L'Onu manda ispettori in Italia. Salvini: "Non accettiamo lezioni da nessuno"

"Prima di fare verifiche sull’Italia - tuona Salvini - l’Onu indaghi sui propri Stati membri che ignorano diritti elementari come la libertà e la parità tra uomo e donna"

L'Onu manda ispettori in Italia. Salvini: "Non accettiamo lezioni da nessuno"

Il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, non ci sta a vedere accusato il nostro Paese di razzismo contro rom e migranti. "L'Italia negli ultimi anni ha accolto 700mila immigrati, molti dei quali clandestini, e non ha mai ricevuto collaborazione dagli altri paesi europei. Quindi non accettiamo lezioni da nessuno, tantomeno dall'Onu che si conferma prevenuta, inutilmente costosa e disinformata: le forze dell'ordine smentiscono ci sia un allarme razzismo".

"Prima di fare verifiche sull'Italia - conclude il ministro dell'Interno - l'Onu indaghi sui propri stati membri che ignorano diritti elementari come la libertà e la parità tra uomo e donna".

Commenti