Politica

M5s, servono 450mila euro per licenziare Casaleggio jr

450 mila euro per sbloccare Giuseppe Conte e scongelare la piattaforma Rousseau. Forse per l'ultima volta

M5s, servono 450mila euro per licenziare Casaleggio jr

450 mila euro per sbloccare Giuseppe Conte e scongelare la piattaforma Rousseau. Forse per l'ultima volta. Ma prima di inaugurare il nuovo corso bisogna compiere l'ultimo rito del «vecchio M5s». Una votazione online sul sito di Davide Casaleggio, per modificare lo Statuto e consegnare a Conte le chiavi dei Cinque Stelle. L'ex premier, leggendo le carte che regolano la vita del Movimento, ha capito di essere ancora legato mani e piedi al figlio del cofondatore. Lo Statuto, in particolare, è una botte di ferro per Casaleggio. I fedelissimi del presidente di Rousseau infatti fanno notare come il testo sancisca l'osmosi tra il M5s e l'Associazione guidata dall'imprenditore. Circola questa battuta, per spiegare il rompicapo che Conte è chiamato a risolvere: «Casaleggio tiene per i c******i i Cinque Stelle, che però nel frattempo lo stanno strozzando». Deputati e senatori possono anche liberarsi di Rousseau, ma prima Conte ha bisogno di un voto sulla piattaforma per diventare il nuovo leader. Così Casaleggio punta ad alzare la posta per recuperare i 450mila euro che pretende dai parlamentari morosi. Una volta approvata la leadership dell'ex avvocato del popolo, si potrà procedere al divorzio consensuale. Anche perché una battaglia legale rischierebbe di bloccare il processo rifondativo, costringendo l'ex premier a creare una nuova associazione del M5s. Il tutto partendo con nuove iscrizioni, perché a quel punto Casaleggio reclamerebbe i dati degli attuali iscritti.

Resta da trovare la quadra con Rousseau e con i parlamentari. Da un lato si punta a convincere il guru a non pretendere i contributi non versati da chi è stato espulso o è fuoriuscito. Dall'altro, l'obiettivo è spiegare ai parlamentari che, senza il saldo, anche parziale, del debito non si potrà procedere all'agognata rifondazione. Proprio per questo, nei prossimi giorni i big del M5s dovrebbero incontrare Casaleggio per sottoscrivere la buonuscita. Mentre Conte già domenica potrebbe presentare a Grillo e agli altri il suo progetto politico. E non si fermano le manovre interne.

Fa ancora discutere nel M5s la creazione dell'associazione «Italia + 2050», contenitore vicino a Conte animato da Carlo Sibilia.

Commenti