Mancano i farmaci in corsia: caccia a sedativi e antivirali

L'Aifa denuncia la carenza di medicinali anche nelle terapie intensive. Pronte "soluzioni emergenziali"

È una corsa contro il tempo. Trovare i posti nelle terapie intensive, dirottare i pazienti affetti da coronavirus da un ospedale all'altro anche con l'ausilio dei velivoli dell'esercito e ora anche reperire i farmaci.

Il grido d'allarme arriva dall'Aifa, l'Agenzia Italiana del Farmaco, che rilancia l'sos lanciato dalle strutture sanitarie e per risolvere il problema ha già avviato un'unità di crisi. «L'improvviso incremento della domanda per i farmaci utilizzati nelle terapie ospedaliere per le persone ricoverate a causa dell'epidemia ha generato delle carenze», scrive in una nota l'Agenzia che, oltre a rilasciare le usuali autorizzazioni all'importazione, sta definendo in collaborazione con le aziende, mediante il supporto costante di Assogenerici e Farmindustria, soluzioni eccezionali ed emergenziali. La carenza riguarda in primo luogo di miorilassanti, anestetici, oppioidi, sedativi e antiretrovirali, verso i quali si è registrato un aumento della domanda.

«L'Agenzia - prosegue la nota - segue il problema raccordandosi costantemente con le Regioni e le Province autonome cui tutte le strutture territoriali sono invitate a rapportarsi per la valutazione e l'inoltro ad Aifa di segnali, dando priorità ai casi urgenti di irreperibilità per i quali siano già stati espletati tutti i passaggi previsti con gli aggiudicatari delle gare regionali. I messaggi che riguardano le carenze possono essere inviati alla mail unica di riferimento, farmacicarenti@aifa.gov.it».

Anche Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani di Roma, rilancia il problema. «La situazione è abbastanza sotto controllo perché abbiamo fatto sì che la nostra farmacia fosse in collegamento con la rete regionale e altre farmacie, ma il problema c'è, è corretto dire che c'è - spiega -. Abbiamo fatto un appello e parlato con le aziende farmaceutiche per chiedergli di venire incontro alle esigenze dei pazienti, perché abbiamo bisogno soprattutto che i farmaci sperimentali vengano approvvigionati». «Per quanto riguarda la sperimentazione dell'anti-artrite - aggIunge Vaia - abbiamo arruolato una decina di pazienti, ma per i primi risultati dobbiamo attendere ancora qualche altro giorno, speriamo tutti siano positivi».

Ieri è partita anche nell'Istituto nazionale tumori Pascale di Napoli. Il Tocilizumab sembrerebbe essere un faro nel buio, perché avrebbe dato miglioramenti nel trattamento della polmonite che complica l'infezione da Covid 19. Una complicanza temuta che si spera possa essere resa meno grave grazie al farmaco, riducendo la letalità della malattia. Si lavorerà secondo il protocollo approvato in tempi record da Aifa e dal Comitato etico in sinergia tra ricercatori e istituzioni di tutta Italia. Il gruppo, coordinato dall'equipe di Franco Perrone, oncologo del Pascale come l'altro oncologo, Paolo Ascierto, si muoverà su una piattaforma informatica dove veRranno raccolti i dati di tutti i pazienti degli ospedali italiani trattati con il farmaco. Sempre tramite la piattaforma partiranno due volte al giorno gli ordini per il farmaco, che la casa farmaceutica Roche, che lo produce, spedirà direttamente alle farmacie dei centri. Ci vorranno mediamente 24 ore per il trasporto.

L'Aifa invece per ora è scettica sull'efficacia di Umifenovir, l'antivirale commercializzato in Russia (ma non autorizzato né in Europa né negli Stati Uniti) per la prevenzione e il trattamento delle infezioni da virus dell'Influenza A e B e sul suo utilizzo in sostituzione di altri trattamenti che in Italia sono stati messi a disposizione per i pazienti. «In relazione alla presenza di offerte web per farmaci non autorizzati o falsificati - ricorda ancora l'Aifa - si segnala che l'acquisto di medicinali con prescrizione attraverso internet non è consentito dalla normativa italiana, ma è soprattutto estremamente pericoloso per la salute».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di rr

rr

Ven, 20/03/2020 - 10:07

I sovranisti delle altre nazioni fanno "i padroni a casa loro" e non ci mandano mascherine e medicinali. Immagino che per coerenza i sovranisti leghisti saranno totalmente d'accordo. PADRONI A CASA NOSTRA VALE PER TUTTI

Cheyenne

Ven, 20/03/2020 - 10:07

L'inefficienza di questo governo di mentecatti è colossale

Jon

Ven, 20/03/2020 - 10:09

Perche' non si dice che non sara' scoperto NESSUN VACCINO??! IL CORONA VIRUS NON DA IMMUNITA' come il Raffreddore, e non puo' esistere nessun Vaccino..Come per la Sars ne getteremo milioni di dosi e le lobby Farmaceutiche ringraziano..!!

Tommy40

Ven, 20/03/2020 - 10:13

Attenzione!!! Anche nelle farmacie cominciano a scarseggiare i farmaci. Se prendete dei salvavita andate a vedere se ci sono.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 20/03/2020 - 10:14

LE MULTINAZIONALI FARMACEUTICHE SI STARANNO ARRICCHENDO, NON DONANO NULLA. QUANTO E' BELLA LA SOCIETA' BASATA SUL PROFITTO E CONSUMISMO, GODIAMOCELA E ANDIAMO FIERI

Ritratto di BoycottPoliticalCorrectness

BoycottPolitica...

Ven, 20/03/2020 - 10:20

Questa faccenda sta dimostrando sempre più che non c'è alcuna emergenza sanitaria bensì che c'è un'emergenza di sistema sanitario, in Italia soprattutto. Se 3000 (+/-) persone (lo 0,0041% della popolazione italiana) in terapia intensiva mettono in ginocchio il paese il problema non è un virus che uccide, statisticamente parlando, molto meno dell'influenza comune, ma la totale assoluta vergognosa imbarazzante incapacità istituzionale (ad ogni livello) di gestire con efficacia l'unico vero problema concreto. Sembra il '41 quando mandarono a sfidare i tank dell'Armata Rossa gli alpini con le scarpe di cartone, i moschetti e i muli. Non impareremo mai. Dobbiamo solo ringraziare gli operatori sanitari e il loro incredibile sforzo se siamo solo in emergenza e non ancora alla catastrofe più completa.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Ven, 20/03/2020 - 10:23

Onefirsttwo(alias Tutankhamon da Hokkaido(JAPAN)) : Hi !!! STOP Se volete farmaci , andate in Farmacia !!! STOP E ricordate : Una volta c'era Dracula , oggi c'è Giuseppi , il Cuonta mxxxxxate !!! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhh

maxfan74

Ven, 20/03/2020 - 10:24

Mai più tagli alla Sanità anzi nuovi investimenti soprattutto in ricerca.

paolo1944

Ven, 20/03/2020 - 10:32

OK con i protocolli, ma a chi sta morendo dateglielo immediatamente, quando sarà sotto terra se lo frigge il protocollo. E' un mese che se ne parla, ma ancora sembra non lo somministrino a tutti i più gravi. E la mancanza di farmaci indica un andamento sciatto e approssimativo, la protezione civile forse protegge solo se stessa. BASTA incapaci al comando.

0rl4nd0

Ven, 20/03/2020 - 10:35

@rr Ma tu ci sei o ci fai? I sovranisti che dici, sono i tuoi amici esteri che fino a ieri erano disgustati dal sovranismo dilagante! l'hai capito o sei in crisi isterica?

unosolo

Ven, 20/03/2020 - 10:35

abbiamo o no un governo ? come mai mancano tutte le cose necessarie per curare e prevenire il contagio , un governo avendo ministri e capo dei ministri invece di rifornirsi di cialde doveva riempire i deposoti di tutto l'occorrente necessario per la popolazione , no invece sono sempre in conferenza stampa , a volte basta indire un appalto e acquistare dovunque sia farmaci urgenti che accessori occorrenti , peccato a non avere un gverno capace a reperire risorse ,,,,

mareblu30

Ven, 20/03/2020 - 10:35

Sarei curioso sapere QUANTI ALLIGATORI POLITICI ! HANNO FATTO I PAPPONI SUL SISTEMA SANITARIO ! ADESSO FANNO LACRIME DI COCCODRILLO E CHIEDONO ANCORA SOVVENZIONI .Viva L'ITALIA CANTAVA FRANCESCO DE GREGORI. MAI PIU' ATTUALE DI OGGI! DERUBATA!!!E ITALIANI TRADITI DALLA POLITICA ,E MAI COME ORA CHI DI DOVERE , DOVREBBE OPERARE .

paolo1944

Ven, 20/03/2020 - 10:36

E' ora di urlare che questa protezione civile approssimativa, una specie di monatto notarile, deve andare a casa, ci vuole gente con le palle. Poiché il disastro durerà ancora mesi occorre cambiare subito. Metteteci dei generali di corpo d'armata, gente abituata alle decisioni e al comando immediato, non ragionieri topi d'ufficio.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Ven, 20/03/2020 - 10:41

Personalmente non ho ancora una mascherina idonea,questi imbecilli del governo ci hanno lasciati senza, non ne mandano ed io non le trovo.

steluc

Ven, 20/03/2020 - 10:48

Abolire le asl e la riforma della sanità del 78. Da quando la salute ricade sotto la politica e il profitto, sempre peggio, il mio ospedale anni 80 1200 posti letto, oggi 500, con distretti territoriali chiusi ovunque.Vi pigliasse il corona.

zagor1963

Ven, 20/03/2020 - 10:49

siamo uno stato solo buoni a vantarci è tutto sotto controllo , la sanità italiana è il fiore all'occhiello dicevano i ns governanti incapaci e a pochi giorni dalla pandemia i servizi segreti avevano riferito che poteva crearsi in italia un nuovo terrorismo nero, mattarella parlava di antifascismo problemi inesistenti invece di affrontare la catastrofe, ottima sanità mancano medici e infermieri grazie ai tagli svolti dai governi di sinistra non ci sono neanche le mascherine e l'alcool ma ci rendiamo conto che siamo peggio del burundi e la gente canta dai balconi in italia le cose funzionano se non ne hai bisogno come la giustizia siamo peggio del 3° mondo

maurizio-macold

Ven, 20/03/2020 - 10:54

Signor paolo1944 (10:36), in posti come la protezione civile ci vuole gente capace e preparata. Gente dal comando immediato, come auspica lei, puo' solo fare danni.

Giovmar

Ven, 20/03/2020 - 10:58

Ormai quest'anno scolastico e' andato. Non si sa quando potranno riaprire le scuole.Dando per scontato che la situazione si normalizzi verso giugno - luglio, e mettendo nel limbo l'attuale anno scolastico 2019/2020 si potrebbero riprendere le lezioni da dove si sono interrotte, nei primi giorni di settembre del 2020 e spalmando poi i programmi da completare,sia dell'anno perso che dell'anno in corso su un unico anno scolastico cercando,s'intende, di limitare il piu' possibile feste,vacanze e quant'altro.

zagor1963

Ven, 20/03/2020 - 11:00

anche nelle aziende anche le + grandi mancano mascherine e guanti ma i sindacati tacciono c'è il governo amico sono tutti imbavagliati

mareblu30

Ven, 20/03/2020 - 11:04

LA provincia di Benevento! Totalmente ignorata DAGLI AMMINISTRATORI REGIONALI, E DAI MEZZI DI INFORMAZIONE RAI.

steluc

Ven, 20/03/2020 - 11:05

La gente schiatta in casa. Sappiamo chi ringraziare. Primi nel mondo.

zagor1963

Ven, 20/03/2020 - 11:06

il governo buono a lavarsi la bocca non c'è emergenza e tutto sotto controllo , intanto parlavano che il problema in italia era il fascismo e l'antisemitismo e avevamo una catastrofe alle porte che loro non hanno visto mancano medici infermieri , mancano le mascherine e l'alcool grazie ai tagli voluti dal MES e approvati sempre dal PD e 5 stelle vergogna in italia le cose funzionano se non ne hai bisogno

jaguar

Ven, 20/03/2020 - 11:12

Veramente qualche farmaco comincia a scarseggiare anche in farmacia. Non parliamo poi delle mascherine, dobbiamo indossarle ma non si trovano.

Ritratto di asimon

asimon

Ven, 20/03/2020 - 11:17

vorrei rivedere quelle facce di bronz,o sicuramente prezzolate, che in tv ci dicevano che le mascherine non servivano a tutti, servivano solo al personale medico...ma se nemmeno loro riuscivano ad averle!!! quindi queste facce di bronzo coprivano solo questo governo di incapaci che non ha provveduto in tempo alle forniture di mascherine adeguate nemmeno per il personale medico. vergogna!!!

Giorgio5819

Ven, 20/03/2020 - 11:22

"Pronte "soluzioni emergenziali" ... non devono essere "pronte", devono essere attuate, e non con i flemmatici tempi di reazione di questo governo di fantocci.... non devono giocarsela a dadi le varie correnti politiche di questo governo. MANCA CHI DECIDE !!!!!

Ritratto di allergica_alle_zecche

allergica_alle_...

Ven, 20/03/2020 - 11:24

sono d' accordo sui paesi esteri che tengono per loro posti in rianimazione, mascherine e ciò che può servire al loro popolo. Però abbiamo aziende farmaceutiche anche in Italia (Angelini Sigma Tau, Menarini, eccetera) che andrebbero messe in condizioni di produrre farmaci, al limite senza marchio commerciale. Se invece ormai in Italia non abbiamo più un ca@@o e siamo dipendenti dell' estero pure per il paracetamolo, allora la gente davvero dovrebbe cominciare ad organizzarsi per una rivoluzione. Altro che esercito contro chi si salvaguarda la salute prendendo aria e rafforzando il proprio sistema immunitario!

Giorgio5819

Ven, 20/03/2020 - 14:57

CHE FINE HA FATTO IL SUPER-MEGA-COMMISSARIO SPECIALE NOMINATO PER L'EMERGENZA ? E' IN SAUNA A MEDITARE ?