"L'ospedale di Milano? Un miracolo"

L'ingegnere milanese: "Si lavora come mai visto prima". L'impronta di Bertolaso

Milano Niente polemiche, c'è solo da correre. Pochi discorsi, l'ospedale di Milano dev'essere pronto a giorni. Proprio ieri la giunta regionale si è riunita solo per questo: deliberare il suo inquadramento come padiglione del Policlinico, che lo gestirà. «Le operazioni per il completamento dell'opera ormai sono giunte al termine - ha detto ieri l'assessore lombardo al Bilancio, Davide Caparini - dopo di che si passerà alla fase operativa». Appena due settimane fa, questa opera era solo un'ipotesi.

In Fiera si lavora 24 ore su 24, con modalità mai viste prima. «È un formicaio - racconta Roberto Taddia, ingegnere - Succedono cose incredibili, alla sera decidi una modifica e la mattina dopo è già tutto fatto. Un giorno ordini una Tac e l'indomani vengono a installarla. Anche quando si è costretti a una variazione imprevista, viene eseguita senza malumori».

«L'ospedale sarà inaugurato la settimana prossima» ha detto il governatore Attilio Fontana. Il cantiere procede rapido come previsto, fra tante difficoltà. Pochi giorni fa è risultato positivo al Coronavirus Guido Bertolaso, l'ex capo della Protezione civile chiamato dalla Regione a guidare l'allestimento del centro. E si è dovuto fermare. Ma la concretezza e la grinta delle sue direttive aleggia nella lena con cui maestranze e tecnici traducono in fatti il progetto di questo grande centro di rianimazione da 250 posti. E non si tratta di un tendone. «Non stiamo parlando di brandine messe in un palazzetto dello sport - dice Taddia - Facciamo il massimo per realizzare l'opera il più velocemente possibile, con l'impegno di tutti, fornitori, tecnici e specialisti». Il programma prevede che si concludano i primi otto moduli da sette posti, con una tecnologia consolidata, a pareti prefabbricate, con impianti e macchinari per la temperatura e la pressione. Poi si passerà al secondo piano, con moduli da 14 posti, fino ai posti complessivi che sono stati previsti. «Stiamo procedendo come da programma». Anche Il Giornale contribuisce all'opera con una raccolta fondi, e da domani ricomincerà a pubblicare i nomi di chi sta donando.

Taddia lavora a titolo gratuito. L'ente fiera ha chiesto all'Ordine degli ingegneri di Milano, che ha chiamato lui e tre colleghi per formare la commissione di collaudo. Laurea al Politecnico, 52 anni, lui è titolare di una società di progettazione specializzata in ospedali. E non dà molto credito all'ipotesi che a una rapida diffusione del virus in ambienti ospedalieri possa aver contribuito la (presunta) vetustà degli impianti. «Dovrei dire no comment - premette - perché è difficile sapere come si diffonde, posso aggiungere che, per noi tecnici, questi impianti non diffondono il virus, non esiste studio che provi il fatto che si appoggi su quel tipo di particelle, usa altri veicoli, particelle umide. Personalmente ritengo che nell'aria muoia, o caschi e muoia, e che quindi questo non sia un fattore di diffusione. Io non credo che la vetustà possa essere un veicolo, poi andrebbe scientificamente e dimostrato con prove e analisi nelle canalizzazioni».

In Fiera si lavora con mascherine e dispositivi di sicurezza. Nessuno, tuttavia, può sentirsi al di sopra dei pericoli e dei lutti che Milano e la Lombardia stanno purtroppo vivendo. «Il mio stato d'animo è quello di tutti, c'è l'ansia che tutti hanno - racconta Roberto - I miei genitori sono chiusi in casa. E ho tre figli, che spero siano orgogliosi di quello che sto facendo. Purtroppo vedo ancora troppa gente in giro in città. E sento troppe polemiche fuori, troppa voglia di polemizzare, invece c'è da correre. Lavoriamo per un progetto grande, sono saltati gli schemi, le vecchie logiche, l'obiettivo è superiore, il nostro sentimento è questo, l'idea di fare una cosa importante. Questa è un'Italia fantastica che non avevo mai visto».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

pv

Sab, 28/03/2020 - 10:41

Sì certo certo... mentre aspettiamo il miracolo di qualcuno che conosciamo bene tutti... alpini, cubani, russi e americani hanno gia' costruito decine di posti in terapia intensiva a Bergamo, Cremona ecc... bah... pure al San Raffaele sono riusciti a fare qualcosa ed il che e' tutto dire.

antonmessina

Sab, 28/03/2020 - 10:49

dateci notizie di Bertolaso !

edoardo11

Sab, 28/03/2020 - 10:52

Questa è la #milanononsiferma,non quella degli aperitivi.

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 28/03/2020 - 10:59

in meridione invece, come va? considerato che i loro ospedali sono sempre stati al collasso anche in tempi "normali"? adesso non accusatemi di razzismo per queste parole, è una semplice constatazione!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 28/03/2020 - 11:09

nato come un fungo...sponsorizzato con donanzioni da 10milioni alla volta...ma i media tacciono.sicuramente il tempo che fa non ne parlera' di certo

Papele

Sab, 28/03/2020 - 11:29

Sono per fabbricati i cinesi ne hanno costruito uno piu grande nella metà del tempo e voi parlate di miracolo??? Ahhahaahahah

dredd

Sab, 28/03/2020 - 11:38

Nessun miracolo solo gente che lavora. Strano vero? In Lombardia è così ma lo sappiamo che molti non sono abituati

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 28/03/2020 - 11:58

Miglior risposta non c'è, di fronte ai molti imbecilli che denigrano la laboriosità dei Lombardi.

cir

Sab, 28/03/2020 - 11:59

se volete fare qualcosa di serio dovete rivolgervi ai Russi e ai CUBANI , nell' attesa fontana vuole mascherine firmate da ARMANI...

Santorredisantarosa

Sab, 28/03/2020 - 12:46

DEVE DIRE CHE VICINI DI SINISTRA MMI HANNO DETTO CHE ERO UNO SBAGLIO COSTRUIRE UN OSPEDALE DI EMERGENZA. CHE SCHIFO DI PERSONE.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 28/03/2020 - 12:59

E certi sinisrti qui ancora a lamentarsi ed insultare il governo delal regioen Lombardia. Irricevibili queste parole di queste persone (???)

cir

Sab, 28/03/2020 - 13:29

la lombardia va commissariata per palese incapacita' organizzativa .

buonaparte

Sab, 28/03/2020 - 17:41

fontana occhio alle carte perchè subito dopo che non ci sarà piu l'emergenza ed il virus partirà la giustizia rossa di frattocchie che domina il tribunale di milano come tutti gli altri tribunali italiani e ti farà nero per una virgola.attenti al sistema di condizionamento che non ci siano contagi causa ricircoli e tubazioni in comune.. comunque un tempo costruivamo cose fisse ancora piu velocemente .

buonaparte

Sab, 28/03/2020 - 17:50

cir la russia e cuba non sono piu comuniste.. ahahah.. e quando sono andati in africa fingendo di aiutare la popolazione hanno portato la fame facendo passare il tasso di povertà dal 28 al 81% ..speriamo che non succeda anche qui.. i russi sono venuti per studiare il virus e poter proteggere il loro stato . sono stati furbi ed è quello che dovevano fare anche i nostri governanti mandando in cina non un aero per prendere una persona spendendo i soldi che sarebbero stati sufficienti per 30 ventilatori,ma medici che studiassero la pandemia invece di cercare i razzisti ed accusare fontana anche per la mascherina che ora abbiamo tutti che aveva avvertito della gravità del virus--

cir

Dom, 29/03/2020 - 12:30

buonaparte Sab, 28/03/2020 - 17:50 : il comunismo sara' la salvezza !