Parigi, Renzi: "Non ci sono minacce circostanziate in Italia, sfida durerà anni"

Il premier, incontrando i capigruppo: "Faccio appello alla responsabilità di tutti noi su come ci poniamo di fronte a questa nuova sfida che durerà anni"

Parigi, Renzi: "Non ci sono minacce circostanziate in Italia, sfida durerà anni"

Dopo la strage di Parigi, il premier Matteo Renzi incontra i capigruppo: "Faccio appello alla responsabilità di tutti noi su come ci poniamo di fronte a questa nuova sfida che durerà anni. L’opinione pubblica è scossa e deve sentire l’Italia unita".

Il premier, poi, ha rivolto un pensiero al passato, ricordando come "siamo un Paese forte che ha sconfitto terrorismo interno e stragi di mafia. Vinceremo anche questa sfida. Il Governo - ha detto ancora Renzi, secondo quanto riferiscono le stesse fonti - sta seguendo ora per ora gli sviluppidella vicenda, in stretto contatto con Hollande e gli altri leader. Compito di chi governa è quello di dire con chiarezza agli italiani che non abbiamo minacce circostanziate ma l’attacco di Parigi è un cambio di passo della minaccia terroristica in Occidente".

Commenti