"Non è l'unico...". Ecco i nomi di Renzi per il Colle

Matteo Renzi apre ufficialmente la corsa al Quirinale anche per Pierferdinando Casini ma non chiude le porte ad altre candidature

"Non è l'unico...". Ecco i nomi che Renzi ha in mente per il Colle

È iniziato ufficialmente il periodo di avvicinamento all'elezione del presidente della Repubblica e i partiti si stanno muovendo per trovare il nome perfetto per rappresentare la più alta carica dello Stato. Sergio Mattarella ha dichiarato in più occasioni di non voler fare il bis al Quirinale, quindi è necessario trovare un altro nome altrettanto autorevole. Le ipotesi sul tavolo al momento sono tante ma c'è un nome che circola con più insistenza di altri ed è quello di Pier Ferdinando Casini.

A confermare l'indiscrezione è stato Matteo Renzi in un'intervista a Libero, durante la quale il leader di Italia viva ha anche ribadito quali sono le tre caratteristiche fondamentali che non devono mancare in un presidente della Repubblica: "Solido, saggio, europeista e filo atlantico". Matteo Renzi nella sua intervista ha ripercorso gli ultimi vent'anni del Paese attraverso i capi di Stato che si sono succeduti al Quirinale: "Da quando siamo nella moneta unica sono cambiati tre presidenti della Repubblica: Ciampi, Napolitano, Mattarella". Ognuno di loro, ha spiegato Renzi, proveniva "da storie diverse, ma hanno saputo interpretare questo ruolo, nelle diverse sensibilità, con grande capacità di restare saldi sui valori europei". Persone diverse con un profilo comune: "Accadrà anche nel settennato 2022-2029, ne sono certo".

Il ritratto fatto da Matteo Renzi del prossimo presidente della Repubblica, per caratteristiche e aspirazioni, delinea la figura di Pier Ferdinando Casini e il leader di Italia viva non lo nega: "Nella corsa al Colle gli ex presidenti di Camera o Senato sono tutti candidati naturali. Anche Casini, certo, ha le caratteristiche che lo rendono adatto al ruolo". Il leader di Italia viva ha scelto la strada della diplomazia per la sua risposta e all'inizio del semestre bianco ha scelto di non sbilanciarsi troppo, lasciando aperta ogni possibilità per i prossimi mesi, durante i quali si rincorreranno le trattative tra i partiti per trovare la quadra sul nome. Infatti, Matteo Renzi ci ha tenuto a specificare che Pier Ferdinando Casini "non è l'unico, anzi. Ci sono molti candidati e candidate e come sempre in questi casi evitiamo di disturbare chi al Quirinale oggi lavora con impegno e con profitto". Tra gli altri nomi che in queste settimane sono stati affiancati al Colle ci sono anche quello di Silvio Berlusconi e di Mario Draghi.

Commenti