Migranti, altre promesse Ue. Il Pd rivuole la cittadinanza

La Germania promette di prendere il 25% di chi sbarca da noi. Il ministro Bonetti: sì a ius culturae

«Un errore non approvare la legge sullo ius culturae nella scorsa legislatura». Il neo ministro per la Famiglia e le Pari opportunità, Elena Bonetti, per lanciare il suo manifesto programmatico sceglie l'Avvenire, memore del suo passato nell'Agesci. E non stupisce che tra gli obbiettivi del nuovo governo riproponga la realizzazione dello ius culturae, l'acquisizione della cittadinanza «in automatico» per i bambini stranieri che abbiano concluso almeno un ciclo scolastico. «Educare e formare nelle nostre scuole ragazzi nati e cresciuti in Italia ai quali di fatto non riconosciamo la cittadinanza è come allenare una squadra e poi lasciarne metà in panchina. Ci perdiamo tutti», afferma la Bonetti.

Eppure pur rappresentando un cavallo di battaglia per il Pd la proposta sullo ius culturae all'epoca di Paolo Gentiloni premier fu congelata per il timore che il governo su quello scoglio naufragasse. Poi con la Lega al governo l'ipotesi di riforma della legge sulla cittadinanza è stata ovviamente del tutto accantonata ma con il ritorno del Pd ai posti di comando la questione torna alla ribalta. Il ministro Bonetti sembra far riferimento in particolare alla legge di iniziativa popolare promossa dai Comitati di Azione Civile che ricalca quella renziana.

Si prevede che il minore straniero nato in Italia o arrivato entro i 12 anni di età dopo aver frequentato cinque anni di scuola o 3/4 anni di formazione professionale «acquista la cittadinanza italiana». Solo per le elementari poi è richiesta la promozione finale, per le scuole superiori è sufficiente la frequenza.

Contrario il vicepresidente del Senato, Maurizio Gasparri di Forza Italia. «La legge sulla cittadinanza in Italia è già molto generosa- sostiene il senatore azzurro- Se lo ius culturae è un modo elegante per impacchettare una cittadinanza facile noi ci opporremo fermamente».

Particolarmente critico un altro senatore azzurro, Lucio Malan, che nella scorsa legislatura aveva stroncato il principio dello ius culturae ritenendolo una «pericolosa scorciatoia» persino rispetto allo ius soli. «Non lo condivido ma almeno lo ius soli si basa su un principio chiaro, se nasci sul territorio italiano sei cittadino italiano -spiega Malan- Le norme che regolano lo ius culturae invece sono molto più scivolose». Malan non condivide il principio che basti la frequenza ad un ciclo scolastico. «Si potrebbe essere bocciati per tre anni di seguito ed ottenere comunque la cittadinanza oltre al fatto che non ci sarebbe il controllo dell'effettiva frequenza», osserva il senatore che poi pone anche un problema di consapevolezza delle scelte. «I ragazzi italiani fino a 18 anni in sostanza non possono fare nulla, hanno sempre bisogno di un adulto responsabile che ratifichi le loro scelte -insiste Malan-. Perché invece noi lasciamo che un bambino scelga addirittura la propria appartenenza ad un paese, alla sua cultura ed identità prima ancora di aver raggiunto la maturità? È contraddittorio».

Sul fronte dell'accoglienza migranti nella Ue il premier Giuseppe Conte ha annunciato «la piena disponibilità di alcuni paesi europei, l'Italia non verrà lasciata sola». In effetti il ministro dell'Interno tedesco Horst Seehofer, ha confermato in un'intervista la volontà di «accogliere in Germania un quarto dei migranti salvati nel Mediterraneo e approdati in Italia».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

FD06

Sab, 14/09/2019 - 09:00

La cultura di una persona é la somma delle esperienze familiari, linguistiche, scolastiche, religiose, di amicizie e sociali L’esperienza di frequentare un corso di studi senza obbligo di risultati e dare la cittadinanza di conseguenza é una visione molto limitata a mio giudizio sull’appartenenza culturale e può creare delle ripercussioni sulle future generazioni italiane imprevedibili al presente

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 14/09/2019 - 09:03

Quanto sono preoccupati, non ci dormivano la notte. Quante preoccupazioni!Il problema dell'Africa deve farsene carico l'Italia, ce lo ha detto il medico.

ReLazzarone

Sab, 14/09/2019 - 09:06

Questa mattina su radio rai interessante dossier sulla prostituzione delle nigeriane... ragazze le cui famiglie si indebitano per cifre dai 25000 ai 30000 euro per venire a lavorare in europea senza sapere quale sarà il loro impiego se non durante il loro viaggio. La cosa curiosa è queste ragazze non si dichiarano minorenni ma una volta in Italia MAGGIORENNI. Siamo difronte ad un sistema economico e sociale di chiara matrice criminale

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 14/09/2019 - 09:16

Gli diamo anche uno stipendio e la pensione raggiunto i 67enni anche senza contributi. Si potrebbe addebitarlo a chi ha votato PD e 5Stelle?

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 14/09/2019 - 09:22

questi non pensano ad altro. hanno dei seri problemi (e ne creano a noi)

Giorgio Rubiu

Sab, 14/09/2019 - 09:48

Naturalmente! Iniziare da subito l'allevamento dei futuri elettori.Da dove deriva la "certezza" (o,almeno,la speranza) che essi,a tempo debito,voteranno a sinistra? Quando saranno tanti e maggiorenni,con ogni probabilità voteranno per il loro partito,comunque si chiamerà e qualsiasi sia il suo programma incluso il desiderio di comandarci e, forse,anche di distruggere la nostra cultura e noi stessi.Elena Bonetti,tenga conto che,per quanto rapido esso sarà, si tratterà di un processo molto lungo del quale lei vedrà solo l'inizio sempre che possa iniziare.Tenga anche conto del fatto che il "SUO" governo potrebbe non essere più in carica dopo le prossime elezioni che, al più tardi, avverranno nel Marzo 2023 o,come molti sperano e tanti credono,molto prima.

alexrodi2019

Sab, 14/09/2019 - 10:03

La sinistra è sempre più ridicola. 4000 immigrati clandestini arrivati quest anno costano 100.000 euro al giorno solo per stoccarli nei centri. Ci si costruisce una casa al giorno ad amatrice che sono italiani bisognosi che han pagato le tasse fini a che potevano lavorare

Ritratto di tox-23

tox-23

Sab, 14/09/2019 - 10:07

Caro Malan, ti chiedi "Perché invece noi lasciamo che un bambino scelga addirittura la propria appartenenza ad un paese, alla sua cultura ed identità prima ancora di aver raggiunto la maturità? È contraddittorio." Te lo spiego io: perchè il bambino quando avrà 18 anni voterà e non ci vorrà molta fantasia per immaginare che il pargolo a tempo debito apparterrà al bacino di elettori di sinistra.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 14/09/2019 - 10:17

Prima di tutto sento il dovere di ricordare a tale "Bonetti" che lei dimostra assoluta ignoranza quando confonde lo "jus soli" con lo "jus culturae". Ricordo alla signora che la Storia, che probabilmente Lei non conosce, ha visto applicare lo jus soli in paesi che avevano interesse ad acquisire gente nuova, immigrati, come é stato per gli SU d'America. Pe noi Italiani sarebbe un dramma, ma Lei probabilmente non può capirlo: troppo poco informata!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 14/09/2019 - 10:43

@alexrodi2019 quanti pensionati con quota 100 si potrebbe mantenere. Persone che hanno lavorato una vita, invece di questi altri che non producono e non contribuiscono anzi fanno solo danni.

mutuo

Sab, 14/09/2019 - 10:46

Ma quale cultura, quella islamica? Tengono le donne fuori dalla società, non gli fanno imparare l'italiano per non rischiare contaminazioni, i bimbi al mattino frequentano le scuole pubbliche ed al pomeriggio vengono catecatizzati nelle scuole coraniche. Chi parla d'integrazione non conosce la realtà. I migranti devono integrarsi nella nostra società e non noi nella loro. Chi vuole mantenere senza contaminazioni la propria cultura di provenienza, può benissimo tornare da dove è venuto. Chi ostenta il burka, può ritornare nel deserto, dove tale abbigliamento serve a proteggersi dalle tempeste di sabbia.

Una-mattina-mi-...

Sab, 14/09/2019 - 10:50

PER I COMUNISTI L'INVASIONE DELL'ITALIA NON E' UN PROBLEMA, MA "PERCEZIONE": TUTTAVIA PENSANO SOLO A QUELLO, UNA VERA MONOMANIA. CHISSA' CHE "PERCEZIONE" MALATA HANNO

vince50

Sab, 14/09/2019 - 10:55

Li allevano,li allineano,li tesserano e poi li faranno votare.

Calmapiatta

Sab, 14/09/2019 - 10:57

Mentre parlano di fascismo, mentre parlano di pericoli per la democrazia, loro, minoranza del paese, vogliono farci ingoiare tutte le loro astruse quanto fallimentari politiche. Ma che democrazia è quella in cui una minoranza domina sulla maggioranza?....Giusto! Non è una democrazia.

Calmapiatta

Sab, 14/09/2019 - 11:11

@mutuo no il burqa non serve a proteggersi dai venti caldi, è uno strumento di dominio, sottomissione e negazione della donna. È un simbolo dell'arretratezza culturale, quasi medioevale, di una certa società. Idee e tradizioni che cozzano con i nostri principi di uguaglianza, libertà e autodeterminazione. Come tale va proibito. Chi non è d'accordo, può risalire sul barcone.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 14/09/2019 - 11:14

Ennesima dimostrazione della vera essenza dei komunisti. Essi NON sono italiani, sono solo komunisti. Trinariciuti ABIURI E RINNEGATI a cui é stata consegnata l'Italia. Cosa dobbiamo fare noi italiani per salvare la nostra identità? La nostra cultura, la nostra storia, la nostra salute, il nostro essere cittadini italiani ede europei? COSA? COSA? COSA?

nopolcorrect

Sab, 14/09/2019 - 11:43

Se il PD farà approvare lo ius soli diventerà residuale come LeU alle prossime elezioni politiche quando ci saranno e intanto perderà tutte le regionali.Sarebbe una mossa suicida sia per il PD che per il M5S.

leopard73

Sab, 14/09/2019 - 11:55

Siamo ALL'INIZIO dello sfacelo KOMUNISTA speriamo bene alla lotta interna dei due partiti da vomito!!!!

lawless

Sab, 14/09/2019 - 12:21

le promesse non sono fatti. Se poi le promesse provengono da politicanti hanno valore SOTTO ZERO.

agosvac

Sab, 14/09/2019 - 12:21

Se la Germania si vuole prendere i fasulli, che se li prenda, perché farli approdare prima in Italia? Questa dello ius culturae, è una vera fesseria: la cultura è ben altra cosa che frequentare un ciclo scolastico. C'è gente, come Lerner , che è in Italia da decine di anni e che ancora non ha una cultura realmente italiana. Senza considerare i vari appartenenti al PD che di cultura ne hanno poca e niente del tutto.

Ezeckiel

Sab, 14/09/2019 - 13:03

Vince 50 I musulmani quando sono pronti votano un partito politico islamico i pidioti credono di poterli governare ma sbagliano di grosso.in tutti i paesi in cui si sono insediati poi ne hanno preso il controllo

OttavioM.

Sab, 14/09/2019 - 14:14

Mi piace che il minore non accompagnato, questi giovanottoni che dicono di avere 17 anni e mezzo e magari sono nati il 1 gennaio, gli basta fare un corso da cameriere o scaldare il banco per 3 anni per avere la cittadinanza italiana. Questi del PD sono fuori, speriamo di andare a votare presto.

mutuo

Sab, 14/09/2019 - 14:32

@calmapiatta. Ti ringrazio per la precisazione, ma il mio era un commento sarcastico, so perfettamente cosa significa il burqa per chi l'indossa.

PRALBOINO

Sab, 14/09/2019 - 14:46

Se passa lo " jous soli " sarà la vera fine per i sinistri quindi ben venga lo "jous soli"

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 14/09/2019 - 14:50

Vuole comperare il voto dei migranti, a spese degli italiani. E' alto tradimento?

Ritratto di ohm

ohm

Sab, 14/09/2019 - 17:54

Per io il pd tutti i decreti degli altri governi sono errori ... .MA FATEVI FURBI,IGNORANTI !!!!!!