Napolitano al governo: "Non ingannate l'Europa"

Giorgio Napolitano commenta le prime mosse del governo gialloverde e il rapporto tra il nuovo esecutivo e l'Unione europea

Napolitano al governo: "Non ingannate l'Europa"

Giorgio Napolitano commenta le prime mosse del governo gialloverde e il rapporto tra il nuovo esecutivo e l'Unione europea. In queste settimane di certo da Bruxelles sono arrivate critiche sul nostro Paese e sul programma dell'esecutivo, salvo poi aggiustare parzialmente il tiro dopo il varo del governo Conte. In una lettera inviata al presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati, Re Giorgia afferma che "servono risposte non retoriche da parte dell'esecutivo sul rapporto tra Italia ed Ue perché ogni discorso sfuggente su questo tema sarebbe un inganno".

Napolitano ha poi annunciato di non potre partecipare al dibattito per il voto di fiducia: "Ci tengo tuttavia a trasmettere attraverso di Lei ai colleghi senatori e ai membri del governo il mio punto di vista. Qualunque intesa per rendere possibile il governo del paese deve fare i conti con i sempre più gravi e allarmanti segnali che vengono dalle vicende europee nel quadro globale e deve dunque dare risposte non retoriche ma puntuali e decise sul rapporto tra l’Italia e l’Unione e sulle fondamentali questioni con cui dobbiamo misurarci. Ogni discorso che rimanga sfuggente in proposito costituisce un inganno", ha affermato il presidente emerito della Repubblica. Infine manda un messaggio anche alle forze dell'opposizione sottolinenado come il rapporto Italia-Ue è il vero banco di prova su cui misurarsi.