Open Arms, Cacciari: "Complici di Salvini hanno votato sì al processo"

Per Cacciari la decisione finale è arrivata da una maggioranza formata in gran parte "da persone che hanno collaborato con Salvini"

Nel giorno in cui il Senato ha accolto la richiesta di autorizzazione a procedere avanzata dal tribunale di Palermo nei confronti di Matteo Salvini per il caso Open Arms, c’è chi è rimasto perplesso dall’esito della votazione. Massimo Cacciari ha dichiarato all’agenzia Adnkronos che c’è un aspetto che va "al di là di ogni decenza": i "complici" dell’ex ministro dell’Interno hanno votato per mandare il leader leghista a processo.

Scendendo nel dettaglio, Cacciari, che nei giorni scorsi si era già espresso in merito al processo, ha spiegato che risulta "abbastanza indecente e incredibile che i suoi primi collaboratori al governo, a distanza di un anno, non di due guerre civili e tre rivoluzioni, lo rimandino al processo". L’ammissione arriva dalla bocca di chi non nutre "alcuna simpatia" per il segretario del Carroccio.

"Che si rimandassero a processo anche loro", ha tuonato l’ex sindaco di Venezia, sottolineando come "anche loro" hanno condiviso praticamente "tutto quello che Salvini ha fatto".

La posizione di Cacciari

Al di là del voto di quelli che Cacciari chiama "complici", per il filosofo, se il voto fosse arrivato da una maggioranza che si era opposta agli atti di Salvini, "allora mi sarebbe sembrato del tutto logico questo voto". Ma in questo caso è difficile trovare un filo conduttore, visto che la decisione è arrivata da una maggioranza formata in gran parte "da persone che hanno collaborato con Salvini".

"Può anche darsi che Salvini se la sia chiamata - ha aggiunto Cacciari - ma a prescindere da ciò, era evidente che sarebbe finita così". "Sarebbe sembrato molto più decente che lasciassero perdere", ha chiosato.

Cacciari infine, negando che si tratti di accanimento giudiziario, ha affermato sicuro che per Salvini "questa grana processuale finirà in niente, e semmai in questo momento gli farà anche un pò comodo. Sono sicuro che lo assolveranno”. Questo stesso ottimismo è condiviso anche dal diretto interessato. Salvini ha infatti dichiarato parole emblematiche: "Qui mi hanno fatto un favore, vedrete come cresciamo dieci punti nei sondaggi in un batter d'occhio".

Tornando alla votazione, ricordiamo che i voti a favore della relazione della giunta per le elezioni sono stati 141 e non hanno raggiunto la quota necessaria, ovvero la maggioranza assoluta pari a 160, perchè il parere della giunta, contrario all'autorizzazione, fosse confermato. Contrari alla relazione della giunta 149 senatori, un astenuto.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ekat

Ven, 31/07/2020 - 10:13

Cacciari è uno dei pochi intellettuali veri rimasti in Italia. Personalmente lo stimo più come intellettuale che come politico, a riprova che ognuno dovrebbe fare il suo mestiere. Sono totalmente d'accordo con lui. La sinistra non impara nulla dai suoi errori, ma i 5 stelle di “governo” hanno dimostrato una doppiezza rara, una indecenza unica. L'unico partito politico, perché tale è, avendone tutti i difetti e nessuno dei pregi, di cui non salverei nemmeno un esponente che sia 1, dall’Elevato in giù.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 31/07/2020 - 10:29

Non ho mai votato Salvini, da liberale vecchio come il cucco ci mancherebbe anche questa. Sto dalla stessa parte. Infatti rilevo che i sedicenti democratici hanno già consegnato ben due capi dell'opposizione alle italiche toghe: compari dei Palamara, di DP e del fortilizio giudiziario meneghino, che dista due passi da Piazzale Loreto. Quelli come me pensano che queste faccende accadano esclusivamente in Colombia, Venezuela, Cile, paesi comunisti o fascisti. No, accadono anche in Italia e per mano di sedicenti democratici con la smania di sembrare persone perbene. E ti credo.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Ven, 31/07/2020 - 10:35

Nessun dubbio, con questo atteggiamento il Movimento 5 Stalle ha largamente dimostrato la sua totale incoerenza ideologica e politica. Un vero e proprio suicidio politico che prova il solo interesse dei parlamentari penta-stallati alla poltrona e ai benefici di essere parlamentari. Viene solo da auspicare che nessuno venga mai rieletto e sanno benissimo che - a meno di confluire nel PD - non verranno mai rieletti. Altro che "governo col PD, mai!", adesso siamo alla completa sudditanza.

omada2000

Ven, 31/07/2020 - 11:01

Solo con questo sistema il Governo si regge restando incollato alle poltrone. Ma il popolo ITALIANO e stanco di questa dittatura sotto traccia. Siamo invasi da persone che non sappiamo chi sono ,da dove vengono,. se sono sane. A noi ITALIANI è tutto vietato ,a loro no, fanno quello che vogliono A voi importa solamente salvare il lauto stipendio, questo è quello che vi interessa

Iacobellig

Ven, 31/07/2020 - 11:05

È vero anche se fanno finta di niente ma saranno chiamati nel processo come coimputati!

cesare caini

Ven, 31/07/2020 - 11:13

Suicidio Politico del Governo in carica !

NonMolliamo

Ven, 31/07/2020 - 11:16

Penso che Cacciari sia uno degli ultimi veri politici di sinistra che meritano rispetto da qualsiasi schieramento. Infatti, il PD non lo ha mai visto di buon occhio. Il processo a Salvini è una buffonata all'italiana, dove chi era con lui nelle decisioni oggi fa il moralista su quanto successo con l'ONG. Questi politici meritano solo di andare a casa e se dovesse capitare di tornare a votare, trovatevi un altro lavoro soprattutto il M5S. Totalmente inaffidabili, hanno fatto peggio di quando c'era la cosidetta "prima repubblica".

Mborsa

Ven, 31/07/2020 - 11:19

L'ottimismo razionale di Cacciari è ingiustificato: nei fatti non esiste reato, nella pratica il reato è funzionale a far condannare e quindi decadere Salvini. Lo stesso fronte trasversale che alla fine è riuscito ad espellere Berlusconi dalla politica con la legge Severino, tenta ora di ripetere l'operazione con Salvini. In parallelo i media di regime promuovono la Meloni, perchè al momento opportuno sarà facilissimo ripescare qualche vecchia sua foto con il saluto romano o dichiarazioni elogiative di Mussolini e scretitarla in nome dell'antifascismo.

maurizio@rbbox.de

Ven, 31/07/2020 - 11:21

Ha ragione, eppure un sinistro che parla di decenza ha una credibilità pari a ZERO. In questo caso sono combattuto. Cacciari pure avrebbe fatto meglio a lasciare perdere e tacere, dopotutto se siamo a questi livelli di indecenza è anche perché lui e quelli come lui hanno dato supporto intellettuale ad ogni possibile forma di schifo! Semini vento, raccogli tempesta.

lisanna

Ven, 31/07/2020 - 11:24

visto quello che' uscito finalmente allo scoperto con la sentenza Berlusconi,con il marcio della magistratura Palamara e co, ho i miei dubbi.mi pare che un pm di Palermo avesse archiviato, ma un collega lo ha mandato a giudizio. hanno tutto l'interesse a tenerlo sulla graticola e toglierlo di mezzo dalla politica.indipendentemente dalla simpatia o no verso Salvini e' indecente che un ministro venga indagato per aver mantenuto una promessa elettorale.ci ritroviamo un governo non eletto, che va avanti con dpcm,con una finta emergenza, con sbarchi a tutto spiano.chiedere agli italiani se sono contenti

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Ven, 31/07/2020 - 11:26

Il grillume e il sinistrume estremo hanno dimostrato abbondantemente cosa intendono, loro, per “onestà!!!”: una poltrona su cui incollare il proprio sedere per intascare il lauto stipendio. Mi raccomando, però, non parlate di “casta” nei loro confronti; hanno i diritti d’autore su quel termine!!!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Ven, 31/07/2020 - 11:32

Innegabile quanto sostenuto da Cacciari.

Ritratto di illuso

illuso

Ven, 31/07/2020 - 11:36

Non serve avere l'acume di Cacciari, anche il babbeo del villaggio capisce che nel caso in oggetto la corresponsabilità ricade sul primo ministro e su tutto il governo che ne era a conoscenza. In quanto a reato commesso meglio stendere un velo pietoso... non c'è stato assolutamente nessun reato.

Calmapiatta

Ven, 31/07/2020 - 11:38

Come sempre, la sx, mette il faccione del nemico di turno davanti al naso della base citando il motto "per abbattere un male peggiore si può soffrire un male minore". Ovvero, le regole esistono, ma per combattere un mostro si possono ignorare. Qui il male maggiore è Salvini, novello Sauron, fonte di ogni nequizia. il male minore è ignorare i fondamenti della democrazia el'uso della giustizia come arma politica.

sparviero51

Ven, 31/07/2020 - 11:42

I SOLITI BOLSCEVICHI TRAVESTITI DA AGNELLINI DEMOCRATICI . PPPPUUUUAAAHHHHH!!!

lorenzovan

Ven, 31/07/2020 - 13:11

verissimo..ma dimenticate di dire che Cacciari li RITIENE TUTTI COLPEVOLI:..lolol..mica innocenti "!!

florio

Ven, 31/07/2020 - 16:35

lorenzovan-13:11 allora al processo ci vadano anche Conte, Di Maio, e Toninelli...lololol.

PassatorCorteseFVG

Mar, 04/08/2020 - 12:09

di cacciari posso solo dire che la sua coerenza e onestà intellettuale va rispettata, indipendentemente dalle sue idee politiche( democrazia),cosa dimenticata o ignorata da troppi a sinistra.a questo punto il processo si faccia in tempi rapidi, ma tireranno per le lunghe,non conviene, ed alla fine giustizia ritardata, giustizia negata, alla faccia della democrazia, colpa di che e nemico del popolo sovrano, come sta scritto nella costituzione.oppure con la loro arroganza la vogliono mettere in discussione? e stravolgerla a loro uso e consumo? credo di si . ciao a tutti.