"Se questo è giornalismo": Salvini contro La Stampa

L'affondo di Riccardo Barenghi, alias Jena, ha scatenato reazioni sui social. Ecco cosa ha scritto

"Se questo è giornalismo": Salvini contro La Stampa

"Ogni mattina, quando sorge il sole, Salvini si sveglia e sa che dovrà dire una cazzata": arriva da "La Stampa" l'ennesimo attacco nei confronti del leader del Carroccio, passato di recente in Parlamento dall'opposizione al gruppo di partiti che hanno deciso di dare supporto incondizionato al governo presieduto dall'ex presidente della Banca centrale europea Mario Draghi. La frase è firmata "Jena", vale a dire lo pseudonimo con cui è altresì noto il giornalista romano classe 1957 Riccardo Barenghi.

L'ex ministro dell'Interno ha replicato direttamente sulla propria pagina personale Facebook e su Twitter: "Se questo è “giornalismo”...", esordisce il segretario della Lega sui social network. "Grazie al direttore della Stampa e alla “simpatica” Jena per la gentilezza, la profondità di pensiero ed il rispetto per i suoi lettori. Bacioni", conclude.

Un affondo ed una replica che hanno portato il popolo del web a dividersi tra sostenitori dell'ex vicepremier e suoi oppositori, in un periodo particolarmente delicato proprio a causa delle scelte effettuate in seguito alla caduta del governo Conte II. "Beh ma in fondo non ha tutti i torti...", attacca un internauta, a cui fa subito eco un altro commento sferzante :"Non è così? Smentisca". "Dai, raccontaci di quella volta che abolisti le accise, capitano". Che il clima sia particolarmente teso e delicato, soprattutto a causa della pandemia e della pesantissima crisi economica in cui è piombato il nostro Paese è decisamente evidente: "A dirla tutta non dici cazzate però dici delle cose che non accadranno e sembra che fai sempre propaganda politica. Alla frase "riapertura da marzo" non ci crede nessuno: stiamo chiudendo oggi per riaprire domani da ottobre", commenta una donna sotto il post del segretario del Carroccio.

Numerosi i messaggi a sostegno dell'ex titolare del dicastero del Viminale: "Si è scordato delle cazzate che dice Giannini", attacca uno dei follower riferendosi al direttore della testata giornalistica. "Ogni giorno un cittadino si sveglia e sa che per pulirsi le scarpe potrà usare La Stampa!", ironizza invece un altro utente riferendosi proprio al messaggio utilizzato per attaccare Salvini. "Salvini e la Lega non appartengono ai miei riferimenti politici, ma alcuni giornalisti hanno la capacità di farmelo diventare simpatico e di farmi tifare per lui", commenta infine con amarezza un altro internauta.

Commenti