Ma Mentana si chiama fuori: "Mai firmato il manifesto anti Salvini"

Il direttore del Tg di La7 smentisce di aver firmato il manifesto di Rolling Stone. Il direttore della rivista: "Erano dichiarazioni pubbliche, non serviva l'autorizzazione"

"Da adesso chi tace è complice", sentenziano Rolling Stone e decine di "intellettuali" di sinistra che hanno deciso di firmare il manifesto anti Salvini della rivista. Tra i nomi spiccano attori, scrittori e cantanti.

Ma pure quello di Enrico Mentana. Eppure il direttore del TgLa7 - che certo non ha mai risparmiato critiche al governo gialloverde e allo stesso ministro dell'Interno - si chiama fuori. E lo fa con un post su Facebook in qui pubblica pure la risposta data al direttore di Rolling Stone, Massimo Coppola, che gli chiedeva "un pensierino su questi mentecatti": un secco "no" che ha troncato qualsiasi conversazione.

"Quando voglio dire qualcosa, la dico. In prima persona, avendo la fortuna di poterlo fare in tv, e potendolo fare come tutti qui su Fb", scrive oggi Mentana, poco dopo che la copertina della rivista - accostata anche al suo nome - ha iniziato a far scalpore, "Con sorpresa ho trovato il mio nome tra gli aderenti a questa iniziativa (a meno che "Enrico Mentana, giornalista" non sia un omonimo). È un caso di malcostume, trasandatezza, sciatteria? Non so, non ho ancora letto la rivista. So però che il suo direttore mi aveva chiesto l'adesione, e la risposta è stata chiara...".

A corredo del post c'è anche l'intera chat (poi sparita) tra i due giornalisti. Con un lungo messaggio su WhatsApp, Coppola ha spiegato l'iniziativa a Mentana, sostenendo che voleva mettere insieme i contributi "di persone che stimo" per "dare il via a un dibattito costruttivo". Poi ha aggiunto: "E che lo mandi un pensierino su questi mentecatti?". Al "no", il direttore della rivista non si è detto sorpreso: "Immaginavo", ha risposto, "Ma non ho resistito, dovevo chiedertelo".

"Non credo agli appelli o alle prese di posizione perentorie e che servono solo a scopi identitari, o a volte peggio mirano a un po' di pubblicità gratuita", ha accusato quindi oggi Mentana su Facebook, "Oggi il mensile Rolling Stones fa una scelta perfettamente legittima, ma che non condivido. Il giornalismo è fatto di racconto e di confronto delle idee, di attacco alle posizioni ritenute sbagliate, o perfino pericolose. Mai però la scelta di una persona liberamente eletta come bersaglio, come uomo nero".

"Non essendo un appello non ci sono firmatari, replica quindi Massimo Coppola in un commento al post, "Abbiamo deciso di includere i post pubblici sul tema. I post sono pubblici e quindi mi pare una scelta legittima pubblicarli. Se decido di raccogliere tutte le dichiarazioni pubbliche su questo o quel tema, non devo certo chiedere a tutti coloro che le hanno espresse se posso farlo. Mi scuso per non averti detto che lo avrei fatto, una dimenticanza, anche se ripeto, abbiamo ripreso una tua dichiarazione pubblica, cosa per la quale non è necessaria un’autorizzazione, a differenza di una conversazione privata su WhatsApp".

"No, Coppola. Il mio no (ho tolto lo screenshot del nostro dialogo via WhatsApp perché c'era di mezzo un'altra persona) era chiaro", controbatte quindi Mentana, "Non puoi decentemente sostenere che siccome altri ti hanno detto che ne avevano già scritto e non avevano modo di ripetere o cambiare, allora questo ti permetteva di prendere oltre ai loro anche brani di altri che erano ignari della tua iniziativa o peggio, come nel mio caso, si erano dichiarati esplicitamente indisponibili, per di più usandone il nome come elemento di richiamo pubblicitario. È stata un'operazione mediocre".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Gianluca_Pozzoli

Gianluca_Pozzoli

Gio, 05/07/2018 - 12:50

io taccio e sono complice...spero non arrivi piu' un abbronzato in italia...vai avanti salvini

citano39

Gio, 05/07/2018 - 12:52

Ogni tanto essere un po' intelligenti non guasta.

citano39

Gio, 05/07/2018 - 12:52

Ogni tanto essere un po' intelligenti non guasta. Per una volta applaudo a Mentana.

poli

Gio, 05/07/2018 - 13:32

mitraglia sei un furbacchione ma one oneeeeeeeeeeeeee

tosco1

Gio, 05/07/2018 - 13:40

Mentana la tentazione l'avra' avuta, ma si e' tirato fuori.Ai giornalisti , allinearsi al "politicamente corretto",cioe' contro il popolo, e' cosa che ha sempre portato vantaggi,viste le tendenze degli ultimi ridicoli anni. Quello che comunque e' facile capire da questa storia, e' che LA7 appoggia queste tendenze , e viso che il popolo e' ormai diretto in altre direzioni, ne paghera' le conseguenze.

Ritratto di achab.cap

achab.cap

Gio, 05/07/2018 - 14:21

Rolling Stones….in nomen omen

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 05/07/2018 - 14:21

"tra i nomi spiccano attori, scrittori e cantanti" sono 20 anni che in italia non esistono più attori, scrittori e cantanti ma solo "uomini sandwich" retribuiti dai comunisti per battere la grancassa politica/elettorale.(il 98% di quelli che stanno in rai)

ermejodermonno

Gio, 05/07/2018 - 14:41

LE PECORE SI RIUNISCONO IN BRANCO PER CERCARE DI DIFENDERSI CON IL NUMERO DAL LUPO (saggezza contadina , mio nonno) a voi districare il senso rapportandolo all'articolo , i sensienti ci riusciranno, le pecore....... chissà!!!!

Italo00

Gio, 05/07/2018 - 14:47

Mentana è un bravo giornalista. Non ha bisogno di inchinarsi alla vulgata,di sinistra o di destra, per fare il suo mestiere. Se ci fossero anche politici di questa pasta nel PD allora esisterebbe una opposizione

Flandry

Gio, 05/07/2018 - 15:34

Rolling Stones? Non sapevo nemmeno che esistesse, questa rivista. Un appello firmato da quei parassiti multimilionari? Persone che vivono di ciance e sul nulla delle loro idee? I quali ritengono che l'accoglienza indiscriminata permetta di aiutare queste persone? Invece di blaterare dall'alto della loro arroganza, vadano un po' in giro a vederli, i migranti. Sono per l'80% maschi tra i venti e trent'anni, che devono essere assistiti in tutto. Dice l'allucinato Boeri che "ci pagheranno" le pensioni? E come, se non c'è lavoro, e se c'è è spesso precario e sottopagato, anche per i nostri figli? Non pensano, questi presuntuosi ed inutili miliardari, che piuttosto va spezzato l'immondo export / import di esseri umani, la "filiera" del migrante? E comunque, se Macron rifiuta, come ha affermato pubblicamente, i migranti economici, e per i francesi va bene, perché quando lo dice, Salvini sarebbe invece un razzista? Forse i motivi son altri...

Flandry

Gio, 05/07/2018 - 15:40

Io, come milioni di altre persone, ho votato per la Lega. Queste persone, questa rivista che nemmeno sapevo esistesse, calunniano, con Salvini, anche chi l'ha votato. Appoggerei qualsiasi azione collettiva contro di essa. Prima di parlare, queste persone lo incontrino, Salvini, lo conoscano. Altrimenti dimostrano superficialità, arroganza, presunzione, pregiudizio, che fanno di loro personaggi assai piccini e miserelli. Un po' parassitari, anche.

Massimom

Gio, 05/07/2018 - 18:16

Fake news comuniste.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Gio, 05/07/2018 - 18:34

Nessuna novita`. Osservando a giro d'orizzonte e` perfettamente chiaro che i poteri forti e i SINISTRI LACCHE` stanno facendo ripartire la loro "GIOIOSA MACCHINA DEL FANGO", che comunque, a suo tempo non era bastata a "smacchiare il giaguaro", se non molto dopo, con attacchi concentrici ed apparentemente scoordinati. A loro svantaggio pero`, questa volta c'e` che gli elettori che hanno votato Salvini, lo hanno fatto proprio come espressione iconoclasta di equilibri "moderati". Si rendano conto quindi gli spalatori di fango, che qui ed oggi, siano a farlo gli "intellettuali" o "i giudici", CHI TOCCA SALVINI MUORE. A costo di rischiare una guerra civile, che comunque, soprattutto con il "buonismo", probabilmente NON EVITEREMMO.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 05/07/2018 - 19:31

Mentana non è certo a (infimi) livelli come quella gentaglia livorosa, biliosa, strafatta.

Lotus49

Gio, 05/07/2018 - 21:38

Chi tace è complice di Salvini. Chi parla è complice di Oseghale.