Mastella: "Ecco quando mi ritiro dalla politica"

L'annuncio in radio del primo cittadino di Benevento: "Resterò ancora qualche anno e poi getto la spugna. Torno in Parlamento? No, voglio fare il sindaco"

Mastella: "Ecco quando mi ritiro dalla politica"

Clemente Mastella ha compiuto settant’anni. E in radio annuncia: “Qualche anno ancora dopo di che getto la spugna. Alla fine del mandato da sindaco della città di Benevento smetto con la politica”.

L’ex ministro della Giustizia, intervistato a Un Giorno da Pecora su Radio Due, ha promesso che, una volta concluso il mandato da primo cittadino, si ritirerà dall’agone pubblico. E ha anche rigettato ogni ipotesi di eventuale ricandidatura al Parlamento pure nel caso in cui si votasse a giugno: “No, voglio fare il sindaco. Oggi è il sindaco il vero riferimento per i cittadini. I deputati sono degli eletti che non si muovono però a loro agio nei territori. Il sindaco, invece, ha maggiore presenza nelle comunità”.

Sull’ipotesi di un buen ritiro, Mastella dice: “Andare avanti con la politica? Io ci provo il più possibile, finché ce la faccio ma non dipende solo da me. Ma penso che resterò ancora qualche anno e poi getto la spugna”. Quando? “Alla fine del mandato da sindaco di Benevento. Lo prometto". Il mandato dell'ex Guardasigilli, che è stato eletto a giugno scorso, scadrà nel 2021.

Clemente Mastella, poi, ha raccontato di aver ricevuto degli auguri inattesi: “Mi ha chiamato Michele Santoro. Non me l’aspettavo, è stato molto carino. Tra noi c’era stata qualche turbolenza ma ci siamo riappacificati. M’ha fatto davvero piacere che mi abbia fatto gli auguri. Berlusconi? No, però mi ha telefonato Gianni Letta”.

L'attuale sindaco di Benevento ha festeggiato il suo compleanno con una festa a sorpresa organizzatagli nella sua Ceppaloni dalla moglie. Nel giorno del suo compleanno, domenica scorsa, Mastella ha ringraziato tutti con un lungo post su Facebook: "Sono fortunato ad aver vissuto con intensità questi miei 70 anni. Oggi è il mio compleanno. So che il tempo sarà più breve e la vita sarà ogni giorno un regalo della provvidenza. Grazie alla mia famiglia, a mia moglie, ai miei figli e ai miei nipotini che mi danno il senso della immortalità. Grazie a tutti".

Commenti