Ora Napolitano spieghi il pasticcio Libia

Ma perché non valgono oggi le ragioni che imposero nel 2011 al nostro paese di rincorrere le bombe lanciate sulla Libia dalla Francia di Sarkozy e della Gran Bretagna di Cameron?

di Arturo DiaconaleMa perché non valgono oggi le ragioni che imposero nel 2011 al nostro paese di rincorrere le bombe lanciate sulla Libia dalla Francia di Sarkozy e della Gran Bretagna di Cameron? La domanda non va posta a Matteo Renzi, che all'epoca della guerra a Gheddafi si occupava di Firenze e non aveva alcun peso nella politica estera italiana. E non va sollevata neppure a Silvio Berlusconi, che all'epoca era presidente del Consiglio e venne costretto a seguire le bombe degli altri perché altrimenti, si disse, l'Italia avrebbe incrinato l'alleanza dei principali paesi europei e si sarebbe posta in una condizione di totale isolamento da cui sarebbero derivate pesantissime conseguenze sul terreno economico e politico. L'interrogativo va posto al presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, che è vivo, vegeto e perfettamente in grado di fornire una risposta completa e convincente. Per la semplice ragione che il principale sostenitore della necessità di seguire l'esempio di Francia e Gran Bretagna, nel tentativo perfettamente riuscito di fare fuori Gheddafi, fu proprio l'allora inquilino del Quirinale. Che non si limitò ad esercitare una misurata azione di moral suasion nei confronti del Cavaliere già azzoppato dalla defezione di Gianfranco Fini e dalle prime pesanti conseguenze della crisi economica. Ma pose la questione della partecipazione o meno dell'Italia nella guerra alla Libia come una scelta tra europeismo ed antieuropeismo ponendo il governo di allora di fronte all'alternativa di mettersi a rimorchio degli interessi anglo-francesi in nome della solidarietà europea o difendere gli interessi nazionali e non dare basi ed aerei per l'attacco alla Libia prendendo le distanze dai paesi più forti dell'Europa. Napolitano dovrebbe spiegare perché ciò che non venne consentito a Berlusconi viene oggi concesso senza troppi problemi a Renzi. Sono forse venute meno le ragioni della solidarietà europea? Ci si è resi conto che aver cancellato l'interesse nazionale in nome degli interessi superiori anglo-francesi è stato non solo un clamoroso errore ma anche una gigantesca sciocchezza che oltre danneggiare il nostro paese ha gettato nel caos la Libia? Oppure, ipotesi niente affatto peregrina, Renzi può godere di ciò che non è stato permesso a Berlusconi perché il capo dello Stato di allora perseguiva l'obiettivo di politica interna di sbarazzarsi in qualche modo dell'inquilino di Palazzo Chigi mentre oggi a nessuno viene in mente di usare la politica estera per fare fuori Matteo Renzi? In attesa che Napolitano risponda ognuno è legittimato a pensare male. Spesso, come diceva il gesuita cardinal Bellarmino, non si sbaglia!

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Mar, 08/12/2015 - 09:14

Presidente "emerito" ? Questo deve essere processato per alto tradimento nei confronti degli Italiani e dei Marò!

paolonardi

Mar, 08/12/2015 - 09:23

Il peggior presidente della Repubblica dovrebbe rispondere dei tantissimi atti compiuti in palese violazione della Costituzione, che aveva giurato di difendere, in perfetto stile comunista creando di fatto uno Stato gestito in proprio e secondo gli interessi del partito con la complicita' della magistratura, dell'apparato burocratico e delle centrali economiche asservite ad un finto socialismo di maniera.

Ritratto di manasse

manasse

Mar, 08/12/2015 - 09:25

pretendere di sentire la VERITA' da un COMUNISTA è come pretendere di vuotare il mare con un cucchiaio

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 08/12/2015 - 09:28

Perchè non si aprono T

paco51

Mar, 08/12/2015 - 09:38

non sono d'accordo sul processo!

Ritratto di Azo

Azo

Mar, 08/12/2015 - 09:48

PERCHÈ, NON SI APRONO """TUTTI"""I TABERNACOLI, DEGLI ATTI SCABROSI IN CUI IL SIGNOR Napoletano HÀ PRESO PARTE, DALLE """FOIBE, AL GOLPE, AI MARÒ"""??? SAREBBE INTERESSANTE, FAR SAPERE AGLI ITALIANI, I TRADIMENTI CHE QUESTO "BENEMERITO" HÀ FATTO NEL COMFRONTO DELLO STATO E DELLA POPOLAZIONE??? """ Quella popolazione che tutt`ora stà pagando per gli agi, che si gode giornalmente sia lui che i suoi compari COMUNISTI, per tutta la MALAPOLITICA DA LORO SVOLTA """!!!

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 08/12/2015 - 09:48

Perche'? Perche' e' un traditore. Perche' obbediva alla ue in cambio della deposizione di Berlusconi, perché' e' un comunista, quindi falso e traditore, ecco perche'.

alfonso cucitro

Mar, 08/12/2015 - 09:53

Quello di assecondare la Francia nell'invadere la Libia è solo uno dei tanti tradimenti che il vecchio astioso comunista ha perpetrato contro l'Italia nei suoi innumerevoli anni da politico,e grazie a lui e ai suoi compagni di merende (sinistroidi e giudici) l'Italia si ritrova in braghe di tela.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Mar, 08/12/2015 - 09:58

Ma ci sarebbero tanti interrogativi da fare al questo comunista che ha rovinato il nostro paese e continua a manipolare nascostamente la politica, non le sono bastati i soldi da presidente ora prende anche quelli da senatore avidità comunista

Un idealista

Mar, 08/12/2015 - 10:09

Napolitano è stato la rovina dell'Italia. Che cosa ci si può aspettare da un tale personaggio? A mio avviso è corrotto fino al midollo delle ossa. La storia lo giudicherà.

Gioortu

Mar, 08/12/2015 - 10:15

Come ha spiegato il suo incondizionato e convinto appoggio alle truppe sovietiche che invasero l'Ungheria?

Ritratto di semovente

semovente

Mar, 08/12/2015 - 10:15

Spieghi anche cosa è successo quando a suo tempo fu disposto il rientro in India dei due marò. Quanto precede alla luce delle recentissime dichiarazione dell'ex ministro Terzi dello sgoverno Monti. Spieghi, spieghi, prima che sia troppo tardi vista l'età.

michetta

Mar, 08/12/2015 - 10:22

La peggiore esistenza su questa terra, sta consumandosi, a nostre spese. Appartiene ad un tizio, che nato fascista, divenne comunista nel 1946, per fare solamente del male all'Italia ed agli Italiani. Lo fece, riempiendosi le tasche di soldi che benefits e stipendi lucrosi ed esagerati, vennero stabiliti, egli dovesse percepire. La lotta contro il capitalismo, di questo comunista, ha portato a far del bene alla propria persona, alla propria famiglia ed al proprio partito, facendolo diventare milionario. Si crede domineddio e vive ancora dentro il Senato, pur essendo decaduto dall'incarico di presidente della repubblica. Appunto, il periodo peggiore, della vita degli Italiani e della Nazione intera. Facciamogli parlare, della Libia di Gheddafi......

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Mar, 08/12/2015 - 10:24

Ancora parlare di questo essere ? Basta , non ne vale la pena .........

swiller

Mar, 08/12/2015 - 10:44

La peggior persona che mai sia entrata in politica l'apice del parassitismo di stato il massimo della nullità.

Ritratto di mambo

mambo

Mar, 08/12/2015 - 10:46

Sarebbero tante le cose che il vecchio comunista ci dovrebbe spiegare se si sentisse veramente un italiano e non un ex sovietico. Da chi dipendeva?

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 08/12/2015 - 10:48

Diciamo tutta la verità. L'intervento in Libia è stato fortemente voluto e fortemente attuato da Sarkò, una follia a cui il bel paese si è associato sotto l'impulso di Napolitano, come è stato rivelato di recente da Berlusconi, senza l'augusto diniego del fu bi-presidente della Repubblica. Però è stata anche un'iniziativa foriera di preziose occasioni per accumulare quattrini, da parte delle cooperative rosse o multicolori, dandoci l'altra occasione di cominciare a prepararci ad essere un paese islamico. Bisogna dire che Berlusconi ne ha parlato solo l'altro ieri, mentre avrebbe dovuto presentare subito le sue dimissioni al presidente guerrafondaio, inconsapevolmente aperto all'Islam.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mar, 08/12/2015 - 10:52

Per me personalmente ritengo che è stato un PDR. altamente demerito, colui che ha sconvolto interamente il normale "iter" della Polit. It. attraverso numerosi subdoli meccanismi del Potere. Colui che cominciando dal tr. Fini, girava per l'It. con la Band. Tricolore ma probabilmente portando in "Tasca" e pronta quella Komunista con Falce. e Mart. Colui che ha confabulato con la Merkel, Francia,Inghilterra ed il "moro" Obama e soprattutto giustizia It. per sfrattare o distruggere il Premier Berlusconi eletto dal Popolo It. Segue una continua catena di soprusi contro la Costituzione. Rovina per Libia e It. Sfacelo ed integrazione utopistica e teppistica forzata. Non è questo personaggio che deve spiegare ma sarà la STORIA VERA. Grazie a questo ex personaggio ed a quello che è seguito, RENZI,A DIFFERENZA DI BERLUSCONI, SI PUO' PERMETTERE QUELLO CHE VUOLE.

tonipier

Mar, 08/12/2015 - 11:02

" LE CONNOTAZIONI SOCIALMENTE NEGATIVI DELLA DEMOCRAZIA POLITICA ITALIANA" I partiti, parte della giustizia, hanno fomentato la degenerazione della democrazia italiana in una sorta di baldracca fetida e pestifera che diffonde i germi e le tossine delle contaminazioni.

roberto.morici

Mar, 08/12/2015 - 11:20

Mi viene da ridere. Pretendere che l'emerito si giustifichi di un evento di quattro anni fa...Si era accorto quasi subito, solo dopo 33 anni, che l'intervento dell'Armata Rossa a Budapest non era poi stata una cosa troppo carina...

Happy1937

Mar, 08/12/2015 - 11:24

Gronchi, Scalfaro, Ciampi e Napolitano i peggiori presidenti della recente storia della Repubblica.

ermejodermonno

Mar, 08/12/2015 - 11:25

l'individuo di cui si parla, ha fallito su tutta la sua vita politica, è stato sempre al margine di tutto ha osannato nella massa, si è trattenuto con le sue elucubrazioni perdendosi nel nulla dell'essere, è stato sempre ma non c'era , poi una combriccola di acconcioni ha deciso di portarlo alla luce , ed è cominciato il disastro , le sue aspirazioni erano di passare alla storia ,magari cissà come un CAVOUR, o MAZZINI, injvece verrà ricordato solo come il PEGGIORE presidente di quella che era una delle più invidiate nazioni mondia li e lui L'HA DISTRUTTA " TRADITORE DELL'ITALIA E DEGLI ITALIANI, magari esistesse ancora LA GOGNA. sarebbe perfetta.

01Claude45

Mar, 08/12/2015 - 11:35

Arturo Diaconpresidente emerito" il komunista napólitano smetto di leggere "IL GIORNALE". Mai cazzata galattica è stata scritta su questo quotidiano più grande di questa falsità. Il presidente napolitano, fosse stato Doge, avrebbe avito il trattamento più`che appropriato riservato a Marin Falier.

buri

Mar, 08/12/2015 - 12:00

non illudiamoci il compagno Napolitano non ci spiegherà proprio niente, si chiuderà nel mutismo più completo, non si degnerà neanche di dimostrare qualche interesse alla questione

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Mar, 08/12/2015 - 12:05

Sono molte le cose che il Senatore Napolitano dovrebbe spiegare agli italiani.La sua vita è stata tutta una contraddizione in termini. Un doppiogiochismo sfrenato,imparato nella amata Unione Sovietica... Solo il Tempo e la Storia ci diranno veramente chi è stato. Quel giorno, che pure verrà, non sarà un buon giorno per lui. Cordialità

stesicoro

Mar, 08/12/2015 - 12:11

Tutti i giudizi negativi espressi nei vari commenti, e su cui mi trovo largamente d'accordo, messi insieme, non raggiungono, a mio parere, il livello negativo dell'opera svolta dall'ex presidente partenopeo.

killkoms

Mar, 08/12/2015 - 12:15

comunista ed incompetente!!

terzino

Mar, 08/12/2015 - 12:19

Bisognava eliminare un amico del Berlusca e l'uomo di Arcore stesso in nome della solidarietà europea voluta dalla Francia che puntava al petrolio libico. Due piccioni con una fava.

Ritratto di combirio

combirio

Mar, 08/12/2015 - 12:32

Il Comunistaccio Re Giorgio se fosse onesto dentro 1° dovrebbe spigare agli Italiani perché ha voluto far dimettere il suo principale avversario politico nonché Capo del Governo eletto regolarmente, tramando con la Culona e il faccia da Pirla d' oltre alpe, anche a costo di portare sul lastrico l' economia Italiana con lo Spread generato dalla vendita dei titoli italiani da parte dei Tedeschi. 2° Ha proseguito piazzando tutte le su pedine a cominciare da Mortimer ex direttore della Doic Banck, componente del Bildemberg, quali migliore referente per proseguire nella distruzione della nostra economia e della nostra identità come nazione. 3° Deve continuare a spigare perché a continuato a promuovere innetti che hanno mantenuto il PIL a 0,0 VEDENDO I NOSTRI MARCHI ALL' ASTERO e svendendoci le nostre ricchezze. Sicuramente satanasso un giorno avrà già preparato un girone infernale solo per lui.

unosolo

Mar, 08/12/2015 - 12:33

si usa dire : manco nell'aldilà lo vogliono .

Luigi Farinelli

Mar, 08/12/2015 - 12:46

Lo dovrebbe spiegare davanti a un tribunale con l'accusa di appoggio ad un colpo di Stato ordito da poteri interni e stranieri accomunati dall'appartenenza a obbedienze e logge massoniche; ossia con l'accusa di alto tradimento, appartenendo anche lui alle stesse congreghe che costituiscono il potere ombra (il vero potere) che ha ormai scavalcato abbondantemente quello che la Costituzione concede ai cittadini normali (ossia non in grembiulino).

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 08/12/2015 - 13:17

Uno dei peggiori presidenti della repubblica che l'Italia abbia avuto, e pensare che bisogna pure pagargli una lauta pensione!!!!

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Mar, 08/12/2015 - 13:36

Purtroppo, è colpa di tutti quei leaders che permisero ai Comunisti si appropriarsi di una Camera e non averli fucilati già nel '56 per alto tradimento. Così ci siamo assorvito gli anni di piombo, Tangentopoli con la balla che avevano le “ Mani Puliti senza contare Mosegate, Expogate, Romamafiosagate? Poi li senti parlare di Cultura e vedere assegnato Oscar a Benigni, Nobel a Fo e il più grande artista come Totò, nemmeno un Oscar e Nobel postumo: Culture quale dei No Global, Centri Sociali “ e sentenza che “ son bravi ragazzi”, e Coop di Roma mafiosa brindando con vini del Molotioviano D’Alema?...e io pago!

@ollel63

Mar, 08/12/2015 - 14:13

ma cosa mai potrà spiegare un rincitrullito stagionato da decenni e decenni di komunismo decrepito!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 08/12/2015 - 14:22

Presidente "emerito"?? No! emerito imbroglione che in un paese normale sarebbe stato processato per alto tradimento per tutto quello che ha fatto contro l'Italia solo per far fuori Berlusconi.

mifra77

Mar, 08/12/2015 - 14:25

Non aspettatevi spiegazioni; non le darà. Non può dire che dopo essere stato alleato sostenitore dell'unione Sovietica, aveva cambiato casacca e si era votato alla causa di Obama e... e degli europei interessati agli affari petroliferi. Anche lui aveva famiglia! e le grandi banche oltre che certe multinazionali non sopportano il "NO".Si è inchinato ed ha inchinato l'Italia intera che da questa storia vive ancora con le ossa rotte.... ;tutti tranne lui ed i suoi amici. Oggi la questione Libica non interessa ad Obama che preferisce i drone e vendere le armi.

roberto.morici

Mar, 08/12/2015 - 14:28

01Claude45. Marin Falier, Doge della Serenissima Repubblica veneta. Processato per alto tradimento e decapitato il 17 aprile del 1355.

atlante

Mar, 08/12/2015 - 14:36

Sono d'accordo con "gabriele74-cina". Napolitano andrebbe processato per alto tradimento. Comunque resterà il marchio d'infamia come presidente della Repubblica. Se l'Italia si trova ora nella mxxxa totale, invasa da orde di africani e musulmani, è per colpa della scellerata scelta di Napolitano di fornire le basi agli aerei francesi ed inglesi. Francia ed Inghilterra volevano appropriarsi del petrolio libico, a danno dell'Italia. E questo ixxxxxxxe di Re Giorgio faceva credere che dovevamo essere .."solidali" all'Europa. La verità è che voleva defenestrare Berlusconi. Questo ex "fascista" e "comunista" di Napolitano è stato il peggiore presidente della Storia d'Italia.

Tuthankamon

Mar, 08/12/2015 - 14:51

Resta davvero singolare che la sinistra abbia sostenuto simile intervento e i pacifisti abbiano taciuto o al massimo parlato a voce (molto) bassa! E' uno di quei casi nella storia dove uno vorrebbe essere la famosa mosca presente a certi incontri veramente segreti, non quelli "segreti" per i giornaletti scandalistici! Ovviamente siamo in molti ad avere una certa idea e credo che non sbagliamo ...

Beaufou

Mar, 08/12/2015 - 14:53

Napolitano, caro Diaconale, non risponderà mai a nulla e a nessuno delle sue mascalzonate, almeno su questa terra. Del resto, ad elencarle tutte, le mascalzonate (a cominciare dagli applausi ai carri armati russi, in epoca ormai lontana), gli mancherebbe il fiato. Per fortuna ne avremo ancora per poco, si spera. Non credo che resterà fra noi "per somenza", come dicono dalle nostre parti. Ahahah.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Mar, 08/12/2015 - 15:11

Chiedere qualcosa a Napolitano? Inutile. Gli ex comunisti o, come si vuol dire oggi, i pidiessini, una volta raggiunti i propri scopi perdono immediatamente la memoria. Per di più Napolitano è anche protetto dall'età!! Del resto, se invece che a Napolitano lo si chiedesse a Renzi, scommetto che con la sua chiacchiera riuscirebbe certamente a convincere i suoi fans. E gli altri? A Renzi non interessa: lui va sempre avanti comunque la pensino gli altri applicando la sua democrazia e la sua costituzione (proprio così, scritte con l'iniziale minuscola, come piace a Renzi!)!!

sorciverdi

Mar, 08/12/2015 - 15:17

Esatto, ed io non penso male ma malissimo perché mi pare evidente che Napolitano non è mai stato super partes e probabilmente, per quanto riesco a capire, è stato tanto poco Italiano da fare gli interessi di "altri". Se al posto di Napolitano ci fosse stato Berlusconi (che, lo ripeto, non mi è particolarmente simpatico), oggi ci sarebbe la calca dei PM e dei giudici per processarlo per alto tradimento e la sinistra si darebbe da fare per reintrodurre la pena capitale per quel reato. Sbaglio? Non credo di sbagliare e neppure di esagerare a parte la facezia sulla pena capitale, ma solo perché i sinistri sanno che lasciando che gli venisse comminata la pena di morte ne avrebbero fatto un martire e questo non giova alla causa di chi oggi tira i loro fili.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Mar, 08/12/2015 - 15:18

Mi risulta che il Premier era un tale ora pregiudicato e simili decisioni prese NON STATE PRESE dal Presidente della Repubblica. Se poi tale premier non ha avuto la forza di staccarsi da Sarkozy è un'altra storia ....

Edmond Dantes

Mar, 08/12/2015 - 15:37

Questo personaggio solo dopo qualche decennio ha ammesso che nel 56' in Ungheria l'URSS aveva torto, facendo ammenda degli elogi a suo tempo espressi per l' intervento liberticida delle truppe sovietiche. I comunisti sono fatti così, o perché non capiscono o perché fingono di non capire, arrivano a concludere che avevano ragione gli altri mediamente con 30-40 anni di ritardo. È così sarà anche per la guerra a Gheddafi. Tenuto conto dell'età temo proprio che nel caso specifico non avremo modo di sentire del suo pentimento tardivo. Ci consoleremo, fatte le debite corna per noi, assistendo con animo leggero al suo funerale.

Libero1

Mar, 08/12/2015 - 16:01

Cosa ci aspettiamo che ci dica un komunista che senza scupoli appaludiva quando i carrarmati sovietici invadevano l'Ungheria.Che poi abbia prima costretto Berlusconi a dire si alla triade criminali di guerra obama-cameron-sarkozy a bombardare la Libia e poi nel 2011 per aver mandato a gambe in aria il governo Berlusconi eletto dagli italiani per poi sostituirlo con tre governi non eletti dagli italiani monti,letta e ultimo quello dello spavaldo giulare toscano.

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 08/12/2015 - 16:29

... quando arriverà il tuo giorno, brinderò !!!

Ritratto di serramana1964

serramana1964

Mar, 08/12/2015 - 16:43

andrea626390 leggendo i suoi commenti(ogni tanto esce dal letargo) si capisce che è stato un grave errore darle la possibilità di respirare....torni nel suo torpore quotidiano evitando quindi di commentare demenzialmente com'è il suo solito

Ritratto di elio2

elio2

Mar, 08/12/2015 - 16:43

In un qualsiasi Paese dove la magistratura non fosse corrotta e al servizio dell'ideologia, sarebbe stato processato per alto tradimento e condannato a passare i suoi giorni in galera.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mar, 08/12/2015 - 17:17

Si apppunto re giorgio, diccelo. Spiegaci una delle tue grandi castronate. O preferisci aspettare che i tuoi sodali sbianchettino pure queste. Siamo veramente curiosi. Non ti preoccupare re giorgio, noi sappiamo giá, non siamo degli imbecilli, ma ci farebbe piacere sentirlo dire da te. Su fai uno sforzo e diccelo. Diccitencielle vuie a 'sti kumpagne nuostre comme sta 'a cosa.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 08/12/2015 - 17:28

Non ho bisogno di alcuna autorizzazione per pensare tutto il male possibile di quello squallido vecchio comunista, che ritengo il principale artefice della rovina del nostro paese negli ultimi anni. Oltre all'intervento in Libia, al suo "attivo" (o sarebbe meglio definirlo passivo) ci sono ben altre nefandezze, a partire dai Marò e proseguendo con alcuni colpi di stato e ben tre governi non eletti nominati da lui. comunque, caro Diaconale, posso azzardare una previsione: non risponderà alle sue domande, perché gode di un'immunità totale ed è al di sopra di qualsiasi legge. spero solo che ci liberi quanto prima della sua sgraditissima presenza.

cgf

Mar, 08/12/2015 - 17:29

C'è poco da spiegare, a lui come a tanti altri dava molto fastidio il rapporto che si era venuto a creare tra Gheddafi e Berlusconi, c'erano già commesse firmate e premesse per tante altre a favore dell'Italia e la propria economia, questo, soprattutto ai francesi e tedeschi, non andava bene, c'era da neutralizzare SB e poi mandare tutto all'aria altrimenti col ***** che i sinistroidi avrebbero vinto le elezioni, non solo in Italia, per i prossimi 50 anni.

semelor

Mar, 08/12/2015 - 18:03

Napolitano e Scalfaro i due peggiori presidenti della Repubblica italiana. Due personaggi vigliacchi e schifosi che continuiamo a mantenere (di Scalfaro la figlia che ha avuto la pensione di reversibilità del padre e tuttora le garantiamo enormi privilegi, compresa auto blu e guardia del,corpo) Povera Italia......

Valvo Vittorio

Mar, 08/12/2015 - 18:16

A mio avviso presidenti della Repubblica Italiana imparziali non sono mai esistiti. L'errore colossale fu commesso da Berlusconi perché consentì l'elezione di Napolitano in nome di un presunto equilibrio istituzionale! Dall'ora Berlusconi ha subito tutte le conseguenze possibili, per la sinistra è stato il "nemico" da eliminare. Pertanto una ricostruzione "storica" non addolcirebbe l'amaro in bocca, anche se Napolitano scaricasse parte della responsabilità all'ex presidente della repubblica francese e all'attuale cancelliere tedesco. Gli errori in politica si pagano amaramente!

tRHC

Mar, 08/12/2015 - 18:20

cgf :Eppure nel tuo post si legge la realta' dei fatti... non riesco a capacitarmi nel pensare come ci siano ancora degli individui(e ce ne sono!)che pur conoscendo i fatti come da te descritti,continuano a sostenere gente come questa mummia e il pentolaio bimbominkia,sembra davvero di assistere alla gran massa di sorci che annegavano seguendo il pifferaio che li portava alla morte incantandoli con il suono del suo piffero,strano ma sembra proprio così! Saluti

unosolo

Mar, 08/12/2015 - 18:20

troppe cose dovrebbe spiegare , cominciando dai rimborsi negli verdi , purtroppo tanti giovani non sanno di quello che accadeva , oggi certamente si verrebbe a sapere se non si segretassero certi processi o bruciare registrazioni compromettenti , il poter in mano ad una sola persona in democrazia è pericoloso,.,.,.,

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mar, 08/12/2015 - 18:24

Anch'io credevo che un presidente peggio di Scalfaro (lo ricordate? - Io non ci sto !!! ) non poteva più capitarci; e invece mi sbagliavo; il peggiore è Napolitano. (Per ora ...)

Ritratto di michageo

Anonimo (non verificato)

Ritratto di andrea626390

Anonimo (non verificato)

forbot

Mar, 08/12/2015 - 19:22

Il mio povero papà, mi diceva sempre: Stai lontano dalla politica, non c'è niente di più sporco della politica. Vedendo che sin da ragazzo mi appassionavo nel seguire i vari leader del momento. Infatti, non c'è partito in Italia del quale non ho la tessera. Mi convincevano quando mi accorgevo che esaltavano l'Italia e promettevano di curare gli interessi degli italiani. Ma Napolitano non mi è mai piaciuto troppo. Ho iniziato a non considerarlo più il nostro Presidente, da quando ci fu l'invasione dei carri armati russi in Ungheria, per gli inciuci messi in atto con Casini e poi con Fini e infine per la morte di Gheddafi e poi se si ritira a vita privata e non ci rompe più gli zebidei, sarei anche propenso a dimenticarlo.-

jeanlage

Mar, 08/12/2015 - 19:40

Il colmo della fiducia era, ai bei tempi,farsi fare sesso orale da un cannibale. Adesso è dare potere a un comunista. Ti si mangia tutto!

Ritratto di marystip

marystip

Mar, 08/12/2015 - 19:42

Quello che era accaduto i più avveduti e onesti intellettualmente l'avevano capito immediatamente, ma bisognava far fuori l'odiato nemico Berlusconi, l'unico che se non fosse stato assediato dagli amici infingardi che gli ruotavano attorno per pura convenienza, e dai PM d'assalto, avrebbe davvero potuto cambiare il paese. Ma l'emerito compagno Presidente, che andrebbe processato per alto tradimento insieme a Fini e a Monti, si trincera ancora vigliaccamente dietro il decrepito potere dei parrucconi mangia ufo a sbafo che imperversano per i palazzi di Roma e della Magistratura. Ma quel che lascia davvero attoniti è che ancora la maggior parte degli italiani non ha capito quel che è successo e se l'ha capito non lo ammetterà mai perché l'ideologia comunista e l'odio verso chi è meglio di loro prevale su tutto. Sono come i fondamentalisti musulmani; perversi fanatici.

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Mar, 08/12/2015 - 19:43

Napolitano non c'è, non sente, c'era? se c'era non si ricorda.... Interessi della Francia allora? Dubito, gli interessi erano da oltre Atlantico (un modo di dire ovviamente..), e adesso sono gli stessi, come prima, come sempre valido per l'Italia, a ruota del carro vincente. Ieri Germania, oggi USA, sempre così, sin dalla nascita dello stato sabaudo, quello che non sarebbe mai dovuto esistere. Uno schifo.

silvano45

Mar, 08/12/2015 - 19:49

in un paese serio e democratico non in un regime dominato dai comunista radical scic e da repubblica con il suo proprietario il grande industriale svizzero sarebbe chiamato in tribuanale a rispondere di tutto quanto fatto nel suo mandato al di fuori della costituzione

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mar, 08/12/2015 - 19:53

Proprio perché Berlusconi con le sue oculate politiche era riuscito a tener buono un dittatore che comunque teneva a freno il suo popolo. Le conseguenze le abbiamo viste tutti! Gaglioffi!

Edmond Dantes

Mar, 08/12/2015 - 19:58

@andrea626390. Guardi, i suoi commenti sarebbero comprensibili anche se non condivisibili se avesse meno di 14 anni, l'età limite per la non punibilità in Italia. Se invece ha qualche hanno di più ed è già organico alla stupidità organizzata del PD TRAGEDIA ITALIA, dimostra quanto male possa fare alla facoltà intellettiva accodarsi al pifferaio tragico di Firenze, nel senso che lei non riesce a dire altro che minchiate offensive dell'intelligenza di chi ha la sventura di leggere i suoi commenti. Ci consola che farà la fine di quelli che nella fiaba dei fratelli Grimm seguivano il pifferaio magico di Hamelin.

forbot

Mar, 08/12/2015 - 19:58

Noi italiani dovremmo iniziare a ponderare bene quello che facciamo quando ci sono le elezioni politiche per mandare al potere chi deve governarci.-Siamo usciti fuori, dopo secoli di sudditanza, dalla schiavitù. Ci siamo guadagnati, col sangue di tanti martiri ed eroi, la libertà. Impariamo ad usare bene questo diritto, perchè molti politici, che prima hanno chiesto con promesse e buoni programmi il nostro voto; quando sono rivestiti d'autorità si credono in diritto di trattarci a pesci in faccia. Tipo fare leggi contro gli interessi del popolo -(sovrano)- senza farne ampia diffusione per mettere tutti a conoscenza delle novità; chi non è nel campo e della materia, se le deve solo sognare di notte.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 08/12/2015 - 20:00

La cosa grave non è che Napolitano non risponda, ma che nessuno gli chieda di farlo. Come nessuno gli chiede di rispondere del golpe (ampiamente dimostrato dall’inchiesta di Friedman) per far cadere Berlusconi e insediare Monti. In qualunque altro paese occidentale sarebbe già sotto processo. In quanto alla Libia, bisogna ricordare che il PDR è, in caso di conflitto, il capo supremo delle Forze Armate. Ed in tale ruolo convocò il Consiglio di sicurezza e "decise" di intervenire a fianco della “coalizione dei volenterosi" (così si chiamava la banda dei pacifisti; Sarkozy, Cameron, Obama). Fu lui a decidere l’intervento, non Berlusconi che, è risaputo, era contrario. Allora non chiediamo a Napolitano di rispondere a domande che nessuno gli pone, ma chiediamoci perché chi dovrebbe fare le domande nelle opportune sedi istituzionale non le fa e continua a tacere.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mar, 08/12/2015 - 20:08

Ormai neanche nei paesi dove regnava sovrano il comunismo ci credono più. Invece qui in Italia ve ne sono alcuni che voglio lasciare ai propri figli ed ai figli dei figli un Paese libero (dalla democrazia e dalla liberalità). Gaglioffi!

Mr Blonde

Mar, 08/12/2015 - 20:40

Come se al governo non ci eravate voi con la russa a dare il via alle missioni aeree...come al solito lo avete fatto ma non volevate

pindan

Mar, 08/12/2015 - 20:45

Vecchio stalinista che ancora ha il coraggio di predicare.Non si preoccupi Sig. Diaconale vedra' che rispondera' sollecito come ha fatto con l'episodio quando eurodeputato si fece pagare un volo per 700 euro !!!!!!!

Ritratto di navigatore

navigatore

Mar, 08/12/2015 - 21:13

chiedre questo e´troppo secondo la idologia comunista,quando céra da bombardare all´est contoro i cristiani a favore degli islamici, dàLEMA era OK, in libia contro Gheddafi OK, da uno che innegiava all´oppressione dell´UNGHERIA da parte dei compagni rossi OK, ora abbiamo Renzi , pertanto perche´fare domande a RE Giorgio , e´tutto OK

Klotz1960

Mar, 08/12/2015 - 21:29

Ma cosa vo,ete chiedere a Napolitano.? Ha fatto valanghe di porcate ignobili, e l'ha fatta franca. Gli ultimi 3 Presidenti della Repubblica han fatto uno piu' schifo dell'altro.

ziobeppe1951

Mar, 08/12/2015 - 22:07

Mr Blonde....noi lo abbiamo fatto ma non volevamo, il kompagno napuletano, lo voleva e lo ha fatto, ci arrivi?

Mannik

Mar, 08/12/2015 - 22:53

Ziobeppe, mi sa che l'unico che non vede, o non vuole vedere la realtà è lei...

Ritratto di gangelini

gangelini

Mar, 08/12/2015 - 23:40

Napolitano sarà ricordato per una sola cosa: IL DANNO ED IL MALE perpetrato alla nostra nazione ed agli Italiani durante il suo mandato. Tutto questo fatto per un infantile capriccio -> l'odio verso S.Berlusconi. Non serve processarlo, sarà la storia a giudicarlo e state certi che sarà un giudizio decisamente negativo.

ESILIATO

Mer, 09/12/2015 - 01:43

Questo e' il personaggio che applaudi all'ingresso dei carri sovietici a Budapest nel 1956,,,ti ricordi caro compagno Napolitano....

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 09/12/2015 - 01:46

Cosa volete che spieghi? Che si è messo in testa di "salvare" l'Italia da Berlusconi QUINDI ERA INDISPENSABILE DISTRUGGERE I BUONI RAPPORTI che l'allora presidente del consiglio era riuscito ad instaurare con Gheddafi? Cosa volete che spieghi? Che ha COMPERATO MONTI FACENDOLO SENATORE A VITA contro le indicazioni costituzionali necessarie alla designazione? Cosa volete che spieghi? Come si fa ad inventare una crisi PER APPLICARE ARBITRARIAMENTE PREROGATIVE PRESIDENZIALI ECCEZIONALI per cancellare il diritto di voto degli italiani? Cosa volete che spieghi? Come si fa a IGNORARE CHE MAGISTRATI DI MAGISTRATURA DEMOCRATICA abbiano usato arbitrariamente il potere giudiziario per abbattere il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi eletto democraticamente MA INVISO ALLA LORO IDEOLOGIA POLITICA? VOLTE CHE SPIEGHI QUESTO ED ALTRO? ILLUSI LUI NON SPIEGHERÀ NULLA PERCHÉ È UN ARROGANTE COMUNISTA DEPOSITARIO DELLA VERITÀ ASSOLUTA.

Iacobellig

Mer, 09/12/2015 - 06:27

DELINQUENTE. HA DANNEGGIATO FORTEMENTE IL PAESE! SPIEGHI TANTE COSE E VENGA CITATO PER DANNI VERSO GLI ITALIANI, COMPLOTTO CONTRO BERLUSCONI NEL 2011 COMPRESO.

Ritratto di kopenscott47

kopenscott47

Mer, 09/12/2015 - 07:53

Il motivo che spinse Napolitano ad intervenire in Libia è chiaro e lampante.Per un politicante è impensabile che qualcuno coltivi un rapporto interpersonale senza un tornaconto inconfessabile.La convinzione che Gheddafi attaccato dall'Italia avrebbe denunciato chissà quali fraudolente trattative con Berlusconi fu vista come occasione unica per spedire Berlusconi ad Hamamet

macchiapam

Mer, 09/12/2015 - 08:09

Sono anni che si attendono giustificazioni del comportamento di Napolitano nella vicenda Libia, dove, mentre il capo del governo giustamente se ne stava defilato, Napolitano ne assunse di fatto le funzioni e, sfruttando la collaborazione del ministro degli esteri e la sua carica, obbiettivamente irrilevante, di capo del consiglio di difesa, promosse lo sciagurato e inutile intervento italiano. Stiamo ancora scontandone i risultati. Come è possibile che tutto ciò si sia svolto nel silenzio?

linoalo1

Mer, 09/12/2015 - 08:15

E' tutto così evidente,che c'è ben poco da spiegare!!!!U.E. ed USA,volevano la testa di Berlusconi perché si opponeva alle loro idee belligeranti!!!E Napolitano,per farsi bello di fronte a tutti,eseguì la condanna!Con le tragiche consegueze che,tutta l'Europa e non solo,sta ancora pagando!!!!

cla_928

Mer, 09/12/2015 - 08:17

CHE E' VIVO E VEGETO LO DITE VOI.......PER ME E' UNA MUMMIA ACEFALA GIA' DA QUALCHE ANNO.

Ritratto di elio2

elio2

Mer, 09/12/2015 - 13:36

Povero compagno andrea626390, perché continua a dimostrare al mondo con le sue risposte da bambino dell'asilo, oppure da utile idiota, scelga lei, che per essere comunista è imperativo dover rinunciare ad intendere e volere?