Scuole chiuse da mesi, ma Azzolina loda ancora Arcuri e i suoi banchi

Nonostante i ritardi, le chiusure, le incertezze e i contagi nelle scuole, la ministra Azzolina continua a spendere parole di lode per il commissario all'emergenza Domenico Arcuri

Scuole chiuse da mesi, ma Azzolina loda ancora Arcuri e i suoi banchi

"Arcuri ha fatto un lavoro straordinario". Così il ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, continua a lodare il Commissario all'emergenza Domenico Arcuri, nonostante la situazione delle scuole sia incerta e preoccupante. Gli studenti sono rimasti a casa per mesi e mesi e anche il rientro a scuola dopo le feste è rimasto appeso a un filo fino ad oggi. Eppure, nonostante i ritardi, le incertezze e i contagi nelle scuole, il ministro Azzolina continua a spendere parole per elogiare Arcuri. "Se abbiamo avuto solo il 2% dei focolai nelle scuole vuol dire che i banchi singoli sono serviti", ha spiegato a RaiNews24.

Dopo le incertezze di questi ultimi giorni, per fissare il rientro dalle feste, il governo ha confermato la data del 7 gennaio. Una conferma, ha spiegato la Azzolina, che "si porta dietro un enorme lavoro che il governo ha fatto insieme ai prefetti e a tutti gli attori coinvolti. Tornano in classe 5 milioni di studenti del primo ciclo, gli stessi che hanno frequentato le scuole nelle ultime settimane, anche nel pieno della seconda ondata". Posticipato, invece, all'11 gennaio il rientro degli studenti delle superiori, "perché il fine settimana si attendono i monitoraggi degli indici regionali". Gli alunni delle superiori potranno però rientrare in una percentuale del 50%. Il tutto è stato reso possibile, secondo quanto ha assicurato la ministra Lucia Azzolina, da un grande lavoro "con i prefetti che provincia per provincia hanno lavorato insieme ai trasporti e ogni singola provincia ha redatto un piano operativo. Oggi ci sono tutte le condizioni perché la scuola riparta in sicurezza".

E sulle chiusure delle scuole, il ministro ha aggiunto: "Se ci sono Regioni che hanno contagi altissimi sono comprensibili le difficoltà, ma se si chiude la scuola allora si deve chiudere tutto il resto. Anzi la scuola dovrebbe essere l'ultima a chiudere". Ma su un argomento così importante, sottolinea la Azzolina, non ci può essere una "battaglia politica", perché "la scuola è il futuro del paese, è il volano".

Ma non sono bastati i ritardi, le chiusure e i contagi per far ricredere l'Azzolina su Arcuri e attribuisce ai banchi a rotelle del commissario, che hanno permesso il distanziamento sociale, la bassa percentuale di focolai nelle classi. "Ringrazio il commissario Arcuri per il grande lavoro che ha fatto: 2,4 milioni di banchi in pochi mesi è un risultato straordinario", ha ribadito la Azzolina.

Commenti