La Meloni smaschera Conte: "Ancora promesse ma le risorse non sono mai arrivate agli italiani"

Giorgia Meloni critica la conferenza stampa del priemer Conte, sottolineando la natura "surreale" dell'intervento: "Italiani basiti"

Il premier Giuseppe Conte insiste con il promettere in prospettiva, per quanto persino le promesse più recenti tra quelle già fatte non siano ancora state rispettate. Questo, in sintesi, è il pensiero di Giorgia Meloni, che ha commentato con toni decisi l'ennesima conferenza stampa a tema del presidente del Consiglio italiano.

Ieri il centrodestra unito ha manifestato un pubblico dissenso: l'Italia soffre pure per le conseguenze economiche della pandemia, e quanto messo in campo per ora dal governo non è ritenuto sufficiente. Per Giorgia Meloni quella di ieri è "l'Italia che non si arrende". La stessa che preferirebbe essere "rappresentata" da un esecutivo diverso da quello in carica. Giuseppe Conte oggi ha indetto un nuovo appuntamento mediatico: di nuovo un discorso rivolto agli italiani; ancora un affresco di quello che il governo ha in programma di fare.

Il giudizio del leader di Fratelli d'Italia muove da un assunto: "Un'altra conferenza stampa di Conte mandata in diretta in contemporanea su più reti per dire che il governo FARÀ tantissime belle cose". Le tempistiche dei giallorossi, insomma, lasciano a desiderare. Sì, perché la Meloni ha notato come le "nuove promesse", almeno in termini d'annuncio pubblico, siano arrivate persino prima del compimento delle vecchie. "Milioni di italiani assistono basiti, chiedendosi con quale coraggio si facciano nuove promesse quando non sono ancora arrivate le risorse promesse in analoghe conferenze di due mesi fa", ha continuato l'ex ministro della Gioventù.

Nella critica, c'è spazio anche per una richiesta diretta, un'indicazione rivolta ai membri dell'esecutivo: bisognerebbe abitare di più la realtà. Questo è quello che ha fatto intendere l'ex vicepresidente della Camera, scrivendo su Facebook quanto segue: "Ma forse per rendersi conto di quanto tutto questo sia surreale occorrerebbe, ogni tanto, uscire dal palazzo e dalle conferenze virtuali". La maggioranza dovrebbe quindi confrontarsi di più con le persone che hanno perso il lavoro o che comunque si trovano in condizioni di difficoltà economica, per esempio. La posizione della Meloni, almeno, è proprio questa.

Nel frattempo il presidente Conte sbandiera ottimismo. Come abbiamo già avuto modo di segnalare, però, gli indicatori economici lasciano supporre una situazione tutt'altro che positiva. In termini di dialettica politica, il premier ha assicurato di voler coinvolgere anche l'opposizione, che sino a questo momento, stando al parere dei vertici partitici di centrodestra, non è stata affatto ascoltata. Vedremo se questo "progetto di rinascità" comporterà anche un incremento del dialogo tra le parti.

ll premier sostenuto dal Partito Democratico, da Italia Viva e dal MoVimento 5 Stelle ha sciorinato infatti un "progetto di rinascita", che sembra guardare al futuro. Ma la Meloni ha in qualche modo segnalato l'urgenza di interventi meno "surreali". In buona sostanza, la Meloni ha chiesto meno promesse e più fatti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Gio, 04/06/2020 - 10:45

"Smacherare" che brutta parola in tempi di pandemia... Certo lei avrebbe fatto meglio di Conte povera cocca di mamma... Qui il problema non é politico ma amministrativo. Con una PA che non é efficente nessun governo puo' pensare di realizzare i propri piani in tempi utili... E questo problema é bi-partisan perché i governi cambiano ma i bdirettori generali restano e hanno il vero potere quando la classe politica é come nel nostro caso incompetente

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 04/06/2020 - 11:06

Si chiama comunicazione istituzionale per salvare la poltrona, sono mesi che assistiamo solo a conferenze stampa.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 04/06/2020 - 11:38

Brava Giorgia, spiega bene come stiano le cose, anche se tutti gli Italiani veri già lo sanno.

CarloLinneo

Gio, 04/06/2020 - 12:08

Una opposizione seria, oltre a criticare, dovrebbe anche essere seriamente propositiva. La Meloni non dice mai dove prendere i soldi, dice invece sempre dove non prenderli, cioè dalle tasse, che vanno diminuite se non abolite. Quando era al governo col centro-destra chiedo perché non ha sburocratizzato il paese invece di far da spalla alla pgliacciata di Calderoli che bruciava 250'000 leggi inutili.

PassatorCorteseFVG

Gio, 04/06/2020 - 16:58

secondo nicola porro, conte ha fatto 1000 promesse e creato 274.000 disoccupati, speriamo si fermi con le promesse altrimenti resteremo tutti disoccupati in italia. qualcuno dirà: brutta ironia? io penso triste futura realtà, ma siamo in democrazia , spero ed ognuno la pensi come vuole, visto che il solo pensiero mai del mele a nessuno ha fatto, me tante azione conseguenti a pensieri ed ideologie fallimentari, del male fin troppo ne ha fatto.scenari futuri? difficile dirlo, basta ascoltare un detto triestino:le ciacole no fa fritule, traduco: le parole non producono frittelle. non aggiungo altro, a buon e capace intenditore poche parole, ai troppi parolai che sentiamo e nulla producono se non illusioni , alla fine nulle vuote e fatue,posso solo dire: un bel tacer non fu mai scritto. ciao a tutti.