva il Leone Alato

ortensia

Lun, 01/06/2015 - 13:12

La buca se l'é scavata sotto i piedi da sola andando a raccontare cosa ci faceva con i suoi peli, capelli e pelle tutte le settimane dall'estetista. Le donne, ormai costrette a lavarsi i capelli in casa per risparmiare, non le hanno perdonato la sbruffonata. Non e'capace di parlare ma nemmeno di star zitta. Mi sa che la vedremo meno in TV a dire banalita'.

cgf

Lun, 01/06/2015 - 13:24

Ora speriamo si renda conto di non aver volato con ali proprie, dal nido dell'aquila è scesa con la frana.

giovauriem

Lun, 01/06/2015 - 13:38

moretti , se vuoi visibilità prova con maria de filippi , oppure all'isola dei famosi , vedrai che in quel contesto andrai molto meglio .

Emilio il pazzo

Lun, 01/06/2015 - 13:59

Una nullità penosa

Ritratto di emmepi1

emmepi1

Lun, 01/06/2015 - 14:02

signora Moretti, ahahahahahah !!!

Ritratto di Paolo700

Paolo700

Lun, 01/06/2015 - 14:14

All' isola dei famosi è fortissima!!! Mi sa che le ha dato l' idea da cento milioni, e ce la troveremo presto davvero lì...

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Lun, 01/06/2015 - 14:21

Vai Moretti, vai; salutami l'estetista ...!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 01/06/2015 - 14:27

Poverina, quasi mi viene da piangere. In chiacchiera e presunzione ha imparato da Renzi.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 01/06/2015 - 14:28

Comincio a pensare che Renzi l’abbia mandata nel Veneto per togliersela dai piedi. Forse è antipatica pure a lui.

Libertà75

Lun, 01/06/2015 - 14:29

Il problema del pd in Veneto, è che lì i veneti hanno capito perfettamente che il PD è contro il lavoro e le piccole imprese. Zaia non è amatissimo, semplicemente è l'unico che permette ai veneti di lavorare. Ha vinto il lavoro e ha perso il razzismo.

griso59

Lun, 01/06/2015 - 14:33

La maestrina supponente e' stata accontentata.

marcoghin

Lun, 01/06/2015 - 14:36

Tipica renzina, il nulla dietro le chiacchiere e l'arroganza.

Ritratto di Margherita Campanella

Margherita Camp...

Lun, 01/06/2015 - 14:44

Unica vera soddisfazione di questa tornata elettorale è stata quella di assistere alla clamorosa sconfitta della Moretti: arrogante, sciocca e vanesia al punto tale da fare arrossire per la vergogna l'intera categoria delle donne. Ma le donne di sinistra non erano tutte culturalmente superiori? Resto convinta del fatto che ogni popolo abbia quel che merita. Il centrodestra marchigiano ha fatto schifo proponendo una dubbia figura dal recente passato comunista, col risultato che senza unità il candidato di FDI e Lega non ha tenuto. L'Umbria e la Toscana hanno riconfermato due impresentabili. E la Puglia? Evidentemente ai pugliesi non è bastato Vendola. Sulla Campania sorvolo. Che spettacolo indecoroso. Manca una DESTRA che unisca TUTTI i soggetti e non solo un paio, ma tanto se la prendono con SALVINI.

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 01/06/2015 - 15:03

La Moretti, tipica espressione del Renzismo, cioè il nulla totale, la fuffa, le comiche.

Ritratto di mrHope...

mrHope...

Lun, 01/06/2015 - 15:29

poco male per lei, da mantenuta al neuroparlamento a mantenuta alla regione veneto, politicamente parlando una perfetta incapace degna del nuovo senato voluto dal pentolaro... il nuovo avanza(to)

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Lun, 01/06/2015 - 16:21

QUELLO CHE CONTA IN QUESTE ELEZIONI REGIONALI È IL RISULTATO DEL VENETO.Siamo gli americani d' italia, il resto, Lombardia a parte, vivacchia come l' URSS di BREZNEV, cosa testimoniata dal colpo di coda della conquista da parte del PD di una regione come la CAMPANIA simbolo dei QUAQUARAQUA'.Contro questa regione espressione di azzeccagarbugli di ogni tipo che ha portato a dorso di CIUCCIO la KULTURA di tutta l' italia con evidenti risultati cui l' ex ( senza rimpianti ) presidente NAPOLITANO ha avuto un ruolo fondamentale sotto tutti i profili, ZAIA dovrà riportare ai vertici, oltre alla politica del FARE anche quella CULTURALE VENETA: TANTO PER INTENDERCI, NON E' POSSIBILE CHE ANCHE AL TG3 REGIONALE, NON ESISTA CHE UNA REDAZIONE VETERO KOMUNISTA RIMASTA AL PRE KAKO.