Hacker sfida Casaleggio: ecco la contro-piattaforma per sostituire Rousseau

Venerdì 2 ottobre debutterà Open Rousseau, la nuova piattaforma del M5S. Aperta a tutti e gratuita punta a sostituire il sito di Casaleggio

Un gruppo di esperti informatici è pronto a sfidare Davide Casaleggio. Da venerdì 2 ottobre, proprio due giorni prima del compleanno del M5S la vecchia piattaforma Rousseau verrà archiviata. A sostituirla Open Rousseau, un software libero e completamente gratuito che sarà messo a disposizione di tutti i cittadini, oltre che dei parlamentari pentastellati. Una sorta di contro piattaforma messa a punto mentre all'interno del M5S si accende la discussione sul futuro della piattaforma web grillina. Sono molti gli eletti cinque stelle che vorrebbero portarla sotto il controllo diretto del Movimento, sottraendola al monopolio dell'Associazione Rousseau di Casaleggio. Intanto, però, alcuni 'hacker' lavorano alla costruzione di un software open source, accessibile a tutti, che punta a sostituire il sito finanziato da ogni eletto grillino con un l'obolo mensile di 300 euro.

"L'obiettivo - spiega all'Adnkronos Fabio Pietrosanti, uno degli sviluppatori - è favorire la partecipazione civica. Open Rousseau è un progetto della Comunità Decidiamo!, promossa dalla Fondazione Dyne di cui è direttore Denis Roio, noto hacker e sviluppatore di software libero". Si chiama Decidim, è stata già adottata dalla città di Barcellona e, garantendo gli stessi servizi della piattaforma dei Casaleggio, si propone come versione aperta e gratuita in grado di scavalcarla. "Non abbiamo fatto altro che collegare Decidim alla app open source che Rousseau, nella persona dell'ingegnere informatico Emanuele Mazzilli, sta già sviluppando per i cellulari", spiega ancora Pietrosanti, che annuncia: "Lanceremo Open Rousseau prima di domenica 4 ottobre, giorno di San Francesco e compleanno del M5S. Quel giorno è in programma un evento dell'Associazione Rousseau e noi vogliamo accendere i riflettori su questo tema".

L'evento in questione è stato annunciato a luglio in occasione delle Olimpiadi delle idee di Rousseau ma al momento non sono stati ancora comunicati ulteriori dettagli. "Abbiamo raccolto dai siti di Camera e Senato le mail istituzionali pubbliche dei parlamentari cinque stelle. A loro diremo che esiste Open Rousseau e che possono utilizzare questo strumento. Il punto fondamentale è la sovranità digitale: essere in possesso dei propri dati è un elemento importante di democrazia interna. Del resto, il gruppo europeo dei Verdi ha detto no all'ingresso del M5S proprio perché il Movimento non è dotato di una struttura democratica al suo interno", sottolinea l'esperto di digital security e democrazia partecipata che ha partecipato al progetto. Ora bisognerà vedere se i parlamentari grillini raccoglieranno il suo appello.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 01/10/2020 - 16:52

Roba inutile per pochi inutili.

Jon

Gio, 01/10/2020 - 19:01

MA se i Grillini sono SCOMPARSI..Ben venga per poter criticare il loro operato..!!!