Politica

"Lega vicina ai nazisti", "Parole drammatiche". Rissa Di Stefano-Fedriga

Scontro a In Onda su La7 tra il grillino Manlio Di Stefano e il governatore del Carroccio del Friuli Venezia Giulia, sugli alleati in Ue della Lega

"Lega vicina ai nazisti", "Parole drammatiche". Rissa Di Stefano-Fedriga

"In Europa, tra i partiti di riferimento della Lega ci sono partiti fascisti e nazisti". Così Manlio Di Stefano, braccio destro di Luigi Di Maio al ministero degli Esteri, si è scagliato contro il Carroccio e contro Massimiliano Fedriga, presidente leghista del Friuli Venezia Giulia.

I due politici, ospiti del salotto televisivo di In Onda, la trasmissione condotta da Luca Telese e David Parenzo su La7, si sono scontrati parlando delle alleanze in Europa della compagine leghista; secondo l’esponente del Movimento 5 Stelle Matteo Salvini è colpevolmente troppo vicino a leader di estrema destra come Marine Le Pen e Viktor Orban. Il sottosegretario agli Esteri dice chiaro e tondo che la Lega è vicina a realtà politiche fasciste e naziste.

Il governatore del Friuli Venezia Giulia, ovviamente, non ci sta e replica per le rime all’accusa: "Io invito veramente ad avere un po’ di cautela, perché che il sottosegretario agli Esteri del governo italiano dica che dei partiti – che potranno anche non piacergli… - ma presenti nel Parlamento Europeo, e democraticamente eletti, siano nazisti…". "Si ispirano a principi non democratici…", si inserisce il grillino.

Quindi, Fedriga risponde: "Mi scusi…allora i partiti francesi, come Le Pen…ma se io fossi Emmanuel Macron manderei una bella letterina al governo italiano, visto che il sottosegretario agli Esteri dice che un partito democraticamente eletto nel mio Paese è nazista!". E Di Stefano: "Quando arriva la letterina, risponderemo…Fedriga, non si preoccupi…".

Non è finita qui, visto che Fedrica ricorda un passaggio: "Orban, che ha votato insieme a lei e al suo partito la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, ricordiamolo, è un nazista? Prendiamone atto, questo è ciò che dice il sottosegretario alla Farnesina del governo italiano. È un bel problema…". "Lei ama fare dei voli pindarici su cose che non sono uscite dalla mia bocca…", la controreplica del cinque stelle, alla quale Fedriga risponde così: "No, io ripeto le sue drammatiche parole da sottosegretario agli Esteri.

Ha detto che siano alleati con i nazisti". L’ultima battuta se la prende Di Stefano, che ribadisce il concetto: "Glielo ripeto: tra i partiti di riferimento della Lega ci sono partiti fascisti e nazisti".

Commenti