Mattarella accetta il bis: "Non mi sottraggo ai doveri"

Mattarella accoglie il secondo mandato: "La grave emergenza che stiamo vivendo richiama al senso di responsabilità e al rispetto delle decisioni del Parlamento"

Mattarella accetta il bis: "Non mi sottraggo ai doveri"

Il presidente Sergio Mattarella non si sottrae e accoglie la forte spinta arrivata dal Parlamento, accettando il secondo mandato in seguito ai 759 voti espressi dai grandi elettori in suo favore. Il capo dello Stato, in un discorso al termine dello spoglio, ha ringraziato i parlamentari e i delegati delle Regioni per le preferenze nei suoi confronti. Mattarella ha sottolineato che "i giorni difficili" trascorsi per l'elezione alla presidenza della Repubblica nel corso della "grave emergenza sul fronte sanitario, economico e sociale richiamano al senso di responsabilità e al rispetto delle decisioni del Parlamento".

Il capo dello Stato ha sottolineato che tutte queste condizioni "impongono di non sottrarsi ai doveri cui si è chiamati e naturalmente debbono prevalere su altre considerazioni e su prospettive personali differenti". Come era noto, infatti, Mattarella più di una volta aveva lasciato intendere di non essere disposto a un ulteriore mandato. Ma l'emergenza Covid-19 ancora in atto nel nostro Paese e le circostanze politiche lo hanno portato a cambiare linea e dunque ad accogliere la richiesta del bis arrivata dai grandi elettori.

Le reazioni

Non sono tardate ad arrivare le reazioni del mondo della politica. Roberto Occhiuto, governatore della Regione Calabria, ha fatto notare che i gruppi dirigenti dei partiti "hanno dimostrato tutti i loro limiti" e dunque sono stati costretti a tornare al punto di partenza. "Allo stesso tempo, per fortuna, le istituzioni sono in buone mani: il presidente Sergio Mattarella è un grande esempio, per senso dello Stato e per equilibrio", ha aggiunto Occhiuto.

La presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, nel ringraziare Mattarella per la sua disponibilità, ha scommesso che "il suo autorevole esempio ci sarà di ispirazione e guida nell'affrontare queste sfide". Auguri che arrivano anche da Roberto Fico, presidente della Camera: "Continuerà a essere garante assoluto dei valori della nostra Costituzione e un punto di riferimento per la nostra comunità nazionale".

Matteo Salvini si è detto "stanco" per il lavoro portato avanti in questi giorni ma comunque ha espresso contentezza per Mattarella "che forse stasera avrebbe preferito, umanamente, essere altrove". Fonti della Lega fanno sapere che Salvini ha tenuto una telefonata di gratitudine con il presidente della Repubblica.

Non si sono fatti attendere i ringraziamenti di Luigi Di Maio, che ha invitato a ripartire "dalla disponibilità, dal valore, dall'instancabile lavoro" di Mattarella continuando a impegnarsi per il bene dell'Italia "con serietà e senso di responsabilità".

"La nostra bussola è l'amore per l'Italia, per l'Italia che vuole stabilità e rilancio. Da oggi stesso riprendiamo la strada maestra, quella che porta alla piena ripartenza", ha concluso il ministro degli Esteri.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica