L'avvertimento di Savona: "Ora pregiudizi sull'Italia. Come caverna di Socrate"

Paolo Savona dalla Consob parla del debito dell'Italia e rilancia l'idea di un titolo europeo "alternativo al Bund tedesco"

Il presidente dalla Consob, Paolo Savona rompe il silenzio sulla procedura di infrazione che l'Ue si appresta ad aprire contro l'Italia e sull'allarme che è scattato sui mercati. L'ex ministro agli Affari Europei manda un messaggio chiaro a Bruxelles: "I sospetti sulla possibile insolvenza del debito pubblico italiano sono oggettivamente infondati. Se la fiducia nel Paese è solida e la base di risparmio sufficiente, livelli di indebitamento nell'ordine del 200% rispetto al Pil non contrastano con gli obiettivi economici e sociali perseguiti dalla politica". Per Savone "ciò non significa che non esista un limite all'indebitamento, ma, come insegna un elementare criterio di razionalità economica, per garantirne la sostenibilità il suo saggio di incremento deve restare mediamente al di sotto del saggio di crescita del Pil. Ogni indicatore che comporta l'esistenza di un limite oggettivo alla crescita, come l'output gap, resta privo di validità storica e pratica, ancor prima che logica". Ma "se il criterio di razionalità indicato venisse accettato a livello europeo e fosse rispettato dalle autorità di governo, si restituirebbe a debiti sovrani, incluso quello italiano, la dignità di ricchezza protetta che a essi attribuiscono giustamente gli investitori. Il raggiungimento di questa condizioni allontanerebbe i sospetti sulla possibile insolvenza del nostro debito pubblico, oggettivamente infondati".

Poi il presidente della Consob ha lanciato una proposta che riguarda da vicino proprio l'Europa: "Dovrebbe creare un titolo privo di rischio e alternativo al Bund tedesco. Un contributo significativo alla stabilità finanziaria verrebbe dalla creazione di un titolo europeo privo di rischio (European safe asset) - afferma - l'unico safe asset esistente oggi in Europa è di fatto il Bund tedesco". Secondo Savona "si potrebbe utilizzare il potere di raccolta insito nell’Esm, l’European Stability Mechanism per emettere un titolo avente le caratteristiche richieste da tutti gli investitori globali di liquidità. L’euro ne risulterebbe rafforzato come valuta internazionale". Poi torna a parlare dell'Italia: "Per la comunità europea e globale l'Italia non rappresenta un problema finanziario ma una risorsa alla quale molti Paesi attingono per soddisfare la loro necessità. L'Italia non assorbe flussi di risparmio dall'estero ma ne cede in quantità superiore al suo debito pubblico". Infine lancia una provocazione con un paragone filosofico: "È come se l’Italia fosse collocata dentro la ’caverna di Socrate' - afferma, ricordando il pensiero di Platone - dove le luci fioche della conoscenza proiettano sulle pareti un’immagine distorta della realtà, con un vociare a senso unico che stordisce. È compito di chi riveste posizioni di vertice della politica, dell’economia, dei mezzi di informazione rafforzare la luce e abbassare i toni per ristabilire la fiducia sul futuro del Paese. Non esiste alcun vincolo oggettivo insuperabile alla crescita".

Commenti

VittorioMar

Ven, 14/06/2019 - 13:09

..il PROF. SAVONA meriterebbe il posto di DRAGHI alla BCE..per il BENE di tutta L'UE !!

killkoms

Ven, 14/06/2019 - 14:10

il giappone ha il debito pubblico al 250% del PIL,eppure la sua economia va! la germania non vorrà mai gli euro Bond poiché non potrebbe più piazzare il suo debito a costi irrisori!li accetterebbe solo se schiat tasse una delle su e ba nche!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Ven, 14/06/2019 - 14:16

La proposta di Savona è più che accettabile a mio avviso. Quando la Germania entrò nella Ue chiese che tutti i bond dei paesi membri venissero parametrati sul suo bund. Risultato? Fu proprio la Germania a guadagnarci in modo sostanziale. Per non parlare dei tucchi che Rebekah Kasner l'amburghese usa per far risaltare certa bravura economica della Gemania. Sul sito del Linkiesta basta digitare "I cinque trucchi con cui la Germania BARA sui conti" e vedrete la furbizia fattasi "donna"..

schiacciarayban

Ven, 14/06/2019 - 14:21

Sagge parole, ma Salvini capisce cosa vuol dire? Oppure così troverà la scusa per sforare in qualsiasi modo?

Ritratto di babbone

babbone

Ven, 14/06/2019 - 14:23

si continua a leggere gli articoli con i paraocchi come i cavalli.....comunisti siete e comunisti rimarrete.....ottusi. se non capite l'articolo alla prima rileggetelo vi aiuta a comprendere.

rokko

Ven, 14/06/2019 - 14:37

Savona è lo stesso secondo il quale quest'anno saremmo cresciuti del 3%/3.5%. Faccio notare che l'economia del Giappone non è confrontabile con quella italiana, essendo basata su un'infrastruttura totalmente diversa (tutta una serie di colossi mondiali dell'auto e dell'elettronica), oltre al fatto che se vogliamo emulare il modello giapponese dobbiamo farlo in toto, non solo con riferimento al debito pubblico. Il che significa pensioni a 70 anni e passa, zero scioperi, e tantissime altre cosettine che i più qui farebbero fatica a digerire.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 14/06/2019 - 14:43

ciò che Savona chiede è sempre stato indigesto alla Germania, ovvero un titolo di emissione a garanzia Europea che garantisca al contempo il debito italiano; i tedeschi (con i loro fidi "cani da guardia" olanda e finlandia) si sono sempre opposti all'unione bancaria europea (perchè questo alla fine significherebbe in ordine pratico la soluzione proposta da Savona) quindi è facilmente prevedibile che tale proposta venga rigettata dall'UE. Non se ne esce. Finchè ITALIA e Italiani saranno ristretti in ambito €uro e costretti su scelte imposte loro per fare quadrare i conti mantenendoli entro certi limiti prestabiliti, non ci potrà mai essere un rilancio dell'economia italiana ma solo AUSTERITY, ma forse è proprio ciò che auspicano i tedeschi ovvero ridurre l'Italia come la Grecia.

pinolino

Ven, 14/06/2019 - 14:54

Tutte le volte che un politico italiano di qualsivoglia schieramento pronuncia nella stessa frase "debito pubblico" e "risparmio privato" c'è un banchiere svizzero che stappa champagne.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 14/06/2019 - 14:59

@ rokko 14:37 - per emulare con successo il "modello giapponese" occorrerebbe che l'Italia disponesse anche della sua valuta propria (l'€uro non è la valuta italiana) e della sua banca centrale (la BCE non è la banca centrale dell'Italia) come il Giappone dispone dello Yen e della BoJ... quindi allo stato attuale, la cosa è irrealizzabile.

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 14/06/2019 - 15:02

@ Marguerite : aggiorniamoci tra qualche anno, quando la valuta "carta igienica" sarà l'€uro (destinato a saltare, non questione di se ma di quando) peraltro i tedeschi non hanno mai posto veto al vecchio Marco che i tedeschi utilizzano internamente per transazioni in contanti per piccoli acquisti, così come è accertato che in DE vi siano ancora in circolazione una massa piuttosto "importante" di vecchi Marchi, conservati dai tedeschi...

Ritratto di aorlansky60

aorlansky60

Ven, 14/06/2019 - 15:09

Ciò che gli europeisti italiani non riescono a capire è quanto questo sistema (€uro e UE) sia un vero affare solo per la Germania; con il loro bund che rende ormai ZERO (o anche meno) i tedeschi riescono a finanziare il loro debito pubblico a costo ZERO, al contrario di altri paesi EU cui è richiesto uno spread; non solo, ma grazie a quest'ultimo fanno felici anche i mercati finanziari che possono chiedere maggiori interessi all'Italia affinchè questa finanzi il proprio debito. In un unione europea ideale non dovrebbe esistere "lo spread", proprio come gli Stati Uniti d'America i cui 50 stati non sono vessati da spread(figurarsi!). Questo dell'€uro è un sistema fatto apposta su misura per la Germania e gli interessi della sua componente finanziaria, cui sono stati resi succubi tutti gli altri paesi membri, a cominciare dall'Italia.

mzee3

Ven, 14/06/2019 - 15:10

pinolino @@@@ Lei ha perfettamente ragione ! Il guaio è che l'italiano medio non capisce la pericolosità di queste parole… Come per esempio: (…) Se la fiducia nel paese è solida e la base del risparmio è sufficiente(…) La possibilità che un domani non molto lontano un governo possa fare ciò che ha fatto Amato..

kennedy99

Ven, 14/06/2019 - 15:11

a questi grandi economisti keynes non a insegnato proprio nulla. se avessero adottato le teorie di questo grande economista. adesso non ci troveremmo in questa situazione.

mzee3

Ven, 14/06/2019 - 15:16

(…)Il debito al 200% possibile, sarà sostenuto dal risparmio dagli italiani!(..) CAPITO? FELPATONI? NOOO??? Vuol dire : Avete soldi in banca? Bene! Ve li prendo se mi servono!! Vi ricorda nulla Amato? Questo è peggio!

Marguerite

Ven, 14/06/2019 - 15:30

E vero che Savona ha un fiuto eccezionale....per l’economia...HA PREVISTO UNA CRESCITA DI PIÙ DI 3% IN ITALIA IN 2019!!!

XDoc

Ven, 14/06/2019 - 15:33

1)Savona introduce con (testuale): "ciò non significa che non esista un limite all'indebitamento, ma, come insegna un elementare criterio di razionalità economica, per garantirne la sostenibilità il suo saggio di incremento deve restare mediamente al di sotto del saggio di crescita del Pil". Questo da solo indica che matematicamente l'indebitamento non può incrementarsi (in percentuale), ma soltanto diminuire. 2) sentirmi dire "facciamo pure debiti con lo stato, alla peggio ci prendiamo i risparmi degli italiani" mi fa accapponare la pelle (credo che tecnicamente si chiami esproprio capitalista). 3) direi di vietare ai commentatori di utilizzare come esempio il Giappone, basta solo dare un'occhiata alla spesa annua per gli interessi del loro debito e chiunque si zittisce.

ghorio

Ven, 14/06/2019 - 15:41

Ma il professor Savona invece di pontificare dalla Consob, cosa c'entra il risparmio degli italiani con il debito pubblico lo sa evidentemente solo lui, poteva stare in carica come ministro e affrontare la questione. Come sono lontani i tempi di quando Savona esprimeva tesi condivisibili!

killkoms

Ven, 14/06/2019 - 16:01

@marguerite,è la krante germania che ha rallentato,e purtroppo l'economia della uè è troppo germanocentrica!

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Ven, 14/06/2019 - 16:14

Quindi la ricetta economica del Governo sarebbe DEBITO AL 200 per cento?

Algenor

Ven, 14/06/2019 - 16:26

Savona non ha alluso ad una patrimoniale ma ad un debito pubblico nazionale acquistato dai cittadini che ne ricevono gli interessi per rinvestirli nuovamente in debito pubblico.

barnaby

Ven, 14/06/2019 - 16:46

@stamicchia, basterebbe togliere l'8/mille alla chiesa cattolica (si fa per dire) e farle pagare l'IMU per risolvere molti problemi italiani.

gigi0000

Ven, 14/06/2019 - 16:49

Gli interessi sul debito pubblico sono circa 65 MLD, dunque a parità di spread medio, col 200% di debito gli stessi diverrebbero quasi 100. Il ché, diviso per il numero degli italiani, che attualmente risulta poco più di € 1000/anno a testa e poi diventerebbe poco meno di € 1700. Che Savona possa esserne contento, chissenefrega, ma gli altri?

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 14/06/2019 - 17:10

Non lo faranno mai. Come fanno se no a ricattarci?

rokko

Ven, 14/06/2019 - 17:20

aorlansky60, ce l'abbiamo avuta la banca centrale e tutto quello che dici tu, mi pare che la musica non fosse molto diversa da quella di oggi. Non è quello il punto chiave, il punto è la struttura del tessuto produttivo, molto differente.

rokko

Ven, 14/06/2019 - 17:24

Savona in linea teorica ha ragione, perchè non conta quanto debito si ha, ma se il debito stesso è sostenibile o meno. Per essere sostenibile la crescita del pil nominale deve essere maggiore o uguale alla crescita del debito. Peccato che Savona ometta di specificare che noi non siamo in questa condizione, per cui per sport possiamo guardare alla Francia, al Giappone, a chi vogliamo noi, ma poi sono tutti cavoli nostri.

bernardo47

Ven, 14/06/2019 - 17:25

perche' non il 300%?....ma dai....

mzee3

Ven, 14/06/2019 - 17:33

Marguerite @@@@ Savona,Borghi,Bagnai,Siri,Rixi Garavaglia … quali parole si possono attribuire a questi figuri? Forse basta verificare chi ha meno accuse da parte della magistratura!

Ritratto di WSilvioW

WSilvioW

Ven, 14/06/2019 - 17:35

Insomma, mo' ve l'ha detto pure Savona. Debito possibile con risparmio italiani. Avete capito o no? Ve dovete compra' li BTP, li BOT, li botte e li tricchitracche, invece de chiacchiera' e chiede l'elemosina a li banchieri cattivi che non ve vonno presta' li sordi loro. Basta chiacchiere, comprate, mettetece li sordi co le saccocce vostre. Dico di piu'. Famo li minibotte, senza interessi e senza scadenza, ovvero gli euro non li vedete proprio ne' li vedrete mai piu'. Patrioti, fateve paga' co' li minibotte, e potemo fa' pure l'800% di debbbiti, chiedete di essere pagati coi minibotte invece di rifilarli alle imprese che hanno crediti e vonno l'euri, fatevi pagare voi coi minibotte. E' tanto semplice. Invece l'euretti brutti mi sacrifico e me li piglio io.

mzee3

Ven, 14/06/2019 - 17:43

ROKKO @@@ Esatto! Senza contare che la struttura della banca centrale in Italia non c'è più e quindi rifarla sarebbe una impresa enorme. Il tessuto produttivo completamente diverso da quello di 60/70 anni fa… Oggi c'è un mondo del lavoro nuovo tutto da creare con le nuove tecnologie che hanno trovato impreparata la platea dei lavoratori ancora ancorati psicologicamente a quello del secolo scorso.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 14/06/2019 - 17:47

Savona indica un rapporto ottimale di deficit/pil, se fosse al MEF come voleva Salvini lo avremmo già raggiunto. Con Tria è tutto più complicato Fortunatamente Salvini può agire contemporaneamente su numeratore e denominatore, far crescere le spese e far scendere il pil. Qualora ritenesse opportuno mantenere il pil costante avrebbe a disposizione una cifra enorme per azzerare le tasse. Da utilizzare ci sono i risparmi da convertire in debito pubblico: ogni italiano sarebbe orgoglioso di donare allo Stato i suoi risparmi se lo Stato fosse in mano a persone come Savona e Salvini . Subito Savona al MEF e Tria a casa! Sfondiamo le cassette di sicurezza e cancelliamo i risparmi improduttivi!

mzee3

Ven, 14/06/2019 - 17:51

Vi rimando a rileggere un po' di storia( mi rivolgo ovviamente a chi non lo sa!) Avete mai sentito parlare di quota 90? Mi si chiederà cosa centra quota novanta. Si perché con il grande debito (200%) l'inflazione che Savona vorrebbe imporre all'Italia, l'uscita dall'Euro...i ini bot non avrebbero altro che il gusto delle lire di quota 90...MEDITATE GENTE...MEDITATE

cesare caini

Ven, 14/06/2019 - 18:09

Gli Italiani sono pronti ad acquistare debito del loro Paese per aiutarlo ! Facciamogli vedere chi siamo ! Gli Italiani Vi si mangiano per traverso ...!

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 14/06/2019 - 18:13

Non a caso la Gran Bretagna vuole uscirne.nopecoroni

ilbelga

Ven, 14/06/2019 - 18:19

KILLKOMS: SONO PIENAMENTE D'ACCORDO CON TE. ASPETTO DI VEDERE CON ANSIA COSA FARA' LA GERMANIA CON IL DEBITO STRATOSFERICO DELLA SUA DEUTSCHE BANK...E CHE PALLE RIFILERA' ALL'EUROPA.

ItalianoAllEstero

Ven, 14/06/2019 - 18:26

Io vedo del merito nella proposta del professor Savona, anzi farei anche di più. Non solo i soldi in banca degli Italiani (residenti Italia) dovrebbero essere messi a garanzia del debito (quindi presi in qualunque momento senza preavviso per pagare il debito), ma suggerisco di aggiungere a garanzia anche le case, le macchine ed i gioielli. Cosi il debito potrà anche arrivare non solo al 200%, ma anche al 300% o 350% del PIL.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Ven, 14/06/2019 - 19:05

Parlano sempre ma non fanno niente; molti danni ed è come una tempesta che non si placa. Shalòm.

Antenna54

Ven, 14/06/2019 - 19:08

Questo individuo mi pare pensi di sanare i problemi finanziari dell'Italia con i risparmi degli italiani. Coraggio cittadini, tra poco faranno le pulci ai depositi bandari e li sfoltiranno, con somma gioia nostra. Mi chiedo dove vadano a trovare questi personaggi da piazzare in poltrone del genere, ma si rendono conto dei danni che fanno?

diesonne

Ven, 14/06/2019 - 19:25

DIESONNE INSEGNA MEGLIO IL MITO DELLA CAVERNA CHE NON LE DISSERTAZIONI NULLE DEGLI ECONOMISTI MODERNI:BISOGNA PEEGUIRE VIRTUTE E CONOSCENZA E IL RESTO SEGUE

MASSIMOFIRENZE63

Ven, 14/06/2019 - 19:35

In parole povere: noi possiamo fare tutte le porcherie e gli sbagli che ci pare, tanto poi quando non ci sarà altra risorsa, deprederemo i risparmiatori. E chissenefrega se per avere quei risparmi hanno fatto dei sacrifici.

necken

Ven, 14/06/2019 - 20:10

non è che poi ci tocca vivere come i Giapponesi?! loro mica hanno la pensione le ferie

Ritratto di Marco-G

Marco-G

Ven, 14/06/2019 - 20:13

Il ragionamento non fa una piega. Se mi trovo in difficoltà ed ho un patrimonio a garanzia posso permettermi di chiedere soldi in prestito per risalire la china. Tuttavia il problema non è l'indebitamento ma come si investono (e poi si gestiscono) i soldi prestati. Scuole funzionanti, sicurezza sociale, meno sprechi e ruberie, efficienza, pragmatismo ed ottimismo per il futuro. Tutti dovrebbero fare la loro parte e contribuire alla rinascita dell'Italia senza farsi troppe seghe mentali. Caratteristiche che attualmente stento a trovare in un paese anarcoide ed ipocritamente utopista.

bernardo47

Ven, 14/06/2019 - 20:56

massimofirenze63 ha ragione da vendere! con reddito nullafacenza e quota cento. i due grandi flop dei gialloverdi, hanno affondato italia nel debito e nella decrescita e senza lavoro! VERGOGNA!

retnimare

Ven, 14/06/2019 - 21:08

Prof. Savona, sei sempre il migliore.

killkoms

Ven, 14/06/2019 - 21:31

@aorlansky60,lo spread annesso all'€,è una delle grandi fregature della uè!ogni paese dovrebbe avere un tasso d'interesse adeguato per i suoi titoli di stato,ma i crucchi grazie al sistema uè/bce hanno interessi negativi!come "guadagnano" coloro che acquistano i sanissimi bund?ma con lo spread sugli altri titoli di stato area uè,Italia in primis!

Gianni11

Ven, 14/06/2019 - 21:55

Una nazione sovrana ha una sua moneta basata sul lavoro e produzione dela propria nazione. Basta a questi giochi degli usurai internazionaloi e la LORO moneta fraudolenta chiamata euro basata sullo sfruttamento usuraio dei popoli europei. Torniamo alla NOSTRA moneta e alla NOSTRA Banca centrale. SOVRANITA' e LIBERTA'! L'euro e' la piu' grande frode mai vista sotto il sole. Gli usurai internazionali non producono nulla e pretendono di ridurci a loro schiavi per pagare interesse su soldi creati dal nulla. Il nostro lavoro e' per noi. Non siamo schiavi. Non lavoriamo per gli usurai internazionali. Basta a stare al loro gioco che sono 80 anni che tramano per metterci in gabbia e con l'euro ci sarebbere riusciti.

rino34

Ven, 14/06/2019 - 22:21

bravi, vediamo questo governo di geni se riuscirà a mettere qualcuno in posto chiave, se fossi in Conte anzichè fare telefonate a Di Maio prenderei l'aereo e mi farei un giretto per le capitali europee (come fece a suo tempo BErlusconi)

rokko

Ven, 14/06/2019 - 22:28

Caro Savona, io non ho nessuna voglia di usare i miei risparmi per garantire il debito statale, specie se utilizzato per misure come il reddito di fankazzismo o la pensione a quota 100 a carico dei giovani. Perché invece non cercate di spendere meno? Oppure, se proprio volete spendere, poi i soldi andateli a prendere dai risparmi dei giallominkioverdi che vi hanno votati, sono sicuro che saranno felici di contribuire.

Popi46

Ven, 14/06/2019 - 22:37

Bene,cominci lui a portare tutto il suo oro alla Patria, tanto già è stato fatto.....in epoca cosiddetta fascista..... invece ora....

nunavut

Ven, 14/06/2019 - 22:50

@ Algenor 16:26 finalmente una persona che ha capito cosa voleva dire Savona.In un commento scrissi pagare il nostro debito con i nostri soldi e un commentatore mi derise e d é esattamente quello che il Giappone ha fatto e continua a fare,i suoi cittadini acquistano il debito nazionale ne ricevono gli intaressi e tutto rimane in PATRIA e non in mano agli strozzini internazionali.

rino34

Ven, 14/06/2019 - 23:08

Gianni11 sono d'accordo, si poteva stare nel mercato europeo anche senza euro. Entrare nell'euro fu una sciagura. Ma ora sarebbe un disastro permolti italiani, le pensioni e gli stipendi perderebbero il loro potere d'acquisto anche del 40%, mentre i prodotti no diventerebbero di certo meno cari. Ma se vogliamo farlo,uscire dall'euro bisogna essere decisi, non fare i quaquaraqua come questi che in campagna elettorale lo dicono e poi al governo non ne parlano più...che inizino a raccogliere le firme per un referendum

killkoms

Sab, 15/06/2019 - 00:13

@necken,in giappone è diverso il mercato del lavoro!da noi ci so entra entro i 25/30 anni e a 50 si è già vecchi!

Destra Delusa

Sab, 15/06/2019 - 01:37

Cari miei fuori dall'Europa andateci voi, fatevi un comunità ignorante in qualche valle alpina ben difesa e vi lanceremo da mangiare con la fionda. PIU POTERE ALL'EUROPA E MENO AGLI STATI. IN QUESTO MODO UN SOLO SCARRUPATO ALLA GUIDA DI UNA NAZIONE PUO FARE POCHISSIMI DANNI.

Guido_

Sab, 15/06/2019 - 08:50

Qualcuno può spiegare a Savona che il debito giapponese è al 95% in mano alle istituzioni giapponesi e che quindi fa parte sempre della stessa cassa? Noi italiani invece paghiamo 80 miliardi all'anno di interessi, forse questo folle di Savona vuole che l'Italia arrivi a pagare 160 miliardi di debito all'anno? Follia pura... questi cialtroni devono subito andarsene dal governo altrimenti affonderanno definitivamente questo paese.

killkoms

Sab, 15/06/2019 - 11:54

@ guido,savona non è al governo!

nunavut

Sab, 15/06/2019 - 19:22

@ Guido_ 8:50 Senza volerlo ha dimostrato quanto fu dannoso accettare -pagando una cedula consistente per avere la moneta unica. Inoltre vorrei aggiungere meglio 180 milioni(in vecchie lire o nuove) incassati dagli Italiani che vorrebbero investire nel futuro del proprio paese che 80 milioni di euro (ma in realtà sono sempre i suoi famosi 160 miioni in vecchie lire) che vanno in tasca agli speculatori esteri (germania in primis) e ci comandano come vogliono con il FAMOSO spread che alzano e abbassano per piegarci ai loro interessi (si alza lo spread e noi ci pieghiamo lo abbassano e noi ci pieghiamo in cambio di certe bazzecole = Mogherini alla difesa in UE???).

rokko

Lun, 17/06/2019 - 21:40

nunavut, innanzitutto stai confondendo i milioni con i milardi. Non è da poco. Secondo, forse tu hai nostalgia di quando tutti i capitali italiani andavano all'estero, perché i titoli di Stato fruttavano dal 7 al 10 percento, ma l'inflazione al 15/20 bruciava qualsiasi risparmio. Bene, io no.

FlorianGayer

Mer, 19/06/2019 - 09:49

Ma prof! Come si crea un titolo privo di rischio, per legge? No!! La mancanza di rischio viene dal giudizio dei mercati! E chi garantirebbe l'assenza di rischio del titolo europeo alternativo al Bund tedesco? I tedeschi! E chi glie lo fa fare?