Luigi Di Maio scherza sulla sua abbronzatura: "Ragazzi, metterò la crema 50". Ma il web insorge

Dopo ventiquattrore in cui l'abbronzatura di Luigi Di Maio è stata al centro del dibattito nazionale, è lo stesso ministro a intervenire sui social ma il post ironico non è piaciuto

Luigi Di Maio scherza sulla sua abbronzatura: "Ragazzi, metterò la crema 50". Ma il web insorge

Nelle passate ventiquattro ore, uno degli argomenti che maggiormente ha appassionato gli italiani è stato l'abbronzatura di Luigi Di Maio. Il ministro degli Esteri italiano si è presentato dal suo collega cinese e a quello canadese con una invidiabile tintarella, probabilmente frutto della vacanza in barca con la sua compagna Valentina Saba. Non si può dire che la cute di Luigi di Maio non sia ricca di melanina a osservare i video dei meeting con Wang Yi e Francois-Philippe Champagne. Tantissime le battute sull'abbronzatura del titolare del dicastero degli Esteri, che ha ispirato battute esilaranti agli utenti dei social. In tarda serata, Luigi Di Maio è voluto intervenire personalmente nella questione rompendo qualsiasi protocollo, forse nell'ambito di un'operazione simpatia tesa ad avvicinarlo ai più giovani.

"Ragazzi... Prometto che la prossima estate metterò la crema 50. E grazie per avermi reso questa giornata più leggera", ha scritto il ministro degli esteri corredando il tutto con una emoticon che si sbellica dalle risate. In calce al post, ecco che Luigi Di Maio ha inserito anche alcuni dei meme e dei fotomontaggi più divertenti che in questa giornata hanno colonizzato le timeline di Twitter e le pagine di Instagram e di Facebook, scatenando sì l'ilarità ma anche qualche commento piccato. Per molti, infatti, l'abbronzatura di Luigi Di Maio sarebbe una mancanza di rispetto nei confronti del ruolo da lui ricoperto. "Se tornavo a settembre così abbronzato, il professiore non mi faceva nemmeno sostenere l'esame perché significava che non avevo studiato", ha scritto un utente su Twitter. Molti hanno criticato la tintarella di Luigi Di Maio, considerata "tamarra" e di cattivo gusto per un rappresentante delle istituzioni.

C'è chi ha paragonato il ministro degli esteri a Carlo Conti, noto per la sua passione per le lampade abbronzanti, e chi ha scherzato sul fatto che, vista la pigmentazione così scura della sua pelle, potrebbe essere scambiato per il primo ministro degli Esteri straniero della Repubblica Italiana. Le battute all'indirizzo di Luigi Di Maio si sono sprecate, tra ironia e un po' di cattivo gusto ma si sa, i social sono anche questo. Luigi Di Maio ha probabilmente voluto parlare ai giovani frequentatori del mondo social con il loro stesso linguaggio ma sembra che loro non abbiano particolarmente apprezzato il suo tentativo. Basta sfogliare i commenti di una delle pagine più seguite di Instagram, per capire che non ha funzionato. Questo profilo (e non solo) ha pubblicato il post del ministro degli Esteri con un laconico "ragazzi lo abbiamo perso", scimmiottando l'intro dello stesso Di Maio.

Più caustico è stato Tommaso Zorzi, influencer con un grande bacino di seguaci giovani e giovanissini, che sotto il post ha commentato: "Ma questo è il ministro degli Esteri ed esordisce con 'ragazzi'... A sto punto 'Ciao tr***... Tanto ormai...". Il tenore dei commenti, tantissimi in pochi minuti, è quello di chi è incredulo davanti al post di Luigi Di Maio, che come ministro degli Esteri dovrebbe avere un atteggiamento più istituzionale per garanire la credibilità del ruolo.

Commenti